Anche gli sbronzi hanno un museo

| Ha aperto a Zagabria: raccoglie storie e oggetti che rappresentano serate ad alto tasso alcolico di chiunque abbia voglia di donare ai posteri la propria esperienza

+ Miei preferiti
Anche gli sbronzi hanno un museo
“Bere non è la risposta, ma almeno bevendo dimentichi la domanda”. Così recita un vecchio cartello e polveroso appeso in un pub di Londra da qualche decennio. Ma al contrario, per non dimenticare che la sbronza porta in dote risvegli poco piacevoli e mal di testa monumentali, un piccolo gruppo di amici ha pensato di dedicare a chi alza il gomito una raccolta permanente delle tante stranezze compiute in modo inconsapevole di chi ha bevuto tanto, ma non ricorda nulla.

Il Museum of Hangovers, letteralmente il museo delle sbronze, ha aperto da pochi mesi a Zagabria: raccoglie storie, episodi e oggetti strani legati a serate alcoliche, di cui nessuno sa la provenienza. L’idea è venuta a Rino Dubokovic, 24 anni, studente, musicista e appassionato di viaggi, dopo aver ascoltato il racconto di un amico, che il mattino successivo ad una sbronza si è ritrovato in tasca un pedale, senza sapere da dove arrivasse. Il racconto ha fatto scattare nella mente del giovane l’idea di un’esposizione in un cui raccogliere tutto quello di materiale o immateriale fosse il ricordo sbiadito di una notte alcolica. Insieme alla fidanzata, Roberta Mikelic, 24 anni anche lei, studentessa d’arte, Rino ha iniziato a spargere la voce, raccogliendo e catalogando storie, episodi e oggetti, mentre sistemava i locali al numero 8 di Preradovicéca, nel centro di Zagabria.

Le stanze sono, ovviamente, un vorticoso percorso a zig-zag, come è costretto a fare chi ha troppo alcol in corpo: si inizia da un tratto di “strada”, ricoperto da murales e graffiti coloratissimi, per poi passare nella sala degli specchi che distorcono l’immagine riflessa, ancora una volta come gli effetti ottici di chi è ubriaco. Poi si passa agli oggetti, come il pedale della bicicletta: testimonianze pratiche di notti di cui si è persa totalmente la memoria. Il museo è uno spazio aperto a cui chiunque può aggiungere la propria storia, per di più in forma anonima. 

Qualche polemica, l’apertura l’ha sollevata, perché l’idea di dedicare un museo alle sbronze, e quindi in qualche modo dare per buono l’eccesso di alcol, non è piaciuta. In più, dell’ubriacatura si affronta soltanto il risvolto più “divertente” e volendo innocuo, mentre si evitano accenni alle tante vittime che l’alcol continua a mietere per le strade di tutto il mondo. L’ingresso costa 4 euro, ma i bambini non possono entrare. (Germano Longo)

Galleria fotografica
Anche gli sbronzi hanno un museo - immagine 1
Anche gli sbronzi hanno un museo - immagine 2
Anche gli sbronzi hanno un museo - immagine 3
Lifestyle
SALUTE – L’ironia ai tempi del coronavirus
SALUTE – L’ironia ai tempi del coronavirus
Circolano sul web e sui social migliaia di meme che ironizzano sull’epidemia che ha travolto il nostro Paese. Una gallery con alcuni dei più riusciti e divertenti
SEX - Il diavolo veste poco
SEX - Il diavolo veste poco
In Oregon, a Portland, una delle città più vivibili del pianeta, è nato “Casa Diablo”, Il primo strip club vegano al mondo
TREND - I biscottini dei desideri
TREND - I biscottini dei desideri
Gli “Oreo” griffati “Supreme” sono l’ultima follia del web: la confezione lancio da tre biscotti è finita in vendita online a quasi 100mila dollari
LUXURY – Quando il lusso è andare a fondo
LUXURY – Quando il lusso è andare a fondo
Ben oltre l’ultima frontiera del lusso, a distanza da yacht e gommoni, spuntano i sommergibili: decine di aziende in tutto il mondo hanno studiato modelli dotati di tutto che costano come una manovra finanziaria
MOTORI - Ferrari around the world
MOTORI - Ferrari around the world
Una mostra al MEF di Modena celebra la vocazione internazionale del brand italiano più amato nel mondo. Protagoniste alcune delle più celebri Gran Turismo e città che hanno ospitato pagine importanti della storia Ferrari
MUSICA - Harry e Bon Jovi, è nato un duo
MUSICA - Harry e Bon Jovi, è nato un duo
È stata annunciata in modo ironico, un'inedita collaborazione artistica fra il rocker americano e il duca del Sussex: incideranno un brano che farà da sigla agli “Invictus Game”
FOOD - Apre a Londra il primo BatRestaurant
FOOD - Apre a Londra il primo BatRestaurant
Interamente dedicato alla figura dell’uomo pipistrello, avrà due zone diverse dove gustare sushi o piatti inglesi, ed una zona cocktail-lounge
HOLLYWOOD - Al Pacino mollato dalla fidanzata
HOLLYWOOD - Al Pacino mollato dalla fidanzata
Meital Dohan, 39 anni meno di lui, l’ha lasciato regalando al mondo il ritratto di una star, ma soprattutto di un uomo avanti negli anni: “È troppo vecchio”
GOSSIP - Il compleanno amaro del principe Andrea
GOSSIP - Il compleanno amaro del principe Andrea
Il 19 febbraio, il Duca di York compie 60 anni: per lui una festa per pochi intimi, come ha deciso la regina dopo che il nome del suo figlio più scapestrato è finito nella polvere
ARTE - Il food che non si mangia
ARTE - Il food che non si mangia
La fantasia e l’abilità delle creazioni di Vanessa McKeown, fotografa londinese che ama creare illusioni utilizzando oggetti di uso comune e palloncini
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore