TERRORE A BRUXELLES - «Sono salvo perché ero in ritardo. E' un miracolo poterlo raccontare»

| Parla Graziano Colacicco, 32 anni, ex assessore al bilancio del Comune di Favria e membro della giunta Filiberto a Feletto, che martedì mattina era a Bruxelles quando i terroristi dell'Isis hanno seminato morte e distruzione

+ Miei preferiti
TERRORE A BRUXELLES - «Sono salvo perché ero in ritardo. E un miracolo poterlo raccontare»
Ha visto la morte in faccia, Graziano Colacicco, 32 anni, ex assessore al bilancio del Comune di Favria e membro della giunta Filiberto a Feletto, suo paese di residenza. Colacicco, arbitro di calcio della sezione Aia di Ivrea, martedì mattina era a Bruxelles quando sono esplose le bombe nella metropolitana. Stava scendendo da un pullman proprio di fronte alla fermata di Maalbeck  quando un boato ha fatto piombare la città belga nel caos. Poco prima, in aeroporto, due terroristi dell’Isis si erano appena fatti esplodere nella hall principale, seminando morte e devastazione.

«Ero in ritardo perché il bus è rimasto bloccato nel traffico – racconta – ed è un bene perché se fossi stato in orario, probabilmente mi sarei trovato dentro la stazione della metropolitana. Questione di minuti. Subito dopo il botto, appena sceso dal pullman, ho visto la gente che correva via. C’erano vetri in frantumi dappertutto, persone che urlavano disperate. Credo di aver sentito anche degli spari. Vedevo la gente uscire dalla stazione della metropolitana a ondate. A quel punto ho iniziato a correre». Colacicco da dicembre lavora al Parlamento europeo come assistente dell'onorevole Gianluca Buonanno (dopo una precedente esperienza a Bruxelles con l’ex sindaco di Rivarolo Canavese, Fabrizio Bertot).

Martedì mattina stava andando proprio negli uffici del parlamento. A causa del ritardo è rimasto imbottigliato nel traffico: in teoria sarebbe dovuto scendere per prendere la metro proprio dalla stazione di Maalbeck. «Non avevo ancora saputo delle esplosioni in aeroporto - racconta – quindi non potevo nemmeno immaginare quello che stava succedendo in città. Nessuno di quelli che erano con me sul pullman sapeva che cosa stava accadendo. E’ stato incredibile. Grazie a Dio mi è andata bene. Me la sono cavata senza nemmeno un graffio. Il pensiero va a tutti quelli che, purtroppo, non ce l’hanno fatta». Solo dopo ore il 32enne si è reso conto dell’accaduto. Dopo una corsa di diversi chilometri, Colacicco ha dovuto affidarsi alle cure degli infermieri del parlamento europeo.

«Ero sconvolto. Mi hanno dato un calmante perché sono arrivato in stato di shock. Solo verso le due del pomeriggio i medici mi hanno lasciato andare». Il felettese, nella tarda mattinata di martedì, seppur sdraiato su un letto dell’infermeria del Parlamento europeo è riuscito a scattarsi un “selfie” e a pubblicarlo su Facebook. In questo modo ha immediatamente raggiunto centinaia di amici che, ovviamente, si stavano chiedendo se stesse bene. «Sono corso via come una lepre ed ora sono un po' sotto stress, sto bene e ringrazio di cuore uno ad uno chi mi ha spedito messaggi» ha scritto Colacicco su Facebook, tranquillizzando, ovviamente, anche i famigliari. «E’ un miracolo poterlo raccontare – aggiunge – quando realizzi li scenario di morte e distruzione che hanno lasciato questi attentati puoi solo ringraziare di essere ancora vivo».

Cronaca
CUORGNE' - Aggredisce i carabinieri all'ingresso del Torneo di Maggio: ragazzo di Castellamonte arrestato
CUORGNE
Attimi di tensione, ieri, al Torneo di Maggio di Cuorgnè, dove è andata in scena la serata clou della rievocazione storica dedicata a Re Arduino. Altre tre persone sono state allontanate dal centro in stato di ubriachezza
IVREA - Aperto il bando per l'edizione 2019 di «Ivrea in Musica»
IVREA - Aperto il bando per l
In passato, migliaia hanno invaso le vie e le piazze eporediesi ed hanno inviato migliaia di cartoline voto per eleggere l'artista
RIVAROLO - Grande successo per la mostra curata dall'Unitre
RIVAROLO - Grande successo per la mostra curata dall
Protagonista la scultura in legno: «Luci e ombre del legno», prima monografica di sempre dedicata a Giovanni Burdese
AUTOSTRADA A5 - Partiti i lavori di messa in sicurezza del viadotto
AUTOSTRADA A5 - Partiti i lavori di messa in sicurezza del viadotto
I lavori consistono in interventi di manutenzione delle barriere stradali dello scavalco, con rifacimento cordolature in cemento
GIRO D'ITALIA - Task force dei soccorsi per la sicurezza di tutti
GIRO D
Le associazioni Anpas del Canavese organizzano l'assistenza nei Comuni di Locana, Noasca e Ceresole e di tutta la valle Orco
IVREA - Lo Storico Carnevale di Ivrea alla Tate Modern di Londra
IVREA - Lo Storico Carnevale di Ivrea alla Tate Modern di Londra
Grazie al libro La leggenda di Violetta, scritto da Andrea Capello. L'elaborato verrà esposto per la fiera del libro OffPrints
SANITA' - Incentivi ai medici che vanno a lavorare nei piccoli Comuni o in montagna: via libera del Governo
SANITA
Il provvedimento è contenuto nel decreto Calabria, la cui conversione è in questi giorni all'esame del Parlamento. Il testo prevede modalità e forme di incentivo per i medici di famiglia inseriti nelle graduatorie per garantire il servizio
BORGARO - Pitbull morde in faccia un bimbo della scuola materna
BORGARO - Pitbull morde in faccia un bimbo della scuola materna
Il piccolo è stato poi portato all'ospedale di Ciriè, dove è stato dimesso nel tardo pomeriggio con una prognosi di 15 giorni
CASTELLAMONTE - La scuola ha ricordato Alessandro Chiantaretto
CASTELLAMONTE - La scuola ha ricordato Alessandro Chiantaretto
Il capogruppo degli Alpini, molto attivo in città, è scomparso improvvisamente a metà marzo. Seguiva anche l'orto scolastico
CASTELLAMONTE - La «Maliarosa» fa bella mostra di sè in vetrina - FOTO
CASTELLAMONTE - La «Maliarosa» fa bella mostra di sè in vetrina - FOTO
Si trova all'interno della pasticceria Pan Belmonte di Castellamonte, proprio di fronte al municipio della città della ceramica
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore