TRUFFE - Attenzione negli ospedali a chi chiede soldi per i clowndottori

| L'allarme è stato lanciato qulche ora fa dall'associazione «Il Naso in Tasca» che si occupa di clownterapia anche all'ospedale di Ivrea

+ Miei preferiti
TRUFFE - Attenzione negli ospedali a chi chiede soldi per i clowndottori
«Con estremo dispiacere segnaliamo che oggi nel parcheggio dell'ospedale di Biella alcuni operatori in abiti civili chiedevano denaro per aiutare i clowndottori a portare la loro missione negli ospedali, il tutto spacciandosi per diverse organizzazioni totalmente a noi estranee e forse inesistenti o all'oscuro di tutto». L'allarme è stato lanciato qulche ora fa dall'associazione «Il Naso in Tasca» che si occupa di clownterapia anche all'ospedale di Ivrea.

«Una di queste persone ha fermato un nostro clowndottore in abiti civili mentre usciva dall'ospedale. Resosi immediatamente conto di avere di fronte dei truffatori, anche perché chiedevano un'offerta, ha cercato di convincerli ad andarsene ed è stato aggredito verbalmente con toni ingiuriosi e minacciosi. Ha quindi chiamato le forze dell'ordine che si sono presentate per accertamenti di cui al momento non abbiamo esito. Ribadiamo che i clowndottori portano gratuitamente pezzi di colore e di gioia nella vita delle persone che vivono una situazione di disagio. I nostri volontari sono specificatamente formati con competenze comico-artistiche per rapportarsi con la malattia e la disabilità e partecipano ad aggiornamenti di formazione specifici sulla relazione di aiuto ed ascolto.

Il compito dei clowndottori è quello di sdrammatizzare le pratiche sanitarie, mutare segno alle emozioni negative, quali paura, rabbia, delusione, tristezza, farle esprimere, gestirle e virarle al positivo, verso il sorriso, il coraggio, la speranza, la gioia. Il loro intervento incide profondamente sulle aspettative, sulle motivazioni e sui vissuti dei degenti/utenti, tanto da migliorarne la salute».

Invitiamo a diffidare:
di coloro che anticipano le vostre domande sulla destinazione dei fondi, mostrandovi prontamente delle ricevute;
di coloro che non sanno spiegare in modo chiaro e preciso presso quale/i ospedale/i svolgono servizio;
di coloro che agiscono dove è più facile mimetizzarsi; agire nella confusione per portare nelle loro tasche centinaia di euro. Purtroppo l’argomento funziona: nessuno negherà il proprio aiuto economico per un bambino malato … soprattutto nella confusione.

In più i clowndottori:
Non accettano offerte nello svolgimento della loro attività;
Non raccolgono soldi porta a porta;
Non chiedono offerte fermando la gente tra le corsie dei supermercati, per la strada, ai semafori o nei parcheggi;
Non portano dolci ai bambini in pediatria (la dieta ospedaliera non lo consente);
Non portano giochi ai bambini in pediatria (l’igiene ospedaliera non lo consente);
Non chiedono offerte “in generale”, ma promuovono specifici progetti;
Non raccolgono fondi in città molto distanti dalla sede della loro associazione;

Svolgono attività in precise strutture sanitarie, vicino a dove ha sede l’associazione (pur se l’attività viene svolta in regime di volontariato, il costo orario dovuto agli oneri accessori quali carburante, pedaggi autostradali, costi dell’automezzo diventa esageratamente elevato e non rispetta i parametri del bilancio sociale in relazione al rapporto costo / beneficio);
Quando chiedono delle offerte istituiscono appositi banchetti con loghi e riferimenti telefonici di responsabili direttamente contattabili; Quando chiedono delle offerte solitamente queste vengono anticipate da comunicati stampa con i quali si illustrano alla popolazione le finalità e gli specifici progetti oggetto della raccolta.

Cronaca
RIVAROLO - Sosta selvaggia sui marciapiedi: protestano i residenti
RIVAROLO - Sosta selvaggia sui marciapiedi: protestano i residenti
Riceviamo e volentieri pubblichiamo la segnalazione di alcuni lettori relativa alla situazione di via Beato Bonifacio a Rivarolo Canavese
CHIVASSO - Ecco i nuovi direttori Asl di salute mentale e pediatria
CHIVASSO - Ecco i nuovi direttori Asl di salute mentale e pediatria
«Eccellenti professionisti, in possesso di un prestigioso curriculum formativo e in termini di esperienza clinica e organizzativa»
CASELLE - Un milione e mezzo di euro recuperato grazie al fiuto del pastore tedesco Escos
CASELLE - Un milione e mezzo di euro recuperato grazie al fiuto del pastore tedesco Escos
Una trentina i soggetti fermati mentre tentavano di superare i confini doganali con al seguito denaro contante; la stragrande maggioranza in partenza per il continente asiatico, Cina in particolare, molti anche per i paesi dell'est Europa
CANAVESE - Schiaffi e minacce di morte: la bimba di 11 anni si ribella al padre padrone e lo porta in tribunale
CANAVESE - Schiaffi e minacce di morte: la bimba di 11 anni si ribella al padre padrone e lo porta in tribunale
Diciotto anni di insulti, botte ed umiliazioni. Poi la figlia, che ha appena 11 anni, si ribella e la convince a denunciare tutto ai carabinieri. Un padre-padrone di 44 anni è a processo al tribunale di Ivrea per maltrattamenti aggravati
LEINI - I restauri del campanile proseguono a ritmo serrato
LEINI - I restauri del campanile proseguono a ritmo serrato
Ad aggiornare la comunità sull'andamento dei cantieri è stato, oggi attraverso i social, il parroco don Pierantonio Garbiglia
COLLERETTO C. - Ladri rubano la Panda della protezione civile
COLLERETTO C. - Ladri rubano la Panda della protezione civile
Il mezzo è stato poi rinvenuto, nel corso della giornata odierna, nelle campagne di Castellamonte e sequestrato
CANAVESE - Ad un anno dagli incendi una mostra a Torino - VIDEO
CANAVESE - Ad un anno dagli incendi una mostra a Torino - VIDEO
Nell'ottobre del 2017 devastanti incendi in Piemonte distrussero 10.000 ettari di ambiente naturale, in particolare nel Pinerolese, in Valle di Susa e in Canavese
PONT CANAVESE - Furti nelle case: ladri messi in fuga dai carabinieri. Posti di blocco in tutta la zona
PONT CANAVESE - Furti nelle case: ladri messi in fuga dai carabinieri. Posti di blocco in tutta la zona
Almeno tre malviventi in fuga da ieri sera, dopo un furto in un'abitazione di via Moletti. I carabinieri della compagnia di Ivrea, nella notte, hanno dato vita ad una vera e propria caccia all'uomo nella zona di Pont e dei Comuni limitrofi
RIVAROLO-FELETTO-FAVRIA - Furti nelle case anche di giorno
RIVAROLO-FELETTO-FAVRIA - Furti nelle case anche di giorno
Si moltiplicano le segnalazioni di furti e tentati furti in diversi Comuni. I malviventi agiscono anche in pieno giorno
IVREA - Mostra i genitali a diverse ragazze: condannato a 5 mesi
IVREA - Mostra i genitali a diverse ragazze: condannato a 5 mesi
E' stato riconosciuto, dopo le indagini della polizia, da due donne e anche da alcune ragazzine minorenni della scuola Cena
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore