SCARMAGNO - Rogo all'ex Olivetti: sette rinvii a giudizio

| Il 14 ottobre si apre il processo per l'incendio che ha distrutto parte del comprensorio industriale Olivetti

+ Miei preferiti
SCARMAGNO - Rogo allex Olivetti: sette rinvii a giudizio
Si aprirà il 14 ottobre il processo per il rogo che, il 19 marzo di due anni fa, ha distrutto parte del comprensorio industriale Olivetti di Scarmagno. Sono stati rinviati a giudizio i sette imputati accusati di incendio colposo in concorso. Lo ha stabilito il gup del tribunale di Ivrea, Alessandro Scialabba. A scatenare il rogo, secondo la procura d’Ivrea, è stato l’uso della fiamma ossidrica da parte di due artigiani, Emanuele Giampaolo e Luca Blessent, operai della Omg di Valperga, incaricati di effettuare alcuni lavori di manutenzione al tetto del capannone. Secondo l’accusa la fiamma ossidrica ha fuso le vele antigrandine, poi collassate sul plexiglas esterno del lucernario e su quello sottostante. Il tutto sarebbe finito su materiale altamente infiammabile presente nel magazzino di CellTel.

Oltre ai due operai è stato rinviato a giudizio anche Bruno Guglielmetti, titolare dell’azienda di Valperga che aveva in subappalto, per conto della Manutencop, i lavori di manutenzione. Secondo la procura non avrebbe correttamente “formato” gli operai prima di mandarli ad eseguire le opere di manutenzione. Gli altri quattro imputati sono Domenico Pellegrini, ex amministratore delegato della CellTel, chiamato in causa perché l’azienda, come dicono le carte del pm, non aveva predisposto un piano per limitare i danni in caso d’incendio, Luca Barengo, Rosario D’Addio e Domenico Voiglio, responsabili, a vario titolo, di Manutencop. Anche per loro le responsabilità riguardano la mancanza di un piano anti incendio nel capannone.

Determinanti, al processo, saranno le perizie. Quella eseguita dalla polizia scientifica, realizzata dallo stesso pool di esperti che analizzò le cause del rogo del Duomo di Torino che custodiva la Sindone, non lascerebbe spazio a dubbi. L'incendio sarebbe partito dal tetto e con ogni probabilità da un lucernario in plexiglas: per questo il pubblico ministero ha chiesto e ottenuto il rinvio a giudizio dei sette imputati. D’altro avviso le difese che hanno fatto presente che, all’interno del capannone, c’erano 102 mila telefonini con batteria al litio. Il fuoco potrebbe essere stato innescato da un cortocircuito ed essere partito dall’interno dello stabile. Tra le richieste di parte civile, oltre a quelle di tre ex dipendenti dell’azienda distrutta dal rogo, anche le aziende Prelios, Olivetti, Telecom, Wirelab e Urmet. Le ultime tre per i materiali stoccati nel capannone. Le aziende, in parte, sono state risarcite dalle assicurazioni per un totale che si aggira sui 30 milioni di euro.

Cronaca
FELETTO - Incidente sulla 460: ferito pensionato di Rivarolo - FOTO
FELETTO - Incidente sulla 460: ferito pensionato di Rivarolo - FOTO
L'uomo è stato medicato sul posto dal personale del 118. Su richiesta dei carabinieri ha rifiutato di sottoporsi all'alcoltest
LAVORO IN CANAVESE - «Su Comital e Lamalù non abbiamo acquirenti e il tempo corre»
LAVORO IN CANAVESE - «Su Comital e Lamalù non abbiamo acquirenti e il tempo corre»
Claudio Chiarle, segretario generale Fim-Cisl Torino e Canavese, sprona il Ministro Di Maio: «Sinora il Ministro a Torino ha fatto solo "passerelle". Ora bisogna sbloccare il dossier delle Aree di Crisi Complessa per affrontare la crisi»
FAVRIA - L'elisoccorso del 118 atterra anche nelle ore notturne
FAVRIA - L
Il Comune di Favria invita le associazioni e la popolazione all'inaugurazione del punto di atterraggio al campo sportivo
CANAVESE - Sesso e droga con un ragazzino: la 42enne ammette tutto
CANAVESE - Sesso e droga con un ragazzino: la 42enne ammette tutto
«Il nostro era amore vero». Si è giustificata così, in procura a Ivrea, l'infermiera 42enne arrestata dai carabinieri di Leini
AUTOSTRADA TORINO-AOSTA - Incidente stradale a Quassolo, due persone ferite in ospedale - FOTO
AUTOSTRADA TORINO-AOSTA - Incidente stradale a Quassolo, due persone ferite in ospedale - FOTO
La dinamica del sinistro è al vaglio degli agenti della polizia stradale di Torino, prontamente intervenuti sul posto. Il personale Ativa ha chiuso una corsia di marcia per permettere l'afflusso dei mezzi di soccorso
CASELLE - La Polonia è più vicina con il nuovo volo per Cracovia
CASELLE - La Polonia è più vicina con il nuovo volo per Cracovia
Il volo Torino-Cracovia della compagnia Wizz Air avrà frequenza bisettimanale, con operatività nei giorni di martedì e sabato
LOCANA - Carnevale a Rosone con un omaggio al Giro d'Italia
LOCANA - Carnevale a Rosone con un omaggio al Giro d
Un carro a tema «Giro d'Italia» è stato protagonista al «Carnevalone in Ros(a)one» che si è svolto domenica 24 febbraio
OMICIDIO DI MONTALENGHE - Padre e figlio a processo: la procura ha chiesto il massimo della pena
OMICIDIO DI MONTALENGHE - Padre e figlio a processo: la procura ha chiesto il massimo della pena
Gabriele Raimondi, un uomo di San Giusto Canavese, venne ucciso con un colpo di pistola mentre stava effettuando delle manutenzioni nella casa di Grado Di Glaudi, capo della comunità sinti del Canavese. Fu ucciso per sbaglio
CHIVASSO - Dubbi sulla morte di un uomo: bloccato il funerale
CHIVASSO - Dubbi sulla morte di un uomo: bloccato il funerale
Una decisione che fa seguito ad un esposto che i famigliari hanno presentato ai carabinieri della compagnia di Chivasso
CASELLE - L'aeroporto certificato per la sicurezza sul lavoro
CASELLE - L
Sagat continua così il percorso intrapreso con la certificazione del Sistema di Gestione dell'Energia e di gestione ambientale
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore