VALLE ORCO - Allarme lupi: nessun pericolo per le persone

| Il servizio veterinario del Gran Paradiso rassicura sui predatori

+ Miei preferiti
VALLE ORCO - Allarme lupi: nessun pericolo per le persone
Torna il lupo nel Parco nazionale del Gran Paradiso ed è nuovamente il momento delle divisioni tra favorevoli e contrari alla presenza del predatore sulle montagne del Canavese. Specie dopo gli attacchi in Valle Orco, nella zona di Noasca, dove una quarantina di animali sarebbero stati uccisi la scorsa settimana. L’anno scorso i veterinari del Parco hanno censito almeno cinque esemplari in Val Soana, nella zona sopra Ronco e Valprato. «Difficile che siano gli stessi – ammette Bruno Bassano, responsabile del servizio veterinario del Gran Paradiso – probabile che si tratti di qualche individuo disperso che ancora non si è legato a un branco».
 
Gli attacchi di Noasca sono stati confermati anche dai sopralluoghi effettuati dai tecnici dell’area protetta. «Ma al momento non abbiamo un numero preciso di animali abbattuti – spiega Bassano – stiamo ancora attendendo un resoconto dagli allevatori». Difficile, insomma, stabilire se tutti e quaranta gli animali trovati morti negli ultimi giorni sono stati effettivamente attaccati dal lupo. Di certo i predatori hanno avuto vita facile: le mandrie in questione, infatti, sono state lasciate incustodite in quota. Circostanza che ha facilitato la vita ai lupi. «In ogni caso l’ente parco è a disposizione per interventi di profilassi – spiega Bassano – e, a fronte delle verifiche che sicuramente effettueremo, a indennizzare i danni subiti dagli allevatori».
 
Da sottolineare che, in ogni caso, non ci sono pericoli per i residenti. «Possiamo escludere la possibilità che il branco si avvicini alle persone – assicurano dall’ente parco Gran Paradiso – sono esemplari di lupo italiano, una specie che, per natura, tende a stare alla larga dall’uomo. Un po’ come i lupi abruzzesi. In secoli di convivenza non hanno mai attaccato». La presenza dei lupi nel parco non è nemmeno un evento eccezionale. «Si tratta di una normale dinamica, frutto di una lenta migrazione dalle alpi Marittime – spiega Bassano – di recente i lupi erano già stati segnalati in Valle d’Aosta ma sono animali che si muovono parecchio». 
Dove è successo
Cronaca
TRAGEDIA AL RALLY CITTA' DI TORINO - I medici hanno tentato di rianimare il bambino per 50 minuti
TRAGEDIA AL RALLY CITTA
«Non ci risulta che al momento del via ci fossero persone in posizioni pericolose» dice l'organizzatore della gara. Sarà l'inchiesta della procura di Ivrea a stabilire se, nel corso del rally, le persone si sono spostate dai luoghi sicuri
AGLIE' - Muore in casa a 38 anni: ritrovato dai carabinieri
AGLIE
Si tratta di una persona nota in paese, più volte finito alla ribalta delle cronache. Anni fa aveva salvato i vicini da un incendio
TRAGEDIA AL RALLY CITTÀ DI TORINO - Canavese sotto shock per il dramma di Coassolo - FOTO
TRAGEDIA AL RALLY CITTÀ DI TORINO - Canavese sotto shock per il dramma di Coassolo - FOTO
Un bimbo di sei anni morto nell'incidente. Al volante dell'auto il pilota Cristian Milano, 47 anni, di Prascorsano, colto da un malore durante la gara. Tanti sportivi si sono stretti al dolore della famiglia del piccolo
TRAGEDIA AL RALLY CITTA' DI TORINO - Muore un bimbo travolto da un'auto: la procura di Ivrea apre un'inchiesta - FOTO
TRAGEDIA AL RALLY CITTA
Un'auto impegnata nella corsa è uscita di strada travolgendo un'intera famiglia. L'inchiesta è stata affidata al pubblico ministero Ruggero Mauro Crupi. Le indagini sulla dinamica dell'incidente sono in corso a cura dei carabinieri
CALUSO - Incidente stradale: due feriti sulla statale 26 - VIDEO
CALUSO - Incidente stradale: due feriti sulla statale 26 - VIDEO
Scontro frontale, oggi intorno alle 16.30. Coinvolti un Fiat Ducato e una Fiat Panda all'incrocio appena fuori il centro abitato
TRAGEDIA AL RALLY CITTÀ DI TORINO - AUTO SULLA FOLLA: MUORE UN BAMBINO DI SEI ANNI
TRAGEDIA AL RALLY CITTÀ DI TORINO - AUTO SULLA FOLLA: MUORE UN BAMBINO DI SEI ANNI
Tragedia assurda a Coassolo, nelle Valli di Lanzo. Nel corso del «Rally Città di Torino» un'auto è finita sulla folla. Un bambino di 6 anni è morto travolto dalla vettura in gara. Travolti anche altri tre spettatori
AGLIE' - Partiti i lavori nella chiesa dove riposa Guido Gozzano
AGLIE
L’intenzione dei progettisti è quella di recuperare assetto e colori originali, riportando la facciata alla sua versione del 1300
CASTELLAMONTE - Torna la «Run for Parkinson»
CASTELLAMONTE - Torna la «Run for Parkinson»
Domenica 28 maggio si corre per l'associazione Parkinsoniani del Canavese Onlus
IVREA - Al museo Garda l'attesa mostra di Lorenzo Mattotti
IVREA - Al museo Garda l
I lavori dell'artista sono esposti in tutto il mondo; collabora con Le Monde, il New Yorker e altre riviste internazionali
TORINO-BORGARO - Resta in carcere la rom che ha investito un uomo
TORINO-BORGARO - Resta in carcere la rom che ha investito un uomo
Oreste Giagnotto, 58 anni di Torino, travolto da un camper al confine tra Borgaro e Torino, è morto lo scorso 12 maggio
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore