SPARONE - Dagli Emirati Arabi per comprare Calsazio

| Dopo l'annuncio su Ebay interesse da tutto il mondo. Lo annuncia l'Uncem Piemonte che chiede un piano alla Regione

+ Miei preferiti
SPARONE - Dagli Emirati Arabi per comprare Calsazio
A tre settimane dall’inserimento su Ebay dell’annuncio per la vendita di alcuni borghi alpini piemontesi, a partire da Calsazio, la piccola borgata di Sparone, continuano ad arrivare all’Uncem, mail e telefonate di richieste di informazioni. C’è chi chiede di poter volare sui borghi abbandonati in elicottero, chi le distanze dall’aeroporto, chi vuole porgetti e tavole, chi di fissare la data per un sopralluogo. 
 
Dagli Stati Uniti, dall’Australia, dagli Emirati Arabi, ma anche da Milano e Firenze. “Abbiamo avviato un’analisi delle tante mail arrivate – spiega Marco Bussone, coordinatore del programma Borghi alpini – si tratta di un lavoro complesso e non semplice. Ma è evidente che abbiamo visto giusto due anni fa a iniziare la mappatura dei borghi abbandonati o semispopolati. Anche se non fu possibile un’analisi scientifica vista l’assenza di risorse per il progetto, capimmo che non erano importanti le case e le baite singole, quanto i borghi, i gruppi di case, dalle cinque alle cinquanta, sui quali si può fare un piano complessivo di recupero e rivitalizzazione". 
 
“Sbaglia chi ha definito la vendita su Ebay una provocazione – prosegue Bussone – gravissimo errore anche dire che Calsazio non è vendibile visto che vi abitano alcune persone. Chi sostiene queste tesi non ha capito che il tema è serissimo e non riguarda solo Calsazio. Il fronte aperto è evidente: cosa facciamo di questo immenso patrimonio abbandonato, che arriva a comprendere oltre 5000 immobili nell’arco alpino piemontese? Quale strategia adottiamo per agevolare investimenti e recupero?”.
 
Domande che l’Uncem Piemonte riporta al centro di un dibattito piemontese e nazionale sulla Montagna e sulle “aree interne”, sul valore del recupero e sui modelli economici per territori troppo spesso considerati marginali. “Non possiamo agire da soli – spiega il presidente Lido Riba – e nel percorso di analisi, di contatto con potenziali investitori, dobbiamo stringere un patto operativo con la Regione. Sono certo che l’assessore Valmaggia potrà cogliere questa nostra proposta come volano per riportare con forza le politiche per la Montagna e per i piccoli Comuni al centro delle strategie regionali per lo sviluppo”.
 
Dopo l’approdo di Calsazio su Ebay è emerso anche un altro tema: cosa devono fare i Comuni, i soggetti pubblici, di fronte a investitori, a privati che recuperano e reinsediano attività economiche, a potenziali soggetti che richiedono piani di recupero di interi borghi? “Di certo il ruolo non è passivo – evidenzia Riba – Sarebbe drammatico relegare iniziative di privati che investono a questioni marginali per l’ente pubblico. Al contrario, gli investimenti devono essere agevolati, cercati e favoriti. Su questi e altri fronti, Uncem è pronta a fare la sua parte – evidenzia Riba –, a lavorare con Regione e altri soggetti istituzionali che vogliono invertire la pericolosa spirale dell’abbandono, trasformando i borghi fantasma in luoghi di vita, relazione, comunità, nuova economia”.
Cronaca
BORGOFRANCO D'IVREA - Uomo precipita da un muretto: salvato dal soccorso alpino - VIDEO
BORGOFRANCO D
Provvidenziale intervento, ieri mattina, per i tecnici della stazione di Ivrea del soccorso alpino che hanno gestito con grande preparazione e competenza un intervento complesso nella zona di Borgofranco. Il ferito elitrasportato al Cto
SICUREZZA - A Porta Susa i 110 anni della Polizia Ferroviaria
Stare in mezzo alla gente, sui treni e nelle stazioni, costituisce uno dei tratti distintivi della quotidianità di questa specialità della Polizia di Stato
SOLIDARIETA' - L'abbigliamento sequestrato dalla Finanza donato al Cottolengo
SOLIDARIETA
Sono oltre 3000 capi di abbigliamento sottratti al mercato della contraffazione nel corso di una recente operazione
MAPPANO - Incendio nella notte: distrutti bidoni e un'auto - FOTO
MAPPANO - Incendio nella notte: distrutti bidoni e un
Le fiamme hanno completamente distrutto diversi bidoni della raccolta indifferenziata oltre a una Hyundai parcheggiata
RIVAROLO CANAVESE - Scontro nella notte tra auto e motocicletta: due ragazzi feriti
RIVAROLO CANAVESE - Scontro nella notte tra auto e motocicletta: due ragazzi feriti
La dinamica dello schianto, avvenuto intorno a mezzanotte e mezza, è al vaglio dei carabinieri di Rivarolo Canavese. In zona c'era anche una fastidiosa nebbia che, forse, ha influito su quanto accaduto
RIVAROLO - Doppio tamponamento sul ponte dell'Orco
RIVAROLO - Doppio tamponamento sul ponte dell
Gli incidenti hanno provocato ulteriori code in ingresso a Rivarolo con il traffico congestionato per circa un'ora
LUSIGLIE' - Cade con lo scooter nel canale: un ferito - FOTO e VIDEO
LUSIGLIE
L'uomo è stato immediatamente soccorso dal personale del 118 e dai Vigili del fuoco. Poi è stato trasportato in ospedale
SALUTE - In Canavese si torna a coltivare la canapa sativa
SALUTE - In Canavese si torna a coltivare la canapa sativa
Fino a sabato 28 ottobre sarà possibile visitare all’Accademia Pictor di Torino la mostra-evento «L'ambiente è salute»
IVREA - Bambini e ragazzi a teatro con la tradizionale rassegna
IVREA - Bambini e ragazzi a teatro con la tradizionale rassegna
La novità di questa stagione con la differenziazione degli abbonamenti migliora la già ricca e varia offerta culturale
CALUSO-RIVARA - Ancora incidenti stradali: due ragazzine ferite
CALUSO-RIVARA - Ancora incidenti stradali: due ragazzine ferite
Serie di incidenti stradali, questa sera, in diversi Comuni del Canavese. Il più grave a Caluso sulla Sp53, intorno alle ore 19
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore