SAN GIUSTO CANAVESE - Il tricolore sventola sulla villa confiscata al boss del narcotraffico Nicola Assisi

| Sulla villa del boss del narcotraffico Nicola Assisi, arrestato recentemente in Brasile, sventola il Tricolore, accanto alla bandiera dell’associazione Libera. Un simbolo, a significare la conquista dell’immobile da parte dello Stato

+ Miei preferiti
SAN GIUSTO CANAVESE - Il tricolore sventola sulla villa confiscata al boss del narcotraffico Nicola Assisi
Sulla villa sangiustese del boss del narcotraffico Nicola Assisi, arrestato recentemente in Brasile, sventola il Tricolore, accanto alla bandiera dell’associazione Libera.

Un simbolo, a significare la conquista dell’immobile da parte dello Stato e la vittoria contro la criminalità. Oggi, infatti, è stato siglato il protocollo d’intesa tra Regione, Città Metropolitana, Prefettura, Demanio e Agenzia nazionale dei beni confiscati alla mafia. «Oggi ha vinto lo Stato – ha affermato il presidente regionale Alberto Cirio – Grazie alla stipula del protocollo, la villa nata dai proventi della criminalità verrà restituita alla cittadinanza. E noi faremo la nostra parte per sostenere il progetto.

La legalità alla fine vince sempre, è questo l’insegnamento che dobbiamo trasmettere ai nostri figli». Alla cerimonia hanno partecipato anche il sindaco torinese Chiara Appendino, il primo cittadino di San Giusto, Giosi Boggio, il prefetto di Torino, Claudio Palomba, e il fondatore di Libera, don Luigi Ciotti.

La cerimonia della firma della convenzione è stata organizzata proprio presso l’immobile che l’estate scorsa è stato danneggiato da un incendio. «Un episodio che ha tutta l’evidenza di una natura intimidatoria – spiega la Prefettura in una nota – L’organizzazione dell’evento odierno presso la villa confiscata è un esplicito segnale della presenza dello Stato e della sua determinazione nella lotta alle mafie e nel reimpiego con finalità di utilità sociale dei loro patrimoni».

E sull’importanza del riutilizzo dei beni confiscati alla mafia ha insistito soprattutto don Ciotti: «Aggredire il patrimonio è ciò che fa più loro male. Nella lotta alla criminalità organizzata bisogna unire il piano giudiziale a quello sociale. L’evento di oggi rappresenta un segnale di speranza, la rinascita di un bene che è sorto dal male».

Grazie alla firma odierna, la villa entra in possesso della Città Metropolitana che a settembre dovrà indire il bando per il suo reimpiego, a distanza di sette anni dalla procedura di confisca. «Oggi siamo qui anche per ribadire l’importanza del lavoro per rafforzare la cultura della legalità – ha commentato Chiara Appendino – E’ importante che le istituzioni non siano lasciate sole».

Numerosi gli amministratori locali presenti all’appuntamento con la fascia tricolore, oltre ai rappresentanti delle forze dell’ordine, fra cui il comandante provinciale dei Carabinieri, il colonnello Francesco Rizzo.

Galleria fotografica
SAN GIUSTO CANAVESE - Il tricolore sventola sulla villa confiscata al boss del narcotraffico Nicola Assisi - immagine 1
SAN GIUSTO CANAVESE - Il tricolore sventola sulla villa confiscata al boss del narcotraffico Nicola Assisi - immagine 2
SAN GIUSTO CANAVESE - Il tricolore sventola sulla villa confiscata al boss del narcotraffico Nicola Assisi - immagine 3
SAN GIUSTO CANAVESE - Il tricolore sventola sulla villa confiscata al boss del narcotraffico Nicola Assisi - immagine 4
SAN GIUSTO CANAVESE - Il tricolore sventola sulla villa confiscata al boss del narcotraffico Nicola Assisi - immagine 5
Cronaca
CIRIE' - Pestato dal branco per un messaggio Whatsapp a una ragazza
CIRIE
Solo il pronto intervento degli agenti della polizia municipale ha evitato conseguenze più pesanti. Indagini al momento in corso
CANAVESE - Chiude la Pedemontana per i lavori all'illuminazione
CANAVESE - Chiude la Pedemontana per i lavori all
Previsto senso unico lungo la strada provinciale 41 di Agliè dal chilometro 12+900 al chilometro 13+840, permettendo il transito nella sola direzione Torre Canavese-Baldissero
RIVAROLO - Ancora furti in città: indagini dei carabinieri in corso
RIVAROLO - Ancora furti in città: indagini dei carabinieri in corso
Al vaglio degli inquirenti le immagini delle telecamere di videosorveglianza installate in diversi punti di Rivarolo
RIVAROLO - Auto a fuoco, trovata una bottiglia di alcool - FOTO
RIVAROLO - Auto a fuoco, trovata una bottiglia di alcool - FOTO
E' quindi probabile che si sia trattato di un incendio di natura dolosa. Le indagini dei carabinieri di Agliè sono in corso
CANDIA - Accende l'auto e investe il meccanico che la sta riparando
CANDIA - Accende l
Accertamenti in corso sulla dinamica dell'accaduto da parte dei tecnici dello Spresal dell'Asl To4. L'uomo ricoverato a Ivrea
VALPERGA - Furioso incendio devasta il bar della stazione: danni ingenti e struttura non agibile - FOTO
VALPERGA - Furioso incendio devasta il bar della stazione: danni ingenti e struttura non agibile - FOTO
A dare l'allarme un automobilista di passaggio che ha chiamato il 112 dopo aver visto le fiamme all'interno dei locali. In pochi minuti sono intervenuti sul posti i vigili del fuoco di Ivrea e Rivarolo Canavese insieme ai carabinieri
RIVAROLO - Bimbo si sente male in campo: elitrasportato a Cirié
RIVAROLO - Bimbo si sente male in campo: elitrasportato a Cirié
L'ambulanza lo ha trasportato fino al polo di Protezione Civile dove è stato preso in consegna dall'equipe medica dell'eliambulanza
QUINCINETTO - Frana: «La chiusura della A5 non sarà troppo lunga»
QUINCINETTO - Frana: «La chiusura della A5 non sarà troppo lunga»
Occorre infatti far brillare i due massi più grossi da 5 mila metri cubi e disgaggiare nel complesso 30 mila metri cubi di materiale
CUORGNE' - «Scuola in mezzo al mare»: al Cinema Margherita con la regista Gaia Russo Frattasi
CUORGNE
Di origini chivassesi, Gaia Russo Frattasi si è laureata presso il DAMS di Torino e ha collaborato con Vittorio De Seta, Ermanno Olmi e Giorgio Diritti
RIVAROLO - Scatta l'allarme bomba per uno zaino abbandonato sul treno: gli artificieri lo hanno fatto brillare - FOTO
RIVAROLO - Scatta l
Le operazioni si sono concluse intorno a mezzanotte. Una volta messa in sicurezza l'area lo zaino è stato fatto saltare. Era probabilmente vuoto. La circolazione di bus e treni, vista l'ora, non ha subito alcun ritardo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore