VERGOGNA SULLA 460 - Via le prime discariche abusive grazie ai volontari di Legambiente

| Domenica scorsa i volontari hanno effettuato una prima pulizia per rimuovere parte delle discariche abusive sorte nel corso dei mesi. Un primo passo avanti per rendere la strada del Gran Paradiso almeno decente...

+ Miei preferiti
VERGOGNA SULLA 460 - Via le prime discariche abusive grazie ai volontari di Legambiente
Domenica scorsa i volontari di Legambiente, nel territorio del Comune di San Benigno Canavese lungo l'ex statale 460 (nelle piazzole tra Leini e Lombardore, per intenderci) hanno effettuato una prima pulizia per rimuovere parte delle discariche abusive sorte nel corso dei mesi. Un primo passo avanti per rendere la strada del Gran Paradiso, biglietto da visita per chi arriva in Canavese, un briciolo più decente. 
 
Nel corso dell'ultimo Consiglio della Città Metropolitana è stata discussa la mozione presentata dai consiglieri Castelloo, Fava e Ruzzola della Lista Civica per il Territorio. In particolare il consigliere Mauro Fava ha fatto presente che i sindaci, gli amministratori delle aree omogenee e i cittadini lamentano il degrado e l’abbandono di un importante tratto di strada, che collega Torino a diversi Comuni della Città metropolitana, alle vallate del versante piemontese del Parco Nazionale del Gran Paradiso e alle tante aree e attività turistiche che il Canavese offre. Tale tratto di strada è inoltre la principale rete stradale per il trasporto di merci per le attività produttive del territorio e per il raggiungimento dell’aeroporto di Caselle. 
 
Secondo la Lista civica per il territorio l’attuale stato della provinciale 460 è un pessimo biglietto da visita per il territorio e occorre quindi intervenire con la massima urgenza alla rimozione dei rifiuti. Occorre poi sollecitare le forze dell’ordine affinché aumentino i controlli sulla tratta e valutare l’utilizzo delle Guardie volontarie in servizio presso la Città metropolitana per vigilare, monitorare e controllare il territorio. Sulla stessa linea gli interventi del sindaco di Rivarolo Canavese, Alberto Rostagno, portavoce dell'area omogenea 8, e del consigliere metropolitano Alberto Avetta. 
 
Quest'ultimo ha ricordato che nel 2016, in qualità di vicesindaco della Città Metropolitana, all’attività di pulizia delle banchine era stata affiancata quella di sanzionamento dei trasgressori al divieto di abbandono dei rifiuti. Il consigliere delegato ai lavori pubblici Antonio Iaria ha spiegato che, a seguito di un confronto con i sindaci e con i consorzi per la raccolta e smaltimento rifiuti dell’area interessata, è stata decisa l’istituzione di una task force per affrontare il problema e intensificare la vigilanza.
Dove è successo
Cronaca
IVREA - In città il festival «Eticamente»: vegan e non solo
IVREA - In città il festival «Eticamente»: vegan e non solo
Sarà possibile visitare gli stand olistici e di prodotti cruelty-free. Non mancherà l’attenzione per gli animali di casa
CANISCHIO - Si sente male alla festa: donna di Pont in ospedale
CANISCHIO - Si sente male alla festa: donna di Pont in ospedale
La donna è stata recuperata con l'elicottero a Cima Mares nel corso della tradizionale festa di San Bernardo di Mares
RIVAROLO - Ancora maiali in azione: il conto se lo paga il Comune
RIVAROLO - Ancora maiali in azione: il conto se lo paga il Comune
La cattiva abitudine di abbandonare rifiuti, purtroppo, continua a pesare sulle casse del Comune e nelle tasche dei cittadini
CERESOLE REALE - Turista dispersa a monte del lago Serrù salvata dal soccorso alpino
CERESOLE REALE - Turista dispersa a monte del lago Serrù salvata dal soccorso alpino
Le squadre di Ceresole e Locana sono partite a piedi per raggiungere la donna che è stata poi individuata qualche ora dopo ed è stata ricondotta a valle in sicurezza prima della notte. Un intervento perfettamente riuscito
RIVAROLO - Incidente stradale in corso Re Arduino: ferito motociclista - FOTO
RIVAROLO - Incidente stradale in corso Re Arduino: ferito motociclista - FOTO
Il centauro, che faceva parte di un gruppo di motociclisti che stava procedendo in direzione Feletto, è stato sbalzato al suolo
ALLARME IN OSPEDALE - Infermiera aggredita e molestata a fine turno nel cortile dell'ospedale di Chivasso
ALLARME IN OSPEDALE - Infermiera aggredita e molestata a fine turno nel cortile dell
Episodi analoghi, in termini di sicurezza, si sono verificati nei mesi scorsi anche a Ivrea. L'azienda sanitaria ha annunciato una serie di provvedimenti per scongiurare il ripetersi delle violenze ma, quanto a pare, la soluzione è lontana
CHIVASSO - Cadavere riaffiora nel Po: indagini in corso sulle persone scomparse
CHIVASSO - Cadavere riaffiora nel Po: indagini in corso sulle persone scomparse
Il corpo, in avanzato stato di decomposizione appartiene ad una donna, alta circa 1 metro e 55, di corporatura robusta
CUORGNE' - Fiamme nella palazzina: paura ma nessun ferito - FOTO
CUORGNE
Provvidenziale l'intervento dei vigili del fuoco di Castellamonte che, insieme ai colleghi di Ivrea, hanno domato il rogo
VOLPIANO - La città in lutto per la scomparsa di Piero Cerutti
VOLPIANO - La città in lutto per la scomparsa di Piero Cerutti
Il cordoglio del sindaco. Nel 2003 era stato nominato Cavaliere della Repubblica Italiana per i suoi meriti nel campo delle arti
RAPINANO ANZIANO IN STRADA - Il balordo preso a Volpiano è già stato scarcerato - VIDEO DELL'AGGRESSIONE
RAPINANO ANZIANO IN STRADA - Il balordo preso a Volpiano è già stato scarcerato - VIDEO DELL
Anass Ouahmane, nel video della rapina diffuso dalla polizia, è quello che va incontro all’anziano, lo supera, torna indietro e poi lo aggredisce alle spalle tentando di strappargli la catenina d’oro. E' già ai domiciliari
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore