TRAGEDIA A CALUSO - Legambiente: «Grande dolore e rabbia per una tragedia evitabile» - FOTO

| «Sono 30 anni - ricorda l'associazione dei pendolari - che gli enti interessati discutono un progetto per eliminare il passaggio a livello di Arè. Come troppo spesso accade in questo sfortunato Paese, i progetti rimangono sulla carta»

+ Miei preferiti
TRAGEDIA A CALUSO - Legambiente: «Grande dolore e rabbia per una tragedia evitabile» - FOTO
«Grande dolore e rabbia. Dopo l’incidente di questa notte a Caluso il nostro primo pensiero e la nostra vicinanza va a chi ha perso i suoi cari in una tragedia evitabile. Ci teniamo anche a rivolgere un augurio di pronta guarigione ai diversi feriti. Evidentemente sarà la magistratura nelle prossime ore a fare piena luce su quanto accaduto ma non possiamo non ricordare che da anni, insieme all’associazione locale dei pendolari, cerchiamo di accendere i riflettori sulle condizioni inadeguate della linea ferroviaria Chivasso-Ivrea-Aosta. Una linea che da decenni necessita di interventi per la riduzione del numero dei passaggi a livello, ma anche volti all’elettrificazione della tratta Chivasso-Aosta e il raddoppio dei binari». Così Fabio Dovana, presidente di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta, sull’incidente ferroviario avvenuto ieri notte a Caluso, in località Arè.

Legambiente fa suo il commento a caldo dell’Associazione utenti ferrovia Chivasso-Ivrea-Aosta che ricorda come il passaggio a livello di Caluso sia stato «teatro negli anni di numerosi (troppi!) incidenti che solo per puro caso già in precedenza non avevano avuto risvolti drammatici».

«Quindi tutti sapevano che, insieme con il passaggio a livello di Cerone, era il più pericoloso delle decine di passaggi a livello che ancora esistono sulla linea ferroviaria Torino-Aosta, in particolare nella parte piemontese della linea. L'Associazione Utenti per decenni ha sollevato con forza il problema della eliminazione dei passaggi a livello, che non solo costituiscono un elemento di perturbazione del traffico ferroviario (come tutte le cose fatte dall'uomo, sono soggetti a guasti) ma soprattutto rappresentano un elemento di pericolo sia per gli occupanti del treno che per gli utenti delle strade».

«Sono almeno 30 anni - ricorda ancora l’associazione dei pendolari - che gli enti interessati" (RFI, Provincia di Torino, ANAS, Regione Piemonte, Comune di Caluso) discutono e approntano un progetto per eliminare il passaggio a livello di Arè, o meglio, per realizzare una circonvallazione della località di Arè e quindi deviare il traffico automobilistico della statale 26 fuori dall'abitato. Nel progetto era previsto ovviamente anche la sostituzione del passaggio a livello con un cavalcavia. Come troppo spesso accade in questo sfortunato Paese, i progetti rimangono sulla carta o perché non ci si mette d'accordo sui progetti, o perché quando c'è l'accordo non ci sono più i soldi, o perché cambiano gli Enti titolari, o perché gli infiniti inghippi della burocrazia italica hanno comunque la meglio sulla volontà degli individui. Probabilmente l'incidente provocherà finalmente un’accelerazione per la messa in opera del progetto, e ovviamente ce lo auguriamo. Ma è sempre terribile constatare che ci devono essere delle catastrofi perché i responsabili prendano le decisioni».

Galleria fotografica
TRAGEDIA A CALUSO - Legambiente: «Grande dolore e rabbia per una tragedia evitabile» - FOTO - immagine 1
TRAGEDIA A CALUSO - Legambiente: «Grande dolore e rabbia per una tragedia evitabile» - FOTO - immagine 2
TRAGEDIA A CALUSO - Legambiente: «Grande dolore e rabbia per una tragedia evitabile» - FOTO - immagine 3
TRAGEDIA A CALUSO - Legambiente: «Grande dolore e rabbia per una tragedia evitabile» - FOTO - immagine 4
TRAGEDIA A CALUSO - Legambiente: «Grande dolore e rabbia per una tragedia evitabile» - FOTO - immagine 5
TRAGEDIA A CALUSO - Legambiente: «Grande dolore e rabbia per una tragedia evitabile» - FOTO - immagine 6
TRAGEDIA A CALUSO - Legambiente: «Grande dolore e rabbia per una tragedia evitabile» - FOTO - immagine 7
TRAGEDIA A CALUSO - Legambiente: «Grande dolore e rabbia per una tragedia evitabile» - FOTO - immagine 8
TRAGEDIA A CALUSO - Legambiente: «Grande dolore e rabbia per una tragedia evitabile» - FOTO - immagine 9
TRAGEDIA A CALUSO - Legambiente: «Grande dolore e rabbia per una tragedia evitabile» - FOTO - immagine 10
TRAGEDIA A CALUSO - Legambiente: «Grande dolore e rabbia per una tragedia evitabile» - FOTO - immagine 11
TRAGEDIA A CALUSO - Legambiente: «Grande dolore e rabbia per una tragedia evitabile» - FOTO - immagine 12
TRAGEDIA A CALUSO - Legambiente: «Grande dolore e rabbia per una tragedia evitabile» - FOTO - immagine 13
TRAGEDIA A CALUSO - Legambiente: «Grande dolore e rabbia per una tragedia evitabile» - FOTO - immagine 14
TRAGEDIA A CALUSO - Legambiente: «Grande dolore e rabbia per una tragedia evitabile» - FOTO - immagine 15
TRAGEDIA A CALUSO - Legambiente: «Grande dolore e rabbia per una tragedia evitabile» - FOTO - immagine 16
TRAGEDIA A CALUSO - Legambiente: «Grande dolore e rabbia per una tragedia evitabile» - FOTO - immagine 17
TRAGEDIA A CALUSO - Legambiente: «Grande dolore e rabbia per una tragedia evitabile» - FOTO - immagine 18
Cronaca
DUE MORTI SULLA 460 A LEINI - Le vittime sono una ragazza di 23 anni di Alice Superiore e un uomo di Rivarolo Canavese - FOTO e VIDEO
DUE MORTI SULLA 460 A LEINI - Le vittime sono una ragazza di 23 anni di Alice Superiore e un uomo di Rivarolo Canavese - FOTO e VIDEO
E' di due morti e quattro feriti il drammatico bilancio dello scontro avvenuto oggi, intorno alle 15.30, sulla ex statale 460 del Gran Paradiso. Tra gli svincoli di Leini si sono scontrate una Fiat 500, un'Alfa Romeo 156 e una Passat
TRAGEDIA SULLA 460 A LEINÌ - Incidente mortale con tre auto coinvolte: due automobilisti deceduti - FOTO
TRAGEDIA SULLA 460 A LEINÌ - Incidente mortale con tre auto coinvolte: due automobilisti deceduti - FOTO
Terribile incidente stradale lungo la ex Statale 460 del Gran Paradiso tra Leini e Lombardore. Ci sono purtroppo due automobilisti morti. Lo schianto ha visto coinvolte una Fiat 500, una Volkswagen Passat e una Alfa Romeo 156 sportwagon
IVREA - Ispezione del garante dei detenuti nel carcere eporediese
IVREA - Ispezione del garante dei detenuti nel carcere eporediese
Il garante dei detenuti della Regione Piemonte e quello comunale hanno poi incontrato il sindaco Sertoli e l'assessore Povolo
IVREA - Una borsa di studio dedicata a Giorgio Blandino per psicologi e medici chirurghi
IVREA - Una borsa di studio dedicata a Giorgio Blandino per psicologi e medici chirurghi
L'Istituto di Psicologia Analitica e Psicodramma mette a concorso una Borsa di studio in memoria del Prof. Giorgio Blandino, un surplus della Psicologia
IVREA - Studiare all'estero, si rinnova l'appuntamento con Intercultura
IVREA - Studiare all
A Ivrea i volontari dell'Associazione ntercultura hanno previsto un incontro informativo aperto a studenti e genitori, fissato giovedì 24 ottobre alle ore 21, in Sala Santa Marta
CALUSO - I ragazzi del Martinetti in onore di Adriano Olivetti
CALUSO - I ragazzi del Martinetti in onore di Adriano Olivetti
La scuola ha aderito a un progetto di ampio respiro organizzato dall’Unitre di Chivasso, intitolato «Il coraggio dell'utopia»
LAGHI DEL CANAVESE - Specchi d'acqua balneabili: solo a Candia la qualità dell'acqua è peggiorata
LAGHI DEL CANAVESE - Specchi d
Si è svolta a Ivrea la presentazione dei dati delle acque di balneazione in Piemonte del 2019. I tecnici di Arpa Piemonte, nella stagione balneare che si è appena conclusa, hanno prelevato più di 500 campioni. Un solo allarme nel lago Sirio
PONT CANAVESE - Il 24 novembre si tornerà a cercare Elisa Gualandi
PONT CANAVESE - Il 24 novembre si tornerà a cercare Elisa Gualandi
Una battuta di ricerca sarà effettuata il prossimo 24 novembre, domenica, in occasione di una esercitazione del Soccorso alpino
CASTELLAMONTE - Il festival bandistico «Michele Romana» in aiuto del piccolo Loris
CASTELLAMONTE - Il festival bandistico «Michele Romana» in aiuto del piccolo Loris
Sarà un festival coi fiocchi dal momento che vi parteciperanno quattordici bandi musicali provenienti da tutta Italia
VALPERGA - Incidente sulla Canavesana: un indagato per interruzione di pubblico servizio e disastro ferroviario colposo
VALPERGA - Incidente sulla Canavesana: un indagato per interruzione di pubblico servizio e disastro ferroviario colposo
E' il conducente della vettura travolta dalla littorina sui binari. L'uomo, accecato dal sole, non si sarebbe accorto del passaggio a livello chiuso: la sua auto ha sfondato la sbarra un attimo prima dell'arrivo del convoglio
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore