L'Opinione

Il punto di vista di alcuni nomi della societa canavesana

di Giancarlo Giovannini
Giancarlo Giovannini
Giancarlo Giovannini, classe 1982 (l’anno dei Mondiali), festeggia il compleanno il 10 Gennaio, nato a Cuorgnè, da 3 anni è procuratore delle Generali Italia dopo 7 anni di dura gavetta tra Milano e Cuneo.
La sua attività è a Rivarolo ma mangia e dorme a Bosconero. Laureato in Economia, si pone sempre un obiettivo.
Il suo atteggiamento mentale è far capire che i servizi non sono prodotti che puoi "toccare" ma sono prestazioni che, se strutturate correttamente, puoi utilizzare nel momento del bisogno.
Si definisce, MARZIANO
Ultimo post inserito
LUG
14
Il termine sinistro, nei contratti assicurativi, indica l'evento che fa scattare l'operatività delle garanzie di polizza
di Franco Papotti
Franco Papotti
Avvocato, Politico, Conservatore, Canavesano, marito di Loredana, papà di Vittoria. Da ormai un quarto di secolo attivo nel mondo politico e culturale canavesano, porta avanti l’idea di un Canavese capace di fare sistema per la valorizzazione delle peculiarità e delle risorse di un territorio dotato di enormi potenzialità.
Ultimo post inserito
LUG
23
Non è questo il momento storico per parlare di ius soli. Non per questioni ideologiche. Semplicemente per ragioni di logica e di buon senso
di Nilima Agnese
Nilima Agnese
Sono appassionata di cinema e di film d?animazione, tanto da non temere nemmeno le proiezioni della domenica pomeriggio. Conosco quasi tutte le principesse, da Biancaneve a Elsa, e la scelta del liceo è stata sicuramente influenzata anche da ?Hercules?. Mi piace ascoltare cosa pensano i bambini; questo blog semiserio è nato per discutere delle novità di animazione, confrontarsi e offrire uno spunto a chi cerca un modo per trascorrere una giornata in famiglia.
Ultimo post inserito
MAR
19
Il lungometraggio firmato da Bill Condon unisce il musical ed il ritmo del classico d’animazione creando una favola travolgente
di Giuseppe Pezzetto
Giuseppe Pezzetto
Cuorgnatese, Canavesano (come lui ama definirsi) ha da sempre alternato gli impegni professionali con l’impegno sociale: tra le altre cose è stato per anni consigliere dell’Associazione Mastropietro, socio dell’ Unione Cristiana Imprenditori e Dirigenti d’Azienda, della Compagnia San Calisto Caravario, oltre ad essere uno dei fondatori di Resau Entreprende Piemonte. Dal giugno del 2011 è anche Sindaco della Città di Cuorgnè.
Ultimo post inserito
LUG
24
Partiamo proprio dal "dosso", croce e delizia (confido, non solo della mia amministrazione): come direbbero Elio e le Storie Tese, "il dosso se lo conosci lo eviti"...
di Giorgio Cortese
Giorgio Cortese
Impiegato bancario, dal 1978, i miei hobby ed interessi sono la famiglia, scrivere, leggere libri di Storia, giardinaggio. Donatore di sangue dal 1981, abito a Favria, con sincera passione innamorato del territorio in cui vivo
Ultimo post inserito
LUG
21
Forse la madre dei problemi non è lo ius soli o gli immigrati che arrivano sempre più numerosi ma il diritto al lavoro, lo "Ius ad operandum": il lavoro oggi in Italia non deve essere un dono gentilmente concesso a pochi
di Danilo Lano
Danilo Lano
Canavesano, laureato magistrale in giurisprudenza con tesi in diritto internazionale, da sempre attivo nel sociale. Il grande interesse per il diritto internazionale e la geopolitica comporta in lui la passione nell’analizzare i nostri tempi, strizzando sempre l’occhio alla storia.
Ultimo post inserito
DIC
14
Stati emergenti ed economia mondiale. Prospettiva reale o fuoco di paglia?
di Fabrizio Bertot
Fabrizio Bertot
Imprenditore sposato 3 figli Già consigliere provinciale, Sindaco di Rivarolo, parlamentare europeo, esperto politica estera. Presidente fondazione KiAn
Ultimo post inserito
MAR
13
Le prime scuse a Rivarolo sono le mie perchè ero il sindaco che non è stato in grado di difendere la città da un commissariamento ingiusto
di Alberto Rostagno
Alberto Rostagno
Rivarolese, sposato con due figli.
Di professione Medico Chirurgo con ambulatorio in Rivarolo.
E' da sempre uno sportivo praticante ed organizzatore di grandi eventi sportivi.
Innamorato del "verde Canavese" e attento ai temi ambientali.
Vice Sindaco del Comune di Agliè dall'anno 2009 all'anno 2014 Dal 26 maggio 2014 è Sindaco della Città di Rivarolo Canavese
Ultimo post inserito
APR
23
Il saluto del sindaco di Rivarolo all'apertura della Nuova Fiera del Canavese
di Alessandro Previati
Alessandro Previati
Alessandro Previati, classe 1982 (l’anno dei Mondiali), festeggia il compleanno il 24 giugno, quando a Torino fanno i fuochi. Ferrarese d’origine (e tifoso della Spal) ma nato a Torino, quattro anni fa è stato catapultato in Canavese. Collabora con il quotidiano La Stampa e il settimanale Il Risveglio, dopo aver scritto, per anni, su La Voce, Il Canavese e Sprint&Sport (da quando aveva 14 anni). Dal 3 ottobre 2013 è «direttore» di Qc. Tra virgolette. Perché guai a prendersi troppo sul serio.
Ultimo post inserito
MAG
30
La strada che porta a San Siro, la «Scala del calcio», è stato un percorso lungo 49 anni. Estremamente tortuoso, passato da stadi pazzeschi...
di Aldo Costa
Aldo Costa
Aldo Costa, torinese, si trasferisce a Favria con tutta la famiglia nel 2002. Il suo lavoro di copywriter freelance gli consente di lavorare ovunque ci sia una connessione internet. Scrive per mestiere, ma anche per passione. Nel 1995 ha pubblicato la raccolta di racconti Ultimo Grado nella collana I licheni, Vivalda e nel 2008 è uscito il suo primo romanzo, L’Inviato di Dio, per Baima & Ronchetti. Poi c'è la trilogia, che comincia con Non è vero Piemme 2014, continua con Giulia dorme e si completa con Destini incrociati. Scrive, ma soprattutto legge molto: una quarantina di libri all'anno. La cattiva notizia è che li commenta tutti. La buona? Non c'è.
Ultimo post inserito
APR
16
Credo che ci siano almeno due modalità per approcciare questo film. Quella del cinico, che lo vede come un “Xfactor” o un “Amici” vissuto dietro le quinte.
di Pietro Franchitti
Pietro Franchitti
Fornese, annata ’92. Recentemente laureato in una laurea triennale in Storia, sta continuando gli studi per la specialistica. Ha una particolare passione per la politica e il cinema. Si sta avvicinando al mondo del giornalismo, magari per farlo diventare in futuro la sua professione. Legge molto ma non perché è interessato alle storie: lo fa per vedere come, e cosa, scrivono i grandi autori, infatti la percentuale di libri che non finisce di leggere è altissima. Totalmente disinteressato a qualsiasi tipo di sport, sia visto che praticato, è un forte sostenitore della vita sedentaria e delle poltrone con lo schienale reclinabile.
Ultimo post inserito
GIU
22
La sociologia ha sempre studiato con attenzione come sia possibile che in tutto il mondo popolazioni totalmente diverse condividano lo stesso metodo per conservare la memoria: le fiabe.
di Andrea
Andrea
Tecnologia, lavoro e gioco: il mondo e' tutto online
Ultimo post inserito
LUG
5
Il mese di luglio coincide con il periodo dei ritiri dei club italiani, che devono sottoporsi ad un'accurata preparazione fisica e tattica per la partenza del campionato del 20 agosto, con amichevoli e tournée in giro per il mondo
di Massimo Andreis
Massimo Andreis
42 anni vissuti a San Francesco al Campo nella campagna che ama a far da proscenio alle Alpi Graie che adora ed al Monviso che lo saluta ogni mattino. Sposato padre di 2 figli ai quali comincia a trasmettere la passione per la fotografia, sportiva soprattutto, lo sci di fondo (da buoni figlioli son tali solo se contraddicono i genitori e preferiscono la discesa), l'amore per il ciclismo, come esempio e filosofia di vita (quello pulito che c'è e deve essere difeso) e dell'hockey ghiaccio sinonimo di forza, dinamicità, equilibrio gioco di squadra e rispetto per l'avversario e la fede granata, altro esempio di vita, dove nessuno ti dà niente e il raggiungimento degli obiettivi attraverso la sofferenza e il sacrificio forgiano il carattere.
Ultimo post inserito
AGO
12
La maglia gialla è di un italiano però, Vincenzo Nibali l’ha indossata per l’ultima volta, adesso la metterà in valigia e la porterà a casa
di Alessandro Ballesio
Alessandro Ballesio
Giornalista canavesano trapiantato a Vercelli, è nato l'anno giusto: il 1976, quando il Giro d'Italia fece tappa a una manciata di chilometri da casa sua, a Ozegna, ma soprattutto quando Pulici, Graziani e Claudio Sala regalarono l'ultimo scudetto e l'unica fede possibile. Cinque anni fa, nel palazzetto dello sport di Castellamonte, ha avuto il privilegio di sfidare a calcetto alcuni dei suoi eroi. Si narra che il Poeta gli abbia rifilato sette tunnel in meno di quindici minuti.
Ultimo post inserito
MAR
18
Un canavesano alla maratona di Gerusalemme, l'ultima grande kermesse prima della visita di Papa Francesco. Il diario dell'impresa, giorno per giorno, in esclusiva su QC
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore