SICUREZZA - A Porta Susa i 110 anni della Polizia Ferroviaria

| Stare in mezzo alla gente, sui treni e nelle stazioni, costituisce uno dei tratti distintivi della quotidianità di questa specialità della Polizia di Stato

+ Miei preferiti
SICUREZZA - A Porta Susa i 110 anni della Polizia Ferroviaria
Venerdì alla stazione di Torino Porta Susa, con il concerto celebrativo, la polizia ferroviaria ha celebrato il 110° Anniversario della Fondazione. La PolFer svolge la propria attività in un preciso ambito specialistico, ma la sua operatività assume molteplici forme: dalla tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica alla “prossimità”. Stare in mezzo alla gente, sui treni e nelle stazioni, costituisce uno dei tratti distintivi della quotidianità di questa specialità della Polizia di Stato che, grazie alla propria presenza sul territorio, rintraccia persone scomparse, in particolare minori e persone in stato confusionale, monitora il fenomeno dei migranti che si spostano in treno o si riversano nelle stazioni, si attiva affinché venga prestata assistenza alle persone disagiate che spesso finiscono per gravitare nelle stazioni, preserva l’incolumità delle persone che tentano il suicidio lungo la linea ferroviaria o imprudentemente attraversano i binari.

La quotidianità della Polizia Ferroviaria è fatta quindi di prevenzione e contrasto ai fenomeni delittuosi in ambito ferroviario, (i dati statistici nazionali parlano di un calo significativo rispetto al 2016 dei principali reati: -27% furti, -37% rapine, -5% aggressioni, -47% furti rame, -9% danneggiamenti). In questo quadro di risultati indubbiamente positivi, significativo è il contributo quotidiano fornito dal personale del Compartimento Polfer per il Piemonte e la Valle d’Aosta; basti pensare che le due regioni sono percorse da 1.900 chilometri di linea ferroviaria (a livello nazionale, la più lunga), sulla quale insistono ben 215 stazioni e viaggiano quotidianamente 895 treni passeggeri e circa 140 convogli merci.

Ogni giorno sono oltre 174.000 i viaggiatori che si servono del treno per i loro spostamenti e più di 250.000 le persone che, a vario titolo, frequentano le stazioni, divenute, specie quelle del capoluogo, dei veri e propri centri di aggregazione e ricreativi. In una realtà così estesa, la Polfer di Piemonte e Valle D’Aosta, da inizio anno, ha identificato 79.000 persone, di cui stranieri 28.392 e minori n.4.029, ha scortato n.8.980, ha effettuato n.66 arresti e denunciato n.755 persone.

Non meno importanti i riscontri ottenuti nel campo della Polizia di Prossimità che attestano l’attenzione e la vicinanza del Compartimento Polfer Piemonte e Valle d’Aosta a chi è in difficoltà. Un esempio per tutti le persone scomparse poi rintracciate che nel 2016 sono state 62, delle quali 53 minori. E ancora, l’aiuto a favore delle persone bisognose ed emarginate,  con interventi effettuati a fianco alle istituzioni impegnate nel sociale ed alle associazioni di volontariato, in un’opera quotidiana, silente ma non per questo meno encomiabile, perché prestata senza clamori ma con convinzione e consapevolezza, a favore delle vecchie e nuove povertà.

Sono in molti ad utilizzare il mezzo ferroviario per i propri spostamenti e tra questi cresce sempre di più il numero degli studenti che raggiungono gli istituti di istruzione in treno. Un contesto questo di forte rivalutazione delle stazioni ferroviarie nel quale la Polizia Ferroviaria si propone come punto di riferimento per i giovani e come un amico sul quale poter contare in caso di necessità.

Dove è successo
Cronaca
SALASSA - Bruttissimo incidente in via Rivarolo: tre persone ferite. Un automobilista elitrasportato al Cto - FOTO E VIDEO
SALASSA - Bruttissimo incidente in via Rivarolo: tre persone ferite. Un automobilista elitrasportato al Cto - FOTO E VIDEO
Sul posto hanno operato due ambulanze del 118 e i vigili del fuoco di Ivrea che hanno estratto i feriti dalle lamiere delle auto. Uno dei tre coinvolti nello schianto è stato elitrasportato al Cto in codice giallo
SANITA' - I consultori familiari con l'ostetrica ora senza prenotazione
SANITA
La riorganizzazione della rete dei Consultori Familiari dell'Asl To4 è stata portata a termine all’inizio di novembre
FURTI - I carabinieri di Leini arrestano quattro nomadi a Verolengo
FURTI - I carabinieri di Leini arrestano quattro nomadi a Verolengo
Altre quattro persone sono state denunciate dai militari dell'Arma per ricettazione. Recuperati gioielli e attrezzi edili rubati
IVREA - Il panettone di Alessandro Gaido tra i migliori d'Italia
IVREA - Il panettone di Alessandro Gaido tra i migliori d
Ben 68 maestri pasticceri si sono sfidati nella «Tenzone del Panettone» scelti tra i grandi della pasticceria. C'è un canavesano
CANAVESE - Torna la Colletta Alimentare in 13 Comuni - TUTTI I DATI
CANAVESE - Torna la Colletta Alimentare in 13 Comuni - TUTTI I DATI
Tredici Comuni coinvolti per un totale di 28 supermercati aderenti all'iniziativa con 250 volontari impegnati sul territorio
VOLPIANO - Colpo di scena per la Comital: l'azienda sospende i licenziamenti e chiede la cassa integrazione
VOLPIANO - Colpo di scena per la Comital: l
Allo stesso tempo, formulerà istanza di concordato preventivo, con l’obiettivo di favorire il processo di acquisizione da parte di soggetti potenzialmente interessati a rilevare lo stabilimento di Volpiano ormai chiuso da mesi
AGLIE' - La Coldiretti in festa ringrazia i volontari Aib - FOTO
AGLIE
Premiati gli Aib per impegno e dedizione con la quale i volontari hanno difeso il territorio durante l'ultima emergenza incendi
BORGARO - Rubata la moto da cross al papà del pilota Dovizioso
BORGARO - Rubata la moto da cross al papà del pilota Dovizioso
Ladri in azione prima della manifestazione di cross «TransBorgaro» che si è svolta domenica nell'ex area del Torinello
CASTELLAMONTE - Il commosso ricordo del Lions per Carlo Sunino
CASTELLAMONTE - Il commosso ricordo del Lions per Carlo Sunino
Il meeting di quest'anno ha riunito in interclub i due Lions Club operanti in zona, l'Alto Canavese ed il Rivarolo Canavese
CANAVESE - Contro gli incendi boschivi 74 migranti al lavoro per ripulire i sentieri abbandonati
CANAVESE - Contro gli incendi boschivi 74 migranti al lavoro per ripulire i sentieri abbandonati
Grazie ad una convenzione che sta per essere sottoscritta dal Cissac e da Scs, nelle prossime settimane 74 richiedenti asilo ospiti in Canavese saranno impegnati in attività socialmente utili, a titolo volontario, sul territorio
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore