SAN BENIGNO - Anziana disabile raggirata in una casa famiglia: tre denunciati

| Inizia il processo a carico di medici e titolari della struttura che, nel frattempo, ha chiuso e si è trasferita altrove

+ Miei preferiti
SAN BENIGNO - Anziana disabile raggirata in una casa famiglia: tre denunciati
Affetta da una sindrome di demenza senile irreversibile, firma un testamento con il quale regala una villa da 300 mila euro alla direttrice della casa famiglia che la ospita. Poi regala altri 50 mila euro al fidanzato della donna e nomina erede universale il proprio medico di famiglia. C'era qualcosa di anomalo in quel testamento, tanto che la procura di Torino, con l’accusa di circonvenzione di incapace, ha rinviato a giudizio due persone. Giuseppina M., 66 anni, di San Benigno Canavese, titolare della casa di riposo, e Cristiana M., 52 anni, medico di famiglia. Un terzo medico, Claudio G., 61 anni, che lavora all'ospedale di Chivasso, è a processo per falsa certificazione. Secondo la procura ha rilasciato un falso certificato medico sostenendo che la donna, quando ha firmato il testamento, fosse in grado di intendere e volere. 
 
Il ricovero nella casa famiglia, suggerito ai famigliari dal medico, risale ai primi mesi del 2010. L'anziana, allora ottantenne, è affetta da una sindrome di demenza senile irreversibile e non può restare in casa da sola. Secondo gli inquirenti, la circonvenzione sarebbe avvenuta nei mesi immediatamente successivi al ricovero, tanto che a luglio la donna firma il testamento ora oggetto del processo. I famigliari vogliono vederci chiaro e si rivolgono ai carabinieri. Ad agosto il carabinieri del Nas effettuano un sopralluogo all'interno della struttura (oggi chiusa) scoprendo tutta una serie di irregolarità. E' da quel momento che gli inquirenti, coordinati dal pubblico ministero Enrica Gabetta, iniziano a scavare a fondo, occupandosi del caso dell'anziana raggirata. Il processo partirà a maggio.
 
«In realtà trattavasi di una Casa Famiglia - fanno sapere dalla casa di riposo di San Benigno, l'unica in attività e naturalmente estranea da questa vicenda - poche persone sapevano dell’esistenza di tale struttura che tra l’altro dopo le vicende descritte si è trasferita altrove». 
Cronaca
CASTELLAMONTE - Gran finale per la Mostra della Ceramica
CASTELLAMONTE - Gran finale per la Mostra della Ceramica
Domenca «Cammin'arte» e alla sera, con la chiusura dei punti mostra alle 20, l'atteso concerto di Francesco Taskayali
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il 17 ottobre inizia il processo alla mamma di Gabriele Defilippi
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il 17 ottobre inizia il processo alla mamma di Gabriele Defilippi
«Leggeremo le motivazioni e valuteremo cosa fare. Ma prima ci sarà il processo a Caterina Abbattista». Il procuratore capo di Ivrea, Giuseppe Ferrando, ha commentato così la sentenza del gup Alessandro Scialabba sul caso Rosboch
VOLPIANO - Auto prende fuoco: il conducente se ne va... - FOTO
VOLPIANO - Auto prende fuoco: il conducente se ne va... - FOTO
Intervento dei vigili del fuoco oggi pomeriggio nei pressi del passaggio a livello della stazione. Indagini sul proprietario del mezzo
CUORGNE' - Paura all'interno della Federal Mogul, scatta l'evacuazione
CUORGNE
L'allarme scattato per una possibile intossicazione nel reparto cuscinetti. Una cinquantina di dipendenti fatti evacuare
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il papà di Gloria: «Sia maledetto chi ha ucciso mia figlia» - VIDEO
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Il papà di Gloria: «Sia maledetto chi ha ucciso mia figlia» - VIDEO
Ettore Rosboch all'uscita dal tribunale si scaglia contro la sentenza. Anche la madre di Gloria, Marisa Mores, si dice insoddisfatta. La famiglia aveva chiesto giustizia per la morte della loro unica figlia
OMICIDIO ROSBOCH - 30 ANNI DI CARCERE PER GABRIELE DEFILIPPI: EVITATO L'ERGASTOLO
OMICIDIO ROSBOCH - 30 ANNI DI CARCERE PER GABRIELE DEFILIPPI: EVITATO L
Si è chiuso il processo di primo grado per l'omicidio della povera professoressa di Castellamonte. L'ex allievo, reo-confesso del delitto, è stato condannato a trent'anni. Accolta solo in parte la richiesta della procura di Ivrea
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Le tappe fondamentali dell'assassinio di Gloria Rosboch - VIDEO
OMICIDIO DI CASTELLAMONTE - Le tappe fondamentali dell
Si è chiuso al tribunale di Ivrea, oggi, un altro capitolo della lunga storia che ha portato all'efferato omicidio della professoressa Rosboch. Ecco il riassunto di quanto avvenuto in alcune tappe fondamentali
INGRIA - Gara di rutti: il sindaco difende la manifestazione
INGRIA - Gara di rutti: il sindaco difende la manifestazione
Il piccolo Comune della Valle Soana difende la scelta di ospitare la gara goliardica e benefica dopo le tante polemiche emerse
CUORGNE' - Riparato il Gesù bambino decapitato dai vandali
CUORGNE
La statua affidata alla restauratrice Sara Bertella è stata riconsegnata a Pezzetto in settimana e quindi riposizionata
SCARMAGNO - Auto contro moto sulla Sp82: centauro grave al Cto
SCARMAGNO - Auto contro moto sulla Sp82: centauro grave al Cto
Nei campi vicino alla provinciale è atterrato l'elisoccorso. Dinamica dell'incidente stradale al vaglio dei carabinieri
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore