Buon senso per la Città Metropolitana

+ Miei preferiti
Buon senso per la Città Metropolitana
Dismetto per un momento gli abiti dell’osservatore economico, per infilarmi quelli del Sindaco e farvi partecipi di una mia riflessione che ho condiviso con alcuni colleghi Sindaci del territorio ed inoltrato al presidente dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, Piero Fassino.
 
“Egr. Presidente,
 
nella consapevolezza e nella convinzione personale, che il tempo delle riforme “di sostanza” non sia più eludibile, ritengo doveroso sottoporre alla Sua attenzione, in quanto Presidente dell’ANCI Nazionale, questa mia breve riflessione.
Da oltre due anni rivesto il ruolo di Sindaco della Città di Cuorgnè, e pur essendo alla mia prima esperienza amministrativa, confrontandomi con colleghi di più lunga esperienza, emerge l’unicità e la complessità del periodo storico che stiamo vivendo.
Focalizzando la nostra attenzione a tematiche legate prettamente all’aspetto organizzativo dei diversi livelli di governo, alla specificità del nostro territorio in ambito Nazionale (leggasi il considerevole numero di Comuni che fanno parte della Provincia di Torino) e al momento di considerevole revisione (per usare un eufemismo) che andrà ad interessare la nostra comunità: Governo Regionale chiamato al voto, Governo Provinciale in scadenza, molte piccole/medie amministrazioni della Provincia che si sottoporranno al giudizio degli elettori nei prossimi mesi, senza contare la definizione del nuovo Governo e le elezioni Europee, richiederebbero, a mio giudizio, il “buonsenso” di congelare per un tempo ragionevole l’attuazione delle norme legate alla Città Metropolitana.
 
Non dispongo della competenza necessaria per poter valutare se tale ipotetica “sospensione” per un territorio “delimitato” sia attuabile e se si, in che tempi e in che modi.
Avendo però maturato competenze nell’ambito delle revisioni strategiche ed organizzative, ritengo che per rendere efficace ed efficiente questo tipo di riforma strutturale, che dovrà non solo ridefinire i perimetri territoriali, ma anche e soprattutto, identificare gli ambiti di attribuzione delle diverse funzioni, il chi fa, che cosa, spostandole verso un livello superiore (Regione) oppure su un livello inferiore (Comune) non possa prescindere dall’avere delle amministrazioni e degli amministratori pienamente consapevoli del percorso da intraprendere.
 
In attesa di un suo eventuale feedback, le porgo i miei più cordiali saluti.”
 
Beppe Pezzetto
Sindaco della Città di Cuorgnè
Altri post di Giuseppe Pezzetto
MAR
19
Forse sarà colpa del mio carattere... ma mi sono veramente stufato di guardare in televisione gente che urla...
FEB
27
"Quelli che..." i profughi ci hanno rotto i coglioni, dovrebbero non farli sbarcare ... Anche se in effetti ho qualche alloggio sfitto, se pagano bene...
GEN
27
Un'alleanza Canavese-Cuneese? Un progetto strutturato che parta dalla possibilità di stringere i rapporti tra la nostra Banca di Credito Cooperativo e quella di Alba
GEN
20
Un esempio, nella drammaticità di quanto i suoi cittadini stanno vivendo, di quell'Italia che resiste e per cui vale la pena, tutti insieme, di credere e di lavorare...
GEN
15
Quello che è successo sembra una prova generale di attacco su scala globale, che a nostra insaputa ha utilizzato come testa di ponte gli oggetti connessi alla rete, frigoriferi compresi...
Canavese al centro
di Giuseppe Pezzetto
Facebook Icon
Cuorgnatese, Canavesano (come lui ama definirsi) ha da sempre alternato gli impegni professionali con l’impegno sociale: tra le altre cose è stato per anni consigliere dell’Associazione Mastropietro, socio dell’ Unione Cristiana Imprenditori e Dirigenti d’Azienda, della Compagnia San Calisto Caravario, oltre ad essere uno dei fondatori di Resau Entreprende Piemonte. Dal giugno del 2011 è anche Sindaco della Città di Cuorgnè.
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore