SANITA' - Uno studio sui tumori pubblicato da Annals of Hematology

| La prestigiosa rivista rende merito alla ricerca sui linfomi non Hodgkin curata dalla dottoressa Chiara Ciochetto dell'Asl To4

+ Miei preferiti
SANITA - Uno studio sui tumori pubblicato da Annals of Hematology
E’ stato pubblicato nella prestigiosa rivista di livello internazionale “Annals of Hematology” un lavoro sulla valutazione della sicurezza e dell’efficacia di una cura innovativa per i linfomi non Hodgkin ad alto rischio. Lavoro che vede come primo autore la dottoressa Chiara Ciochetto, dirigente medico della struttura di Ematologia dell’Asl To4, insieme al dottor Roberto Freilone, Responsabile della stessa struttura, e che è frutto della collaborazione con l’Ematologia dell’Azienda ospedaliero-universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino, diretta dal professor Vitolo.

I Linfomi non Hodgkin (NHL) sono tumori che coinvolgono il sistema linfatico e che risultano curabili nel 50-80% dei casi con le attuali strategie terapeutiche basate su chemio-immunoterapia. Nonostante questo importante miglioramento della prognosi, rimane un 20-50% di pazienti che non raggiungono una risposta completa o che recidivano. In tali casi la terapia standard è rappresentata dall’autotrapianto di midollo, che però non è risolutivo per tutti i pazienti.

Recentemente sono stati riportati dati incoraggianti in termini di efficacia con l‘impiego di una terapia innovativa, un anticorpo monoclonale radio coniugato, seguita da chemioterapia ad alte dosi e da autotrapianto di midollo. Questa cura, per gli utenti seguiti dall’Ematologia dell’ASL TO4, è svolta in rete con l’Ematologia e la Medicina Nucleare del Presidio Ospedaliero Molinette; peraltro, essendo il nuovo farmaco un prodotto radioattivo, deve essere somministrato per via endovenosa in un’unica dose in un ambiente protetto presso la Medicina Nucleare del Presidio Ospedaliero torinese.

Il gruppo dell’Ematologia del professor Vitolo, con la collaborazione dell’Ematologia dell’ASLTO4, ha quindi condotto uno studio retrospettivo per valutare sicurezza ed efficacia del farmaco a base di anticorpo monoclonale radio coniugato seguito da chemioterapia ad alte dosi e da autotrapianto di midollo in pazienti con linfoma ad alto rischio. L’alto rischio è definito come progressione di malattia, plurime recidive o recidiva precoce inferiore ai dodici mesi dalla prima terapia. Da ottobre 2006 a gennaio 2013 sono stati inclusi nello studio 37 pazienti con linfoma a differente istologia ad alto rischio. Il tasso di risposta globale al termine dell’intera terapia è stato molto elevato, pari all’87% (di cui il 59% di remissione completa della malattia) a fronte di una bassa tossicità. Lo studio ha dimostrato un vantaggio nell’utilizzo del farmaco innovativo rispetto al solo autotrapianto di midollo, specie nel sottogruppo di pazienti con recidiva precoce in cui la sopravvivenza è stata dell’ 83% contro il 22%.

Commenta il Direttore Generale dell’Asl To4, Lorenzo Ardissone: «Lo studio, oltre all’elevata valenza scientifica, è la dimostrazione dell’importanza di un lavoro di rete tra l’Ematologia della nostra Azienda e quelle dell’Area Metropolitana, nel caso specifico quella diretta dal professor Vitolo, al fine di garantire la massima assistenza e il miglior beneficio clinico per i nostri cittadini affetti da linfoma».

Cronaca
CANAVESE - Uomini e lupi, tra mito e realtà: una convivenza è possibile?
CANAVESE - Uomini e lupi, tra mito e realtà: una convivenza è possibile?
A Valprato Soana un incontro pubblico promosso dal Parco Gran Paradiso sul predatore. Un'occasione per togliersi qualche curiosità, fugare paure immotivate, scoprire chi è il lupo e perché sta ritornando sulle Alpi anche in Canavese
PIVERONE - I motociclisti delle Forze dell'Ordine in aiuto del canile
PIVERONE - I motociclisti delle Forze dell
Gli Shot Gun LE MC presenti alla manifestazione con lo stand per la vendita dei gadget. Il ricavato è andato in beneficenza
SAN GIUSTO - Incidente sulla Torino-Aosta: auto ribaltata - VIDEO
SAN GIUSTO - Incidente sulla Torino-Aosta: auto ribaltata - VIDEO
In direzione Ivrea, per cause ancora in fase di accertamento, si sono scontrati un Range Rover e una Peugeot che si è ribaltata
RIVAROLO CANAVESE - Abbattuti nella notte due velo-ok di corso Indipendenza - FOTO
RIVAROLO CANAVESE - Abbattuti nella notte due velo-ok di corso Indipendenza - FOTO
Nella notte tra mercoledì e giovedì ignoti hanno abbattuto i totem arancioni sistemati, ormai già da mesi, lungo corso Indipendenza, tra la rotonda del Gigante e quella della frazione Vesignano. Indagini della polizia municipale in corso
IVREA - I cosplayer al museo civico Pier Alessandro Garda
IVREA - I cosplayer al museo civico Pier Alessandro Garda
Alcuni tra i migliori performer di questa disciplina a livello nazionale daranno vita a momenti di spettacolo e animazione
CALUSO - Pestano un 19enne per rubargli il telefono: un arresto
CALUSO - Pestano un 19enne per rubargli il telefono: un arresto
La vittima, un ragazzo di Caluso, era con la fidanzata in piazza Carlo Felice a Torino quando è stato picchiato e rapinato
TRAVERSELLA - Turista cade sul sentiero: lo salva il soccorso alpino
TRAVERSELLA - Turista cade sul sentiero: lo salva il soccorso alpino
L'uomo è stato recuperato dai volontari della stazione di Ivrea ed elitrasportato in ospedale. Per fortuna se la caverà
FERRAGOSTO TRAGICO - Incidente a Leini: muoiono zio e nipote di appena 22 anni - FOTO
FERRAGOSTO TRAGICO - Incidente a Leini: muoiono zio e nipote di appena 22 anni - FOTO
Oggi pomeriggio su una strada sterrata che corre parallela a via Settimo un quad si è schiantato contro un muro. In sella un uomo e una ragazza, zio e nipote. Sono entrambi morti sul colpo
CANAVESE - Sanità: l'Asl assume 101 persone tra medici e infermieri
CANAVESE - Sanità: l
Disposta oggi l'assunzione di 101 operatori: 85 infermieri, sei medici urgentisti, cinque medici anestesisti e cinque pediatri
TRAGEDIA A GENOVA - Più di trenta morti, tra cui una bambina. Chivassesi vicino al ponte crollato: salvi - VIDEO
TRAGEDIA A GENOVA - Più di trenta morti, tra cui una bambina. Chivassesi vicino al ponte crollato: salvi - VIDEO
Sono almeno 35 le vittime del crollo del ponte Morandi a Genova. Tra loro una bambina di una decina d'anni. Ma il bilancio, purtroppo, è desintato ad aumentare. Salva una famiglia di Chivasso che si trovava sullo stesso tratto di autostrada
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore