SAN GIUSTO CANAVESE - Il papà di Alessandro: "Sono orgoglioso di mio figlio"

| Dopo lo schianto tra due Tornado ora c'è spazio solo per il dolore

+ Miei preferiti
SAN GIUSTO CANAVESE - Il papà di Alessandro:
Lino Dotto quando risponde al telefono ha la voce di chi non ha più lacrime. Nelle sue parole c'è la rassegnazione di un padre che ha appena perso tutto e la voglia instancabile di ricordare Alessandro ed i suoi sorrisi. "Amava il suo lavoro – racconta – anche se era un lavoro duro, dal punto di vista fisico e sotto il profilo della disciplina, ma ne condivideva a pieno i valori. Valori che aveva fatto suoi. Era solare, estroso, aveva la luce nel cuore".
 
Il passato è ormai d'obbligo, da quando è stato ritrovato il corpo del terzo pilota coinvolto nello scontro tra i due tornado, avvenuto martedì ad Ascoli Piceno. Partito giovanissimo da San Giusto, Alessandro Dotto aveva fatto di tutto per inseguire i suoi sogni. "Fin dalle elementari sognava di volare – continua Lino – ma noi non avevamo i soldi per il brevetto da pilota e così aveva deciso di iscriversi all'Accademia Aeronautica con risultati stupefacenti anche per noi. Era riuscito a superare una selezione in cui si erano presentati in 8 mila".
 
Il pensiero corre veloce alle tante ore di volo trascorse a solcare i cieli. "Certo che avevamo paura – sorride – ma era il primo a rassicurarci, quando rientrava si ricordava sempre di noi, un sms una telefonata giusto per farci stare tranquilli". Nei ricordi del papà, Alessandro ha l'allegria di un adolescente. "Aveva un rapporto speciale con la mamma – continua – quando tornava e guardavamo insieme la tv a volte lo vedevo riposare con la testa sul suo grembo, un militare quasi mammone". Le cause della tragedia passano in secondo piano. "Non ci interessa sapere cosa è successo. Purtroppo spesso chi critica le forze armate ed i militari non le conosce. Noi siamo una famiglia di contadini non di militari, ma alla base abbiamo trovato persone uniche, di grandissima umanità”. 
 
Nel cuore è indelebile l'orgoglio per quel figlio che aveva avuto il coraggio di inseguire i suoi sogni. "Eravamo, siamo – si corregge subito – una famiglia unita, lui ci ha sempre spronati. Il destino ha voluto che lui morisse il giorno del compleanno di Alberto, il fratellino che lui aveva voluto a tutti i costi". Negli occhi è ancora chiaro il ricordo del rombo del caccia sulle case di San Giusto. "Quando lo vedevo – confessa – avevo la pelle d'oca e le lacrime agli occhi, oggi mi sono rimaste solo più le lacrime".
Cronaca
IVREA-RIVAROLO - Incidente stradale: un autista condannato
IVREA-RIVAROLO - Incidente stradale: un autista condannato
Un 25enne di Rivarolo è finito a processo per omissione di soccorso. L'incidente avvenuto nel 2014 lungo l'ex statale 460
CUORGNE' - Il Comune dona un libro per ogni nuovo nato nel 2017
CUORGNE
Sabato alle ore 10.30 nell'ex chiesa della Trinità si terrà la cerimonia di benvenuto ai piccoli cuorgnatesi nati nel 2017
PIAMPRATO - Pista baby chiusa dopo la nevicata: aperto solo il fondo
PIAMPRATO - Pista baby chiusa dopo la nevicata: aperto solo il fondo
I ragazzi di Pianeta Neve Ski danno appuntamento al prossimo week-end per la riapertura della pista baby e dello snow park
FAVRIA - Festa del ringraziamento dei coltivatori
FAVRIA - Festa del ringraziamento dei coltivatori
La manifestazione si terrà domenica 28 gennaio
TORINO-BORGARO - Zingari lanciano sassi contro le auto: blitz della polizia municipale al campo nomadi
TORINO-BORGARO - Zingari lanciano sassi contro le auto: blitz della polizia municipale al campo nomadi
Operazione al campo di strada Aeroporto, questa mattina, al confine tra Torino e Borgaro, da parte degli agenti del Nucleo Nomadi della polizia municipale. Gli investigatori hanno svolto un'attività delegata dal tribunale dei minori
CERESOLE REALE - Il premio Nobel, Mike Kosterlitz, diventa cittadino onorario di Ceresole
CERESOLE REALE - Il premio Nobel, Mike Kosterlitz, diventa cittadino onorario di Ceresole
Kosterlitz salirà nel piccolo Comune della Valle Orco mercoledì 14 febbraio: riceverà il riconoscimento per le imprese alpinistiche compiute nella zona del Gran Paradiso, compresa la scalata della celebre fessura che porta il suo nome
FRONT CANAVESE-FOGLIZZO - Pascolo abusivo, denunciati padre e fratello dei killer di Chivasso - FOTO e VIDEO
FRONT CANAVESE-FOGLIZZO - Pascolo abusivo, denunciati padre e fratello dei killer di Chivasso - FOTO e VIDEO
Ieri sera a Caselle i carabinieri di Leini, in collaborazione con la polizia muncipale della cittadina aeroportuale, hanno denunciato per introduzione, abbandono di animali nel fondo altrui e pascolo abusivo tre pastori
RIVAROLO - Venerdì l'addio a Provenzano. Il cordoglio dell'Asl To4
RIVAROLO - Venerdì l
Il Direttore Generale dell'Asl, Lorenzo Ardissone, ha espresso «profondo cordoglio per la scomparsa di Giovanni Provenzano»
IVREA - A spasso con coltello e marijuana: un 14enne nei guai
IVREA - A spasso con coltello e marijuana: un 14enne nei guai
Il giovane studente è stato controllato in via Gozzano e denunciato dai carabinieri. Marijuana e coltello subito sequestrati
LAVORO - Le aziende in cerca di personale il 26 gennaio a Ivrea
LAVORO - Le aziende in cerca di personale il 26 gennaio a Ivrea
«Wooooow Io e il mio futuro in Canavese» è il titolo dell'evento dedicato al lavoro e alle imprese, previsto venerdì 26 gennaio
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore