E se i piemontesi non andassero più a Saint-Vincent e Sanremo a giocare?

+ Miei preferiti
E se i piemontesi non andassero più a Saint-Vincent e Sanremo a giocare?
Negli ultimi anni il gioco d’azzardo si è mostrato come una realtà in continua a scesa in Italia, a discapito di altri tipo di intrattenimento, ma anche dei casinò classici, quelli presenti sul territorio. Questo fenomeno è particolarmente sensibile in Piemonte, e soprattutto a Torino, una grande e ricca città che si trova nei pressi di due tra i più grandi casinò italiani: Sanremo e Saint Vincent.

Lo scommettitore tipo
Le ricerche effettuate da diverse agenzie nel corso del 2015 e 2016 hanno tracciato una mappa dei giochi casinò online in Italia. Il risultato è particolarmente interessante da valutare, in quanto emergono alcuni elementi principali. La prima questione è il sesso del giocatore tipo, che nella stragrande maggioranza dei casi è uomo, le donne invece non hanno una grande abitudine ad utilizzare il gioco d’azzardo come passatempo, online o sul territorio. Quando però una donna gioca, lo fa spendendo una cifra del 20% più elevata rispetto ai suoi connazionali maschi. Lo scommettitore tipo ha un’età superiore ai 25 anni e inferiore ai 45. 

Una tendenza al rialzo
Nel corso degli ultimi decenni la quantità di persone che si dedica al gioco d’azzardo è rimasta, per vario tempo, praticamente stabile, con minime variazioni nel tempo. Il fenomeno è però cambiato a partire dal 2014 e negli anni successivi. Oggi la quota di italiani che ogni anno scommette è sempre più elevata; questo è avvenuto soprattutto grazie siti di scommesse online, che nel nostro paese sono una novità relativamente recente. Nel resto d’Europa infatti questi siti sono ampiamente sfruttati da vario tempo, cosa che li porta ad essere già in fase recessiva. In Italia invece stiamo ancora cavalcando l’onda lunga della novità, che porta un numero sempre crescente di persone a scommettere, spesso sui tavoli da gioco più semplici e banali, o con le slot machines.

In Piemonte
In Piemonte il fenomeno non è così evidente rispetto ad altre regioni, come la Lombardia o la Puglia. Certo è che il piemontese tipo oggi ama sempre più giocare, ma soprattutto sui siti internet. Ormai è passata l’era del giocatore d’azzardo ben vestito che andava al casinò a fare nottata. Il giocatore tipo del 2017 è una persona abbastanza giovane, che si dedica ai suoi giochi preferiti direttamente dal soggiorno di casa, o anche dallo smartphone, grazie alle tante proposte disponibili in rete.

Altri post di Andrea
LUG
25
Abbiamo stilato una lista delle canzoni più iconiche per tutti gli appassionati di musica che vogliono trovare l'ispirazione per una festa davvero unica
LUG
5
Il mese di luglio coincide con il periodo dei ritiri dei club italiani, che devono sottoporsi ad un'accurata preparazione fisica e tattica per la partenza del campionato del 20 agosto, con amichevoli e tournée in giro per il mondo
LUG
3
Nel corso del 2016 gli italiani hanno giocato ben 95 miliardi di euro: 260 milioni al giorno, 3.012 euro al secondo. Un incremento di 7 miliardi di euro, ossia l’8% in più rispetto agli 88 miliardi spesi nell’anno precedente
GIU
28
Gli starlight però non stanno diventando popolari solo per il fascino che trasmettono ma anche perché possono essere utilizzati in mille modi differenti.
GIU
20
Per la prima volta è possibile misurare con precisione e cognizione di causa l’andamento dei PIR, e dopo tutta una serie di dichiarazioni e polemiche che si sono sprecate a favore o contro questi prodotti, si può tracciare un primo bilancio
Freetime
di Andrea
Tecnologia, lavoro e gioco: il mondo e' tutto online
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore