Spauracchio inflazione: ma gli italiani lo sanno?

+ Miei preferiti
Spauracchio inflazione: ma gli italiani lo sanno?
Nel 2018 Bankitalia ha registrato uno stock di liquidità pari a 1400 miliardi, tra conti correnti, depositi e contanti; un aumento importante rispetto al 2008, anno di inizio della crisi economia (+300 miliardi). Cresce il risparmio delle famiglie, dunque, ma non la conoscenza dei fenomeni microeconomici. Il denaro, infatti, è una merce, e come tale si deteriora, perdendo valore. Uno dei principali fattori che producono una perdita di valore del capitale si chiama inflazione, un fattore decisamente sottovalutato dai risparmiatori. Chi oggi ha qualche primavera alle spalle la conosce bene; meno i più giovani. Che cosa accade?

L’inflazione, fondamentalmente, rappresenta l’aumento dei prezzi in un dato periodo. Poiché il costo della vita tende, su un orizzonte medio, a crescere, il denaro non possiede sempre il medesimo valore. Se oggi con 100€ posso acquistare un certo bene, con un’inflazione annua dell’1% (quindi molto bassa), lo stesso bene avrà un costo di 101€ l’anno prossimo, e pertanto la stessa banconota da 100€ avrà un potere d’acquisto inferiore rispetto a 365 giorni prima. Lasciare i soldi in un conto corrente, alla luce di ciò, non è una buona soluzione. E’ vero, ormai l’inflazione non raggiunge più i picchi di qualche stagione fa. La BCE ha tra i compiti previsti dal proprio statuto - possiamo dire tranquillamente che si tratti del suo principale obiettivo, quello della stabilità dei prezzi. Il 2% è il massimo di inflazione consentita nell’Unione Europea, e difficilmente tale target viene sforato. Tuttavia, siamo comunque di fronte ad un fenomeno che, sul lungo periodo, produrrà un’erosione di capitale importante: il 30% in 20 anni! Si capisce, pertanto, come quello dell’inflazione sia un fattore assolutamente da non sottovalutare. Quali soluzioni adottare?

I dati ci mostrano una situazione non positiva per il nostro paese. Infatti, gli italiani sono tra coloro i quali possono vantare, si fa per dire, una scarsa educazione finanziaria. Pregiudizi, non del tutto infondati, va detto, abitudini ataviche e tradizioni compongono un mix letale per le tasche di milioni di famiglie del nostro paese. La cosa migliore da fare, come osservato giustamente da Galvani, è investire. Esistono diverse proposte sul mercato, confacenti a tutte le possibilità e, ancora più importante, a tutti gli obiettivi. Moneyfarm, ad esempio, ha di recente lanciato una nuova strategia, più aggressiva delle precedenti, in cui l’esposizione azionaria, che varia dal 75 al 90% promette rendimenti importanti, controbilanciati da un rischio contenuto. La scelta, prendiamo ancora in prestito le parole di Galvani, non è tra il rischio di perdere tutto e la sicurezza, ma tra un rischio controllato e la certezza di perdere denaro. Naturalmente, le scelte devono rispettare principalmente l’orizzonte che il risparmiatore si è prefissato. In un mondo in cui la liquidità non è sempre sinonimo di belle sorprese, ognuno di noi deve essere in grado di stabilire obiettivi concreti ed un giusto tempo per realizzarli. Per questa ragione, rivolgersi ad una società di consulenza è sicuramente l’idea migliore in assoluto.

Altri post di Andrea
GIU
28
Il Tour de France si avvicina e quella del 2019 si preannuncia una edizione semplicemente spettacolare. La Grande Boucle inizierà il prossimo 6 luglio, da Bruxelles, in Belgio, in onore del «Cannibale» Eddy Merckx
APR
9
I dati più recenti non mostrano le flessioni previste circa gli annunci di Governo in merito alle limitazioni che saranno introdotte dal Decreto Dignità
FEB
21
Tutti in attesa del pazzo martedì grasso? La folle data per gli amanti del Carnevale si avvicina e tutti, dai più creativi a chi, al contrario, è a corto di idee, si lanciano alla ricerca del travestimento ideale
FEB
20
Alla ricerca di un vero cambiamento
FEB
11
Ormai è cosa risaputa tra gli imprenditori: o si cresce o si regredisce. Questa è la triste realtà che l'economia moderna pone di fronte
Freetime
di Andrea
Tecnologia, lavoro e gioco: il mondo e' tutto online
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore