Occorre riposizionare il Canavese: una nuova realtà da costruire e su cui confrontarsi

+ Miei preferiti
Occorre riposizionare il Canavese: una nuova realtà da costruire e su cui confrontarsi
Con gli ultimi incontri territoriali, l'area del distretto della Città Metropolitana individuato come "Canavese Occidentale" può definirsi definitivo. Questo nuovo "perimetro" ci offre l'opportunità di tornare a ripensare il nostro territorio, come un'area vasta, abitata da oltre 80.000 persone e tra le più estese con i suoi 970 kmq, fatto di specificità, e al contempo identificabile come area "omogenea", su cui elaborare ipotesi di sviluppo di medio e soprattutto di lungo periodo.
 
Si tratta di posizionare il nostro territorio sia all'interno della Città Metropolitana sia verso l'esterno. Dobbiamo individuare un "brand" del nostro territorio concreto e spendibile (immagino la suggestione del verde Canavese che culmina nel Parco Nazionale del Gran Paradiso). Dobbiamo puntare su una mobilità sostenibile ed anche su un nuovo sviluppo, da affiancare a quello tradizionale, che passa dalla riscoperta di attività che adeguate ai nuovi modelli organizzativi e tecnologici, valorizzino le produzioni locali e i paesaggi in cui si possono sviluppare, aprendo alla creatività dei nostri giovani. 
 
Politicamente ed amministrativamente, dobbiamo ricondurre in questo nuovo spazio le diverse iniziative esistenti. Paradossalmente sarà proprio questo nuovo perimetro geografico e politico, su cui insisteranno le diverse istanze, ad obbligarci, tutti, ognuno per le proprie specificità, a ragionare insieme come "distretto del Canavese".
 
In questo contesto, ritengo si debba cogliere l'opportunità e la sfida di ridisegnare il nostro nuovo Canavese.
Altri post di Giuseppe Pezzetto
LUG
24
Partiamo proprio dal "dosso", croce e delizia (confido, non solo della mia amministrazione): come direbbero Elio e le Storie Tese, "il dosso se lo conosci lo eviti"...
GIU
25
Si è chiusa per Cuorgnè una 2 giorni fatta di tante cose: sport, emozioni, orgoglio, complimenti e lamentele.
GIU
19
In questi giorni ho ricevuto commenti positivi e negativi a proposito (ed alcuni a sproposito) sull'evento nazionale di Paraciclismo che la nostra Città si appresta a vivere venerdì 23 (pomeriggio) e nella giornata di sabato 24.
MAG
3
Non credo assolutamente che entrare a far parte di una Banca di Credito Cooperativo, come la Banca d'Alba, sia una minusvalenza: anzi, credo che questo possa essere un elemento per rafforzare il nostro territorio
APR
25
Dando per scontato che i giovani siano un po' incazzati, confido molto nella loro "fame di possibilità". Vi auguro un nuovo 25 Aprile, ma senza la tragedia della guerra: conto su di Voi
Canavese al centro
di Giuseppe Pezzetto
Facebook Icon
Cuorgnatese, Canavesano (come lui ama definirsi) ha da sempre alternato gli impegni professionali con l’impegno sociale: tra le altre cose è stato per anni consigliere dell’Associazione Mastropietro, socio dell’ Unione Cristiana Imprenditori e Dirigenti d’Azienda, della Compagnia San Calisto Caravario, oltre ad essere uno dei fondatori di Resau Entreprende Piemonte. Dal giugno del 2011 è anche Sindaco della Città di Cuorgnè.
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore