Favole moderne: dai fratelli Grimm a Don Draper

+ Miei preferiti
Favole moderne: dai fratelli Grimm a Don Draper
La sociologia ha sempre studiato con attenzione come sia possibile che in tutto il mondo popolazioni totalmente diverse  condividano lo stesso metodo per conservare la memoria: le fiabe.

La spiegazione é semplice. Le fiabe sono immediate e possono veicolare senza difficoltà messaggi complessi. Gli animali, perfetti stereotipi dei vizi e delle virtù degli uomini, insegnano ai giovani cosa bisogna e non bisogna fare.

La cultura occidentale ha fatto un passo avanti su questo tema. Alle fiabe si sono sostituite le favole in cui sono esseri umani, pur sempre stereotipati, a insegnare cos'è giusto ai giovani. Introducendo gli esseri umani gli autori di favole e ringraziamo i fratelli Grimm per questo (anche se molti studi hanno ridimensionato l'importanza della loro influenza) hanno potuto creare una nuova "ricompensa". I personaggi delle favole infatti raramente combattono per la altissimi ideali. Il loro obiettivo è quasi sempre il "per sempre felici e contenti": l'amore dirompente è indissolubile.

Saltiamo a pié pari l'opera di Walt Disney, che ha messo in movimento queste favole rendendole ancora più saldamente parte della cultura popolare, e arriviamo ad Hollywood. Il cinema porta ancora fieramente e saldamente avanti l'idea del "per sempre felici e contenti" aggiungendo un tocco di spettacolarità. Nei film l'amore (ma solo quello vero che si scopre dopo almeno un'ora e mezza di peripezie e tira e molla) é quella cosa che ti permette di arrivare come un proiettile in aeroporto quasi sfondando le vetrate con la macchina, di scendere urlando e di provare a forzare i controlli di sicurezza mentre le forze dell'ordine guardano la scena con gli occhi a cuore e un sorriso dolce sulle labbra. Nella realtà si verrebbe abbattuti in quanto potenziali terroristi dopo pochi passi.
L'eroe (che da principe azzurro é diventato un uomo qualunque, magari anche un po' bruttino) ottiene sempre, grazie a questi gesti clamorosi, la bellissima e irraggiungibile partner. E saranno "per sempre felici e contenti".

Chiosa cruda e realista a questo veloce riassunto la fa il geniale e carismatico pubblicitario Don Draper della serie Mad Men (volenti o nolenti Hollywood ci mette sempre lo zampino): "Per amore lei intende quel fulmine che ti spacca il cuore, che non ti fa mangiare né lavorare, che ti porta di corsa a sposarti e a fare figli? Il motivo per cui non l'ha provato è che non esiste: quel tipo di amore è stato inventato da quelli come me per vendere calze".

Altri post di Pietro Franchitti
MAG
30
La nascita del progetto che ha portato Diderot e d’Alembert a creare l’Enciclopedia fu la naturale conclusione di secoli di filosofia...
NOV
21
Moltissimi paesi sono arrivati a considerare la costruzione di muri una soluzione. Basta tenerli fuori o al massimo farli tornare indietro. Sono soprattutto i paesi est-europei a creare muri, noi centro europei siamo più civili...
NOV
10
La democrazia è un’invenzione greca ma ad Atene ad avere diritto di voto era una piccolissima percentuale, ritenuta qualificata, della popolazione...
MAR
13
Ufficialmente, in Italia dal 1934 fino a fine guerra non ha mai piovuto. Fra gli infiniti ordini trasmessi ai giornali c’era anche quello di non scrivere mai articoli su piogge, nubifragi e alluvioni...
NOV
30
A Parigi la televisione ha scatenato i reporter d’assalto, gli sciacalli, che in pochissimo tempo hanno intervistato chiunque si sia anche solo avvicinato ai luoghi degli attentati
Il domani di ieri
di Pietro Franchitti
Facebook Icon
Fornese, annata ’92. Recentemente laureato in una laurea triennale in Storia, sta continuando gli studi per la specialistica. Ha una particolare passione per la politica e il cinema. Si sta avvicinando al mondo del giornalismo, magari per farlo diventare in futuro la sua professione. Legge molto ma non perché è interessato alle storie: lo fa per vedere come, e cosa, scrivono i grandi autori, infatti la percentuale di libri che non finisce di leggere è altissima. Totalmente disinteressato a qualsiasi tipo di sport, sia visto che praticato, è un forte sostenitore della vita sedentaria e delle poltrone con lo schienale reclinabile.
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore