VIDRACCO - La collina a rischio frane: chiude per lavori la provinciale

| Riprendono i cantieri per l'allargamento della provinciale 61 della Valchiusella. Sono possibili disagi per gli automobisti

+ Miei preferiti
VIDRACCO - La collina a rischio frane: chiude per lavori la provinciale
Dopo una pausa di oltre un semestre, a causa di motivi burocratici per il rinnovo delle autorizzazioni necessarie, i lavori di allargamento della SP61 della Valchiusella sono ripresi a spron battuto. Le opere, iniziate due anni e mezzo fa, sono la risposta ad un problema annoso - la larghezza della provinciale nel tratto che costeggia il profondo orrido dove scorre il Chiusella dopo la diga di Gurzia. Problema resosi ancora più evidente nel gennaio 2014, quando un automobilista perse la vita cadendo nel torrente sottostante. 
 
Oggi le opere sono arrivate sul fronte di scavo più difficoltoso, sia per l’altezza de fronte roccioso sulla strada sottostante (circa 25 metri), sia per la composizione del materiale roccioso, molto meno coeso di quello incontrato fin qui. Questo rende necessario procedere con molta cautela, ma nel contempo con l’urgenza di eliminare tutte le criticità prima dell’autunno. A tal proposito si è svolta giovedì 13 a Vidracco una conferenza dei servizi tra gli Enti coinvolti, convocata rapidamente per valutare come affrontare le difficoltà che si stanno incontrando sul fronte di scavo. A seguito di questo incontro Città Metropolitana, Gtt, Comune di Vidracco e Nuova Cives Srl. hanno concordando di procedere con tempisitiche diverse, nel breve, medio e lungo termine.
 
Breve termine - E' lo svolgimento dei lavori nel periodo estivo, cioè fino al 12 settembre, quando ci sarà la ripresa delle scuole ed il numero delle corse dei pullman tornerà ad aumentare. Durante questo periodo si concentreranno le operazioni di scavo nella zona più problematica, con l'obiettivo di concludere in maniera definitiva le lavorazioni più rischiose prima dell’autunno. Conseguentemente sarà necessario avere chiusure della strada più frequenti e prolungate, variando il consueto arco temporale da giovedì a venerdì con uno più esteso da martedì fino a giovedì, avendo così la possibilità di proseguire la chiusura al venerdì in caso di necessità (ipotesi cautelativa).
 
Più precisamente le chiusure potrebbero svolgersi nei seguenti giorni:
Luglio:
- da giovedì 20 a venerdì 21;
- da martedì 25 a giovedì 27, con proroga eventuale fino a venerdì 28.
Agosto:
- da martedì 1 a giovedì 3, con proroga eventuale fino a venerdì 4;
- da martedì 22 a giovedì 24, con proroga eventuale fino a venerdì 25;
- da martedì 29 a giovedì 31, con proroga eventuale fino a venerdì 1 settembre.
Settembre:
- da martedì 5 a giovedì 7, eventualmente su venerdì 8.
 
Durante i giorni di chiusura, se le condizioni di lavoro lo consentiranno, la strada sarà riaperta a pranzo e la sera. Il servizio pullman è garantito percorrendo altri tragitti per Vidracco, pertanto con un leggero allungamento dei tempi di viaggio.
 
Medio termine - Con la ripresa delle scuole le chiusure torneranno ad avvenire nella modalità giovedì su venerdì, con cadenza aperiodica (forse quindicinale). Non è possibile fornire oggi un calendario delle chiusure autunnali, anche considerate le variabili climatiche (in caso di forti piogge non è possibile sparare).
 
Lungo termine - Prima della fine dell'anno si farà una nuova valutazione dello stato dei lavori, prendendo in esame l'ipotesi di una chiusura prolungata per un trimestre continuativo circa, così accelerare la conclusione dei lavori di scavo. In caso questa soluzione sarà attuata dopo le festività, cioè da metà gennaio a metà aprile. Al momento questa è solo un'ipotesi, ma che vale la pena di iniziare a condividere. Conclusa, se ci sarà, anche la fase 3, si dovrebbe arrivare ad una condizione di sicurezza e quindi essere prossimi alla chiusura definitiva de lavori.
 
«Si ringrazia la cittadinanza per la pazienza. Un’opera pubblica così importante, lavorando in aderenza con il tracciato stradale, non può prescindere di causare piccoli disagi, ma il beneficio finale sarà la risoluzione, definitiva, di un problema annoso e non risolvibile altrimenti», fanno sapere dal Comune di Vidracco.
Cronaca
SALASSA - Incidente sulla 460: Panda si schianta contro un camioncino della Città metropolitana - FOTO E VIDEO
SALASSA - Incidente sulla 460: Panda si schianta contro un camioncino della Città metropolitana - FOTO E VIDEO
A dare l'allarme sono stati i tecnici della Città metropolitana subito dopo l'incidente. La dinamica è al vaglio dei carabinieri di Castellamonte. E’ possibile che l'uomo alla guida della Panda sia stato abbagliato dal sole
RIVAROLO - Tir abbatte l'ingresso di una casa a Pasquaro - FOTO
RIVAROLO - Tir abbatte l
L'autista, forse tradito dal navigatore, non si è accorto di aver imboccato una strada in cui è vietato il passaggio ai tir
IVREA - Dà del «ricchione» all'ex datore di lavoro: condannata
IVREA - Dà del «ricchione» all
La donna, 30enne ex dipendente di un negozio di parrucchiere di Ivrea, era finita a processo per ingiuria e diffamazione
CANAVESE - Rapine a Oglianico, Lombardore e San Benigno: carabinieri arrestano cinque persone - VIDEO RAPINA
CANAVESE - Rapine a Oglianico, Lombardore e San Benigno: carabinieri arrestano cinque persone - VIDEO RAPINA
Brillante operazione dei carabinieri di Leini: cinque italiani (quattro uomini e una donna) sono stati arrestati. In un caso avevano anche sequestrato la figlia del titolare di una tabaccheria. La banda stava pianificando altre rapine
FORNO CANAVESE-CIRIE' - Ha fretta di nascere: bimba viene alla luce sull'auto dei vicini di casa
FORNO CANAVESE-CIRIE
Mamma Veronica è arrivata al pronto soccorso con la piccola già tra le braccia. Un attimo dopo è stata portata nel reparto di ostetricia dell'ospedale di Ciriè dove è stata presa in cura dal personale medico
BORGARO - Incendio devasta la Reinol: analisi dell'Arpa sull'aria della zona - FOTO e VIDEO
BORGARO - Incendio devasta la Reinol: analisi dell
Non ci sarebbero pericoli per chi abita nelle vicinanze anche se per diverse ore, a causa della colonna di fumo, l'aria era irrespirabile. Il vento sta aiutando a disperdere gli inquinanti anche se rende più difficile il lavoro dei pompieri
SCARMAGNO - Si ribalta con il quad, grave un uomo di 68 anni
SCARMAGNO - Si ribalta con il quad, grave un uomo di 68 anni
L’uomo è stato sbalzato dal mezzo e ha riportato gravi traumi alla colonna vertebrale. E’ stato ricoverato al Cto
CALUSO - Il Canavese protagonista di «Provincia Incantata»
CALUSO - Il Canavese protagonista di «Provincia Incantata»
Anteprima a Caluso il 16 dicembre dell'iniziativa che ha come obiettivo la valorizzazione di paesaggi e vigneti del territorio
MONTALTO DORA - Incendio in alloggio: richiedente asilo intossicato, ricoverato all'ospedale di Ivrea
MONTALTO DORA - Incendio in alloggio: richiedente asilo intossicato, ricoverato all
In un alloggio occupato da un cittadino nigeriano 23enne, richiedente asilo assistito da Società Cooperativa Agathon, si è sviluppato un incendio che ha reso parzialmente inagibile il locale. Il giovane è stato trasportato in ospedale
BORGARO - INCENDIO NELLO STABILIMENTO DELLA REINOL: COLONNA DI FUMO ALTISSIMA - FOTO E VIDEO
BORGARO - INCENDIO NELLO STABILIMENTO DELLA REINOL: COLONNA DI FUMO ALTISSIMA - FOTO E VIDEO
Al momento dell'incendio non c'erano persone all'interno dei capannoni. Nessuno è rimasto ferito o intossicato. Indagini in corso sulle cause del rogo. Aria irrespirabile in diversi Comuni della zona
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore