TERRORE IN PIAZZA SAN CARLO - 1000 feriti: bimbo in coma. Un petardo ha scatenato il panico

| «Sono scossa per quanto successo in piazza San Carlo a Torino e vicina a tutte le persone coinvolte. Monitoriamo la situazione minuto per minuto» ha scritto il sindaco Chiara Appendino. Fratelli d'Italia ne chiede già le dimissioni

+ Miei preferiti
TERRORE IN PIAZZA SAN CARLO - 1000 feriti: bimbo in coma. Un petardo ha scatenato il panico
Il sistema Attività Emergenza della Croce Rossa è intervenuto nella maxi emergenza avvenuta in piazza San Carlo a Torino a seguito di una situazione di panico generale. Panico che sarebbe stato scatenato da un petardo. Sul campo decine di ambulanze e pulmini, Operatori specializzati nelle Attività Emergenza, allestito un Punto di Primo Soccorso in Piazza Castello è un Posto di Comando Avanzato con Operatori specializzati nelle Telecomunicazioni, il tutto gestito dalla Sala Operativa Provinciale CRI appositamente aperta per l'occasione, sul posto anche due Coordinatori insieme al Delegato Provinciale e al Vicario Provinciale Attività Emergenza. Sono state assistite in piazza 255 persone. Oltre mille i feriti poi trasportati negli ospedali di Torino e provincia. Il più grave è un bimbi di sette anni: è in coma al Regina Margherita.
 
«Sono scossa per quanto successo in piazza San Carlo a Torino e vicina a tutte le persone coinvolte. Monitoriamo la situazione minuto per minuto» ha scritto il sindaco Chiara Appendino. Il centrodestra va all'attacco. «Esprimiamo la massima vicinanza ai tifosi juventini feriti di ieri sera e alle loro famiglie, con i migliori auguri di pronta guarigione: abbiamo istituito in Comune di Torino la giornata commemorativa della tragedia dell'Heysel già da cinque anni, ma evidentemente ricordare non basta», affermano Augusta Montaruli, Esecutivo Nazionale FDI-AN, e Maurizio Marrone, Consigliere Regionale FDI-AN del Piemonte.
 
Che aggiungono: «Dopo aver pensato alle cure dei feriti, sarà necessario individuare i responsabili delle pesanti falle nella gestione dell'ordine pubblico e nell'applicazione dei regolamenti, a partire dalla presenza illecita di migliaia di bottiglie di vetro in vendita in piazza fino all'approntamento delle vie di fuga, altrimenti scempi simili potranno potenzialmente ripetersi a Torino in ogni evento di massa: perché, ad esempio, i civich non hanno fermato le decine di venditori abusivi di bottiglie, mentre i tifosi venivano perquisiti? Mai a Torino era successo qualcosa di simile nonostante migliaia di grandi eventi a cui abbiamo assistito senza la paura di tornare a casa feriti o ancora peggio. Appendino si dimetta».
 
Alle 10.30 è prevista una conferenza stampa in prefettura per fare il punto della situazione.
Galleria fotografica
TERRORE IN PIAZZA SAN CARLO - 1000 feriti: bimbo in coma. Un petardo ha scatenato il panico - immagine 1
TERRORE IN PIAZZA SAN CARLO - 1000 feriti: bimbo in coma. Un petardo ha scatenato il panico - immagine 2
TERRORE IN PIAZZA SAN CARLO - 1000 feriti: bimbo in coma. Un petardo ha scatenato il panico - immagine 3
TERRORE IN PIAZZA SAN CARLO - 1000 feriti: bimbo in coma. Un petardo ha scatenato il panico - immagine 4
TERRORE IN PIAZZA SAN CARLO - 1000 feriti: bimbo in coma. Un petardo ha scatenato il panico - immagine 5
TERRORE IN PIAZZA SAN CARLO - 1000 feriti: bimbo in coma. Un petardo ha scatenato il panico - immagine 6
TERRORE IN PIAZZA SAN CARLO - 1000 feriti: bimbo in coma. Un petardo ha scatenato il panico - immagine 7
TERRORE IN PIAZZA SAN CARLO - 1000 feriti: bimbo in coma. Un petardo ha scatenato il panico - immagine 8
Cronaca
RONCO CANAVESE - Il Francoprovenzale materia scolastica
RONCO CANAVESE - Il Francoprovenzale materia scolastica
Una novità per i sei alunni della pluriclasse della scuola elementare: una nuova materia curricolare il Francoprovenzale
CANAVESE - Il Ministero dell'Interno chiude i rubinetti: in difficoltà le associazioni che si occupano dei richiedenti asilo
CANAVESE - Il Ministero dell
Tra queste non fa eccezione la Mastropietro, la storica onlus di Cuorgnè che, dal 1984, si occupa di aiutare i più deboli. Sono circa nove mesi che dalla prefettura e dal consorzio Inrete non arriva il dovuto per i richiedenti asilo ospiti
RIVAROLO - Al Ciac il nuovo corso gratuito «Tecnico specializzato in Logistica integrata»
RIVAROLO - Al Ciac il nuovo corso gratuito «Tecnico specializzato in Logistica integrata»
Il corso del Ciac è l'unico di questo tipo realizzato sul territorio canavesano e risponde alle precise richieste delle aziende
SAN GIORGIO - Ricercato torna in Canavese per incontrare la madre e viene arrestato dai carabinieri
SAN GIORGIO - Ricercato torna in Canavese per incontrare la madre e viene arrestato dai carabinieri
L’attività informativa dei militari della stazione di Castellamonte ha permesso di fermare Fabio Borria, 46 anni, fino ad allora resosi irreperibile all’estero, mentre usciva dall’abitazione dell’anziana donna
SAN GIORGIO CANAVESE-LEINI - Due imprenditori arrestati dalla Guardia di Finanza per bancarotta fraudolenta
SAN GIORGIO CANAVESE-LEINI - Due imprenditori arrestati dalla Guardia di Finanza per bancarotta fraudolenta
Apparentemente nullatenenti ma dall'alto tenore di vita, agli arrestati è stato contestato di aver portato fraudolentemente alla bancarotta una società del Torinese operante nel settore dell'edilizia
CALUSO-VISCHE-MAZZE' - Nuova raffica di furti nelle case della zona
CALUSO-VISCHE-MAZZE
I malviventi hanno agito soprattutto di notte ma, in alcuni casi, hanno preferito razziare gli alloggi anche nel tardo pomeriggio
IVREA - Il vescovo in palestra per conoscere i corsi di difesa personale
IVREA - Il vescovo in palestra per conoscere i corsi di difesa personale
Ha voluto conoscere di persona l'attività svolta con i giovani, con la boxe utilizzata come strumento di difesa personale
PAVONE-MERCENASCO - Lavori in corso, chiudono due strade provinciali
PAVONE-MERCENASCO - Lavori in corso, chiudono due strade provinciali
Il servizio viabilità della Città metropolitana di Torino informa di alcune limitazioni al traffico sulle strade del Canavese a seguito di due cantieri
OZEGNA - Il commosso addio a nonna Olga: aveva 107 anni
OZEGNA - Il commosso addio a nonna Olga: aveva 107 anni
Nonna Olga, nata in Francia ma originaria del Canavese, iniziò a lavorare ad appena undici anni nel lanificio di Castellamonte
FAVRIA - L'addio della comunità a Giovanni Cena
FAVRIA - L
I funerali avranno luogo in Favria venerdì 22 alle 10 nella chiesa parrocchiale del paese. Veglia di preghiera nella stessa chiesa giovedì 21 alle 20.30
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore