TORINO E CANAVESE - Furti e droga: dodici arresti. Trovati dieci chili di droga a Bosconero - I NOMI DELLA BANDA

| Indagine congiunta di polizia e carabinieri. Le indagini hanno preso spunto a seguito degli arresti dei personaggi coinvolti nell’operazione «Fast Juliet», avvenuti nei mesi di aprile, maggio e giugno. Perquisizioni anche in diversi Comuni

+ Miei preferiti
TORINO E CANAVESE - Furti e droga: dodici arresti. Trovati dieci chili di droga a Bosconero - I NOMI DELLA BANDA
Si erano contraddistinti nei mesi scorsi per una serie di “spaccate” ai danni di esercizi commerciali di varia natura ubicati nell’area metropolitana torinese. Le indagini hanno preso spunto a seguito degli arresti dei personaggi coinvolti nell’operazione “Fast Juliet”, avvenuti nei mesi di aprile, maggio e giugno, permettendo di accertare che uno degli arrestati, oltre a rendersi responsabile di svariati furti con il sodalizio criminale che agiva a bordo delle Alfa Romeo Giulietta, era coinvolto nei traffici posti in essere da una altro gruppo criminale, che invece agiva usando autocarri rubati.

L’attività investigativa condotta dalla Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polizia Stradale di Torino e dal Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Rivoli, e coordinata da pm Andrea Padalino della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino, consentiva di arrivare all’individuazione 17 persone, deferite all'autorità giudiziaria in stato di libertà poiché ritenute responsabili di furto aggravato e di ricettazione in relazione a complessivi 6 episodi correlati al furto di merce, attrezzature, veicoli, rame e gasolio perpetrati in ore notturne all’interno di aziende ubicate nelle province di Torino, Biella e Cuneo. Così, a conclusione dell’attività di indagine, il gip del tribunale di Torino emetteva una ordinanza di custodia cautelare a carico di 10 persone che veniva eseguita nella giornata di giovedì 23 novembre.
 
Si tratta in particolare di
1. BARJOVEANU Alexandru Cristian, nato a Bacau (Romania) il 24.03.1982,
2. COJOCARI Iulian, nato in Moldavia l’01.08.1997,
3. CORAI Vitalie, nato a Chisinau (Moldavia) il 29.08.1987,  
4. DOROFTEI Sorin, nato a Bacau (Romania) il 25.10.1975,
5. GHINDA Alexandru, nato in Moldavia il 14.11.1988,
6. GITIN Bogdan, nato a Bacau (Romania) il 09.08.1986,
7. MUNTEANU OVIDIU VASILE, nato in Romania il 19.6.1980,
8. NEGARA Dinu, nato in Moldavia il 31.05.1985,
9. TOMASCIUC Marian Cristian,  nato in Romania il 24.08.1987

Non è stato ancora possibile procedere alla cattura di un altro componente perché all’estero. Contestualmente all’esecuzione dei provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria, venivano eseguite le relative perquisizioni nel corso delle quali veniva rinvenuto e sequestrato materiale riconducibile all’attività delittuosa tra cui tre veicoli di provenienza illecita, televisori, bottiglie di vino, ricambi auto, abbigliamento per motociclisti  ed altro materiale  risultato di provenienza furtiva. Veniva inoltre sequestrata l’attrezzatura atta allo scasso, pompe, taniche e tubi utilizzati per i furti di gasolio. Proprio nel corso di una perquisizione eseguita a Bosconero, presso una cantina adiacente all’abitazione di uno degli arrestati, venivano sequestrati, tra le altre cose, degli  involucri in cellophane  sottovuoto da circa 250 grammi cadauno contenenti sostanza stupefacente risultata essere marijuana per un peso complessivo di circa 10 chili rinvenuti  all’interno di due valige.

Per tali motivi le persone di seguito indicate venivano tratte in arresto per detenzione di sostanze stupefacenti
CUNSOLO Adriano, nato a Pietraperzia (EN) IL 24.3.1984
CUNSOLO Angelo, nato a Pietraperzia (EN) IL 29.7.1970

Ma le sorprese non erano finite. Una delle persone da catturare infatti, TOMASCIUC Marian Cristian, al fine di eludere la cattura, esibiva molteplici documenti falsi e riconducibili a diverse persone realmente esistenze. Tuttavia gli accertamenti immediatamente effettuati, anche in ambito internazionale, permettevano di far emergere che TOMASIUC Marian Cristian in realtà si identificava per COZMICIUC Catalin Stefan, nato il 02/07/1988 a Suceava (Romania), destinatario di un mandato di arresto europeo in ordine ai reati di furto aggravato, contraffazioni e frodi emesso nel 2013 dal Tribunale di Radauti (Romania) dovendo scontare una pena di 4 anni di reclusione. Con l'ausilio dei cinofili sono state effettuate diverse perquisizioni in case e terreni di diversi Comuni della zona a partire da Rivarolo Canavese.

Video
Cronaca
FAVRIA - Tamponamento a catena tra quattro autovetture - FOTO
FAVRIA - Tamponamento a catena tra quattro autovetture - FOTO
Dopo i due incidenti sulla provinciale 53, questa sera intorno alle 18 si è verificato un tamponamento a catena anche sulla favriasca
BARONE - Esce di strada e si ribalta: ferita una donna - FOTO
BARONE - Esce di strada e si ribalta: ferita una donna - FOTO
La donna al volante è stata estratta dalle lamiere grazie al pronto intervento dei vigili del fuoco di Ivrea. Dinamica da accertare
CHIAVERANO - Vandali in azione: il Comune chiede aiuto ai genitori
CHIAVERANO - Vandali in azione: il Comune chiede aiuto ai genitori
Il sindaco si appella alle famiglie: «Altrimenti saremo costretti a sanzioni amministrative, denunce e richieste di risarcimento»
SAN GIUSTO CANAVESE - Sbatte contro lo spartitraffico e finisce nella rotonda: ferito un uomo di Alpette
SAN GIUSTO CANAVESE - Sbatte contro lo spartitraffico e finisce nella rotonda: ferito un uomo di Alpette
Incidente stradale, oggi pomeriggio, lungo la provinciale 53. Al confine tra San Giorgio e San Giusto, quasi di fronte all'ex Pininfarina, un uomo ha «parcheggiato» la propria vettura direttamente sulla rotonda...
LAVORO - A Brandizzo ha aperto il nuovo centro di Amazon - VIDEO
LAVORO - A Brandizzo ha aperto il nuovo centro di Amazon - VIDEO
Da ieri mattina è pienamente operativo il nuovissimo centro di smistamento di Amazon, aperto da circa tre settimane
MONTANARO - Troppi batteri nell'acqua: a scuola solo bottigliette
MONTANARO - Troppi batteri nell
Secondo le analisi Asl, nell'acqua dei rubinetti sono stati trovati dei valori di batteri leggermente superiori al consentito
CUORGNE' - Pensionato sprint coltiva marijuana nel suo terreno
CUORGNE
I carabinieri hanno scoperto cinque piante di cannabis e 250 grammi di foglie di marijuana già essiccate. 65enne denunciato
IVREA - Violenza sessuale in classe: maestro elementare assolto
IVREA - Violenza sessuale in classe: maestro elementare assolto
Per il collegio giudicante non erano sufficienti le prove dell'accusa che aveva chiesto una condanna a 4 anni di reclusione
LOMBARDORE-LEINI - Lavori sulla 460: code e disagi per il semaforo
LOMBARDORE-LEINI - Lavori sulla 460: code e disagi per il semaforo
«I lavori dureranno pochi giorni senza necessità di chiudere la strada al traffico», conferma il consigliere Antonino Iaria
CHIVASSO - Anziana con fratture in casa di riposo: indagano i Nas
CHIVASSO - Anziana con fratture in casa di riposo: indagano i Nas
Secondo il referto dei medici dell'ospedale di Chivasso le ferite potrebbero essere state causate da un evento traumatico
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore