Lavoriamo al progetto di acquedotto del Canavese

+ Miei preferiti
Lavoriamo al progetto di acquedotto del Canavese
Ammetto di non aver avuto modo di presenziare ad un primo incontro avuto tra le parti e quindi, al momento, di non essere in possesso di utili elementi che mi consentano di affrontare con adeguata preparazione questo tema,estremamente importante per il nostro territorio. Ritengo che l’ argomento debba essere parte di un più ampio ragionamento utile a disegnare una strategia complessiva tesa a rispondere ad una semplice quanto complessa domanda: come valorizzare le nostre risorse naturali sviluppando politiche di conservazione e miglioramento del nostro eco sistema.

Più volte ho sottolineato come il nostro Canavese abbia la fortuna di insistere su un territorio naturale ricco di potenzialità inespresse capaci di generare importanti ricadute economiche sul territorio stesso. Abbiamo luoghi naturali da proporre ad un turismo crescente che è proprio alla ricerca di queste ambientazioni: per praticare sport outdoor, per soddisfare la domanda di un contatto diretto con luoghi, fauna e flora ancora “naturali”, per riscoprire tradizioni e prodotti dei nostri territori sempre più ricercati (penso all’agricoltura di montagna e a quello che potrebbe generare).

Parte integrante di questo micro sistema: il verde, l’aria e l’acqua.

E’ necessario trovare un giusto equilibrio che sappia coniugare ricadute economiche e conservazione del micro sistema. In sintesi, un utilizzo consapevole ed attento del territorio che passa da politiche fiscali, da investimenti intelligenti, da nuovi modelli culturali, da scelte politiche sulla mobilità sostenibile, dallo sviluppo di nuove forme di turismo, dalla intelligente valorizzazione di luoghi e prodotti che la nostra storia ci ha consegnato, da un mirato marketing territoriale, in sintesi da un cambiamento di paradigmi che sappia utilizzare al meglio i cambiamento in atto coinvolgendo le esperienze e valorizzando i nuovi talenti, i diversi giovani che anche da noi stanno innovando.

Si deve poter dire si a progetti come quello dell’acquedotto canavesano, ma non basandoci soltanto su calcoli economici di breve periodo, bensì su progetti per le future generazioni che abbiano ben chiaro il quadro ed il contesto in cui si sviluppano, un incontro tra esigenze ed interessi che non devono per forza essere contrapposti ma che anzi devono essere sinergici con una visione d’insieme.

Su queste tematiche si giocherà anche il futuro del nostro Canavese e non solo: per quanto mi sarà possibile mi adopererò per mettere sul tavolo nuove progettualità con la consapevolezza che in giro per il mondo le soluzioni sono già state trovate, si tratta di andarle a cercare, innovando, appunto, lo schema di gioco.

Altri post di Giuseppe Pezzetto
DIC
27
Ho il privilegio di guidare una comunità fatta di tante sfumature, di tante storie, che anche quest'anno mi hanno regalato emozioni, sorprese inaspettate, e anche qualche incazzatura...
DIC
11
Detto questo nella mia esperienza diretta devo constatare, e non me ne vogliano i colleghi maschi, che le donne hanno una marcia in più; più determinazione, più senso del dovere, più sensibilità...
DIC
3
La classica goccia che ha fatto traboccare il vaso, almeno qui in Canavese, è quella recentemente espressa da parte di alcuni «ambientalisti» sul Giro d'Italia
NOV
16
Ero tra quelli che la scorsa settimana hanno manifestato in modo educato e composto in quel di piazza Castello a Torino, per sottolineare un sentimento diffuso di malessere e di ritrovato orgoglio al tempo stesso...
NOV
2
Viviamo in un territorio che sempre più manifesta le proprie fragilità difronte a cambiamenti climatici sempre più repentini e con intensità crescenti...
Canavese al centro
di Giuseppe Pezzetto
Twitter IconFacebook Icon
Cuorgnatese, Canavesano (come lui ama definirsi) ha da sempre alternato gli impegni professionali con l’impegno sociale: tra le altre cose è stato per anni consigliere dell’Associazione Mastropietro, socio dell’ Unione Cristiana Imprenditori e Dirigenti d’Azienda, della Compagnia San Calisto Caravario, oltre ad essere uno dei fondatori di Resau Entreprende Piemonte. Dal giugno del 2011 è anche Sindaco della Città di Cuorgnè.
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore