TORINO - Gli ingegneri del Canavese al compleanno della Foit

| Il teatro Alfieri di Torino ha registrato giovedì 17 novembre il tutto esaurito per la spettacolo “L’uomo che pesò il mondo”

+ Miei preferiti
TORINO - Gli ingegneri del Canavese al compleanno della Foit
Il teatro Alfieri di Torino ha registrato giovedì 17 novembre il tutto esaurito per la spettacolo “L’uomo che pesò il mondo”, scritto e diretto da Katia Capato e Joseph Scicluna, organizzato dalla Fondazione dell’Ordine degli Ingegneri di Torino, meglio conosciuta nell’ambiente come la FOIT, per festeggiare il suo quindicesimo compleanno. La bravissima Capato ha interpretato una serie di personaggi stravaganti e affascinanti nello stesso tempo, da Henry Cavendish a Giovanni Keplero a Isaac Newton. Stravaganti perché, come tutti noi, pieni di manie e paure ma anche e soprattutto affascinanti perché ciascuno di loro, appoggiandosi sulle spalle dei predecessori hanno compiuto studi e scoperte che ci hanno condotto a tutto quello che ci circonda, inclusi i satelliti che ci permettono di vedere i programmi televisivi dell’altra parte del mondo, a prevedere il tempo che ci sarà domani.
 
La FOIT, guidata dal suo Presidente e dal direttivo, ente che si occupa di fornire strumenti e percorsi formativi per la crescita professionale, ha deciso di raccontare i suoi primi 15 anni proprio attraverso uno spettacolo che parlasse di scienziati, cioè di persone capaci di incantarsi di fronte alla bellezza della realtà e desiderose di comprenderla, fino a misurarla o calcolarla. Cavendish nel 1810 per primo riuscì a trovare un metodo sperimentale per calcolare la massa della terra. Lo scienziato scozzese usò gli strumenti a sua disposizione: le scoperte di Newton e quelle di Brahe, le intuizioni di Keplero e quelle di Newton. Cavendish usò anche strumenti, la bilancia a torsione, per i suoi esperimenti. Anche la FOIT fornisce ai suoi associati lo strumento principale per chiunque voglia conoscere e capire ciò che ci circonda: la conoscenza. In questi 15 anni sono state fornite migliaia di ore di formazione attraverso corsi e seminari, che hanno permesso agli iscritti all’Ordine degli Ingegneri di Torino, ma non solo, ad Architetti, Periti Industriali, Geometri e professionisti dei settori tecnici, di approfondire il loro sapere al fine di fornire alla società prodotti e servizi più efficienti, efficaci e soprattutto sicuri.
 
Come possiamo non ricordare tutti gli ingegneri – molti di loro facenti parte dei Vigili del Fuoco, dell’Esercito o dei Gruppi di Protezione Civile - che in questo momento si stanno prodigando nel Centro Italia, così duramente colpito dal terremoto, per mettere in sicurezza stabili pubblici e privati, chiese e gli altri tesori che rendono il nostro paese tra i più belli del mondo. Tra le centinaia di persone nel teatro torinese erano presenti anche molti canavesani che fanno riferimento all’Associazione Ingegneri Canavese, fondata due anni fa da Fabrizia Giordano.
 
Proprio in questo periodo l’Associazione sta lavorando a stretto raccordo con la Fondazione organizzando per fine novembre,  a Rivarolo, un corso applicativo sul nuovo codice di prevenzione incendi tenuto dall’ing. Ferito, funzionario del Corpo dei Vigili del Fuoco, valido sia per la formazione degli ingegneri e dei cosiddetti Responsabili per la sicurezza e la prevenzione che per tutti coloro che si occupano di tematiche antincendio. (P.r.)
Cronaca
PONT CANAVESE - Lo straziante addio a Simone e Raffaele: tutto il paese ha salutato i due ragazzi - VIDEO
PONT CANAVESE - Lo straziante addio a Simone e Raffaele: tutto il paese ha salutato i due ragazzi - VIDEO
Più di 1500 persone in chiesa per l'ultimo saluto ai due ragazzi che hanno perso la vita la scorsa settimana a seguito di un drammatico incidente stradale sulla 460. L'intero paese, ancora sconvolto, si è stretto al dolore delle famiglie
CASTELLAMONTE - Vandali idioti devastano un'opera artistica di Brenno Pesci - FOTO
CASTELLAMONTE - Vandali idioti devastano un
Installata da oltre una decina di anni all'interno del giardinetto dei donatori di sangue, l'opera di Pesci (che è stato appena eletto presidente dell'associazione locale dei ceramisti) era già stata devastata dai vandali nel 2014
CASTELLAMONTE - Incidente stradale, auto giù nella scarpata - VIDEO
CASTELLAMONTE - Incidente stradale, auto giù nella scarpata - VIDEO
Il conducente, un pensionato residente a Borgiallo, è riuscito ad uscire dal mezzo incidentato e a chiamare i soccorsi
CHIVASSO - E' tempo di Carnevalone: domenica la grande sfilata - FOTO
CHIVASSO - E
Camilla Avanzato e Piergiacomo Verga sono «La Bela Tolera» e «L'Abbà», i due personaggi principali del Carnevale chivassese
MOTO - Apre il nuovo salone BMW Motorrad Autocrocetta
MOTO - Apre il nuovo salone BMW Motorrad Autocrocetta
Appuntamento sabato 17 febbraio in concomitanza dell'inizio della BMW Motorrad Connected Season
MAZZE' - Ora l'elisoccorso del 118 atterra anche nelle ore notturne
MAZZE
Inaugurata, nel campo sportivo di Tonengo, una nuova area attrezzata per il volo notturno del servizio di elisoccorso 118
CASTELLAMONTE - La Mostra della Ceramica si farà anche nel 2018 e avrà un sapore internazionale
CASTELLAMONTE - La Mostra della Ceramica si farà anche nel 2018 e avrà un sapore internazionale
A Palazzo Antonelli si son portati avanti col lavoro proponendo un bando internazionale riservato agli artisti della ceramica di tutto il mondo. Le loro opere saranno il cuore pulsante della nuova edizione della Mostra, la numero 58
IVREA - Dimessa dall'ospedale, muore dopo quattro giorni: nessuna responsabilità dei medici
IVREA - Dimessa dall
E' stata archiviata la posizione dei quattro medici del pronto soccorso di Ivrea che vennero indagati dalla procura eporediese per omicidio colposo in merito al decesso di Daniela Golfrè Andreasi, 58 anni, maestra della materna di Azeglio
IVREA - Gli studenti di veterinaria hanno «sorvegliato» i cavalli
IVREA - Gli studenti di veterinaria hanno «sorvegliato» i cavalli
Anche per l'edizione 2018 gli studenti hanno avuto la possibilità di integrarsi nello staff operativo dello Storico Carnevale
BRANDIZZO - Sequestrate 300 piante di marijuana abbandonate
BRANDIZZO - Sequestrate 300 piante di marijuana abbandonate
Le piante sono state recuperate giovedì in un campo di via Braida dalla polizia municipale durante i controlli sul territorio
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore