SICUREZZA - Contro le truffe polizia e Regione agiscono insieme

| Un servizio in virtù del quale, solo nel 2015, sono state raccolte 480 denunce, dato in calo nel 2016 dove sono scese sotto quota 450

+ Miei preferiti
SICUREZZA - Contro le truffe polizia e Regione agiscono insieme
«Se tu non puoi veniamo noi»: questo il titolo della campagna informativa, presentata dalla Questura di Torino. Una campagna per la prevenzione delle truffe ai danni delle fasce più deboli, realizzata grazie ad una proficua collaborazione tra la Questura di Torino e la Regione Piemonte. Grazie a questa collaborazione, avviata lo scorso dicembre, sono stati stampati 1000 poster, 10.000 locandine e 20.000 pieghevoli sui quali sono riportati utili consigli per la prevenzione del fenomeno delle truffe agli anziani e viene promosso il servizio, esclusivo della Polizia di Stato, di ricezione denunce a domicilio, dedicato ai cittadini ultrasessantacinquenni e ad altre fasce deboli.
 
Un servizio in virtù del quale, solo nel 2015, sono state raccolte ben 480 denunce, dato in leggero calo nel 2016 dove sono scese sotto quota 450. Seppur solo il 60% di esse sia relativo a truffe, bisogna considerare che il numero di interventi a domicilio è assai maggiore, poiché in molti casi viene semplicemente fornita assistenza senza che si arrivi alla denuncia. Grazie alla collaborazione con Ascom, Curia Metropolitana, Intesa Sanpaolo, Unicredit, Poste Italiane, Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Torino e Ordine dei Farmacisti, il materiale informativo verrà affisso e distribuito in diversi luoghi frequentati dagli ultrasessantacinquenni: studi di medici di base, farmacie, negozi, parrocchie, uffici postali e agenzie e filiali degli istituti di credito interessati.
 
«Il fatto che sia l’agente di Polizia a recarsi dal cittadino per raccogliere la denuncia – ha dichiarato l’Assessore regionale alla Polizia Locale Giovanni Maria Ferraris - contribuisce a creare un rapporto diretto tra Istituzioni e cittadino stesso. Per quanto riguarda la Regione Piemonte, ritengo fondamentale affrontare questo tema offrendo ai nostri corpi di Polizia Locale un’adeguata formazione che consenta di prevenire, prima ancora di intervenire, sui rischi a cui sono soggette le fasce più deboli della popolazione; tema che ho fortemente voluto inserire nel nuovo piano di formazione approvato a fine 2016».
 
«Questo impegno – prosegue Ferraris - vuole quindi essere una risposta concreta alle esigenze dei cittadini con strumenti che sappiano interpretare il territorio, avvicinare le risposte ai bisogni, vivere seriamente la prossimità, garantendo la vicinanza al cittadino, la conoscenza  dei  contesti  territoriali e la tempestività dell’intervento, unite alla capacità di rassicurare, mediare e prevenire». «Sono convinto – conclude Ferraris - che con la questa campagna si farà un altro passo in avanti per l’inserimento del termine “fiducia” all’interno del binomio cittadino-Istituzioni».
Galleria fotografica
SICUREZZA - Contro le truffe polizia e Regione agiscono insieme - immagine 1
SICUREZZA - Contro le truffe polizia e Regione agiscono insieme - immagine 2
SICUREZZA - Contro le truffe polizia e Regione agiscono insieme - immagine 3
SICUREZZA - Contro le truffe polizia e Regione agiscono insieme - immagine 4
Cronaca
CUORGNE' - A fuoco un alloggio in pieno centro storico: provvidenziale intervento dei vigili del fuoco - VIDEO
CUORGNE
La strada è stata chiusa al traffico dalla polizia municipale di Cuorgnè. Dopo la messa in sicurezza dell'alloggio i tecnici del Comune hanno visionato lo stabile per verificarne l'agibilità. Illesa la persona che si trovava nell'abitazione
PRASCORSANO - Un altro arresto in paese per l'estorsione a Cuorgnè
PRASCORSANO - Un altro arresto in paese per l
E' il terzo arresto in paese nel giro di una settimana sempre nell'ambito della stessa inchiesta e del medesimo processo penale
CIRIE' - Troppi pregiudicati nel bar: scatta la chiusura per 15 giorni
CIRIE
Questa mattina in via Gazzera, i carabinieri della compagnia di Venaria Reale hanno chiuso il bar «Caffè Villaggio»
CASELLE - Tisane alla cocaina: la guardia di finanza arresta un torinese all'aeroporto Sandro Pertini
CASELLE - Tisane alla cocaina: la guardia di finanza arresta un torinese all
Il quarantenne, residente nel torinese, è stato controllato dai finanzieri della compagnia di Caselle al suo arrivo allo scalo torinese; dopo un'ispezione del bagaglio, gli inquirenti hanno rinvenuto due sacchetti con le foglie di cocaina
IVREA - Alpini, Giuseppe Franzoso è il nuovo presidente dell'Ana
IVREA - Alpini, Giuseppe Franzoso è il nuovo presidente dell
Paolo Querio continuerà ad essere direttore del giornale sezionale «Lo Scarpone Canavesano». Nel 2021 il centenario della sezione
RONCO CANAVESE - Il Francoprovenzale materia scolastica
RONCO CANAVESE - Il Francoprovenzale materia scolastica
Una novità per i sei alunni della pluriclasse della scuola elementare: una nuova materia curricolare il Francoprovenzale
CANAVESE - Il Ministero dell'Interno chiude i rubinetti: in difficoltà le associazioni che si occupano dei richiedenti asilo
CANAVESE - Il Ministero dell
Tra queste non fa eccezione la Mastropietro, la storica onlus di Cuorgnè che, dal 1984, si occupa di aiutare i più deboli. Sono circa nove mesi che dalla prefettura e dal consorzio Inrete non arriva il dovuto per i richiedenti asilo ospiti
RIVAROLO - Al Ciac il nuovo corso gratuito «Tecnico specializzato in Logistica integrata»
RIVAROLO - Al Ciac il nuovo corso gratuito «Tecnico specializzato in Logistica integrata»
Il corso del Ciac è l'unico di questo tipo realizzato sul territorio canavesano e risponde alle precise richieste delle aziende
SAN GIORGIO - Ricercato torna in Canavese per incontrare la madre e viene arrestato dai carabinieri
SAN GIORGIO - Ricercato torna in Canavese per incontrare la madre e viene arrestato dai carabinieri
L’attività informativa dei militari della stazione di Castellamonte ha permesso di fermare Fabio Borria, 46 anni, fino ad allora resosi irreperibile all’estero, mentre usciva dall’abitazione dell’anziana donna
SAN GIORGIO CANAVESE-LEINI - Due imprenditori arrestati dalla Guardia di Finanza per bancarotta fraudolenta
SAN GIORGIO CANAVESE-LEINI - Due imprenditori arrestati dalla Guardia di Finanza per bancarotta fraudolenta
Apparentemente nullatenenti ma dall'alto tenore di vita, agli arrestati è stato contestato di aver portato fraudolentemente alla bancarotta una società del Torinese operante nel settore dell'edilizia
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore