TREND - A tutti gli ammalati di «selfite»

| Degli studiosi hanno tracciato una scala che comprende tre diversi gradi di dipendenza da autoscatto. Ma soprattutto hanno lanciato la sindrome della «selfite» fra le possibili malattie sociali del nuovo millennio

+ Miei preferiti
TREND - A tutti gli ammalati di «selfite»
Ce l’abbiamo fatta: dopo la “ludopatia”, riconosciuta come malattia sociale, anche la “selfite” si avvia a diventare un morbo pandemico che va seguito e, in alcuni casi, curato con attenzione. Se il conio del termine per definire il bisogno incrollabile di immortalarsi negli scatti degli smartphone risale al 2014, lo stesso anno della pubblicazione dell’inserimento fra le malattie riconosciute da parte dell’American Psychiatric Association, (subito smentita), di recente due rispettabilissimi atenei hanno voluto approfondire la faccenda, giungendo entrambi alla conclusione che di selfie forse non si muore, ma c’è chi può vivere molto male.
 
I due team, il primo della “Nottingham Trent University” ed il secondo della “Thiagarajar School of Management”, in India, hanno pubblicato i resoconti delle proprie ricerche sull’International Journal of Mental Health and Addiction, serissima pubblicazione medica, in cui la selfie manica viene addirittura classificata in tre diversi stadi di intensità. La più grave, la “cronica”, è una fase che riguarda i sei (o più) selfie quotidiani, passando subito dopo alla fase “acuta”, ammessa entro i tre selfie quotidiani, per finire con la “borderline”, che concedere tre scatti al giorno ma senza bisogno di ricorrere al post immediato.
 
In India, dove le morti accertate per selfie pericolosi hanno raggiunto livelli preoccupanti, è stato osservato scrupolosamente un campione di circa 400 persone, al termine sottoposto ad una ventina di domande a cui rispondere in una scala compresa fra uno e cinque. Tutti quesiti precisi e finalizzati, come ad esempio “Postando selfie ritieni di guadagnare maggiore attenzione?”, o ancora “Fare selfie migliora il tuo umore?”. (Germano Longo)
Lifestyle
ARTE - Helmut Newton alla GAM di Torino
ARTE - Helmut Newton alla GAM di Torino
C’è tempo fino al prossimo 3 maggio, per ammirare alla GAM di Torino 68 immagini del grande fotografo tedesco, in un percorso che riassume le tappe della sua lunga e prestigiosa carriera
FOOD - Arrivano i dessert restaurant
FOOD - Arrivano i dessert restaurant
Niente dolci, solo alta pasticceria: è il nuovo trend della ristorazione internazionale. I primi locali hanno aperto in ogni angolo del mondo, e da poco anche in Italia
SUPERMARKET – Arriva Amazon Go Grocery, dove c’è tutto tranne le casse
SUPERMARKET – Arriva Amazon Go Grocery, dove c’è tutto tranne le casse
Ha aperto in via sperimentale a Seattle: si prende ciò che serve e si esce, il conto arriva sulla carta di credito. È la prossima vera rivoluzione del vecchio concetto di supermercato
MODA - È scoppiato il virus, e non so cosa mettermi
MODA - È scoppiato il virus, e non so cosa mettermi
Perfino il mondo del fashion e delle celebrities si è piegato all’invasione delle mascherine per proteggersi dal Coronavirus. In commercio se ne trovato di griffate e ovviamente carissime
TREND - Nike sneakers, Lego collection
TREND - Nike sneakers, Lego collection
Un artista americano realizza repliche perfette dei più celebri modelli di scarpe sportive Nike usando solo mattoncini colorati
CITY – Addio al padre della mappa della metro di New York
CITY – Addio al padre della mappa della metro di New York
Nel 1979, il grafico Michael Hertz aveva disegnato la cartina più consultata della storia. Un lavoro immenso di pazienza e perizia per aiutare cittadini e turisti a risolvere il labirinto della Grande Mela
WINE - Venti vini straordinari a meno di 20 euro - FOTO
WINE - Venti vini straordinari a meno di 20 euro - FOTO
L'esperto enologo del New York Times ha stilato un elenco di 20 ottime bottiglie per bere in modo straordinario senza svenarsi. Nell'elenco molti vini italiani ma è comunque un giro del mondo fra vitigni e sapori
SALUTE – L’ironia ai tempi del coronavirus
SALUTE – L’ironia ai tempi del coronavirus
Circolano sul web e sui social migliaia di meme che ironizzano sull’epidemia che ha travolto il nostro Paese. Una gallery con alcuni dei più riusciti e divertenti
SEX - Il diavolo veste poco
SEX - Il diavolo veste poco
In Oregon, a Portland, una delle città più vivibili del pianeta, è nato “Casa Diablo”, Il primo strip club vegano al mondo
TREND - I biscottini dei desideri
TREND - I biscottini dei desideri
Gli “Oreo” griffati “Supreme” sono l’ultima follia del web: la confezione lancio da tre biscotti è finita in vendita online a quasi 100mila dollari
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore