De profundis blu - dal blog di Giorgio Cortese

+ Miei preferiti
De profundis blu - dal blog di Giorgio Cortese
Ci sono giorni in cui il cielo apre il sipario e lascia cadere il blu in verticale e, poi ci sono giorni che il blu lo trovi dipinto nei parcheggi!

Ma il colore blu è inafferrabile! Blu, o azzurro, possono essere il titolo di una canzone. Se provo a chiedere alle persone che incontro quale sia il loro colore preferito, la maggior parte mi risponde con blu ad esclusione di quello dipinto nelle strisce dei parcheggi!

Beh, grande parte del mondo è blu, dal cielo al mare, c’è un’infinita varietà di blu. Per degli occhi distratti il blu è sempre blu. Solo dopo, quando mi soffermo a guardare il cielo e il mare, ad accarezzare con gli occhi il paesaggio, ne scopro altre tonalità, il blu-grigio, il blu-notte, il blu-mare, il blu scuro, il blu lavanda e il blu parcheggio!

E sì, dopo aver visto i parcheggi ridipinti da bianchi a blu l’animo diventa nero, la faccia rossa su quanto deve pagare e non è sicuramente un quadro impressionista. Ma il blu è sempre blu, dal blu melanzana, nelle sere di temporale, al blu verde, per finire al blu rame del tramonto, quando il sole mi saluta dietro i monti.

Ma attenzione il blu è la bellezza, ma non la verità. In inglese, infatti, si dice true blue, ma è un giochetto, una rima: ora c’è, ora non più, peccato che le strisce blu ed il balzello simile ad un banno medievale sono sempre lì!

Sì il blu è un colore profondamente ambiguo, anche il blu più intenso ha le sue sfumature. Blu è gloria e potere, un’onda, una particella, una vibrazione, una risonanza, uno spirito, una passione, un ricordo, una vanità, una metafora, un sogno.

Blu è il possibile canto “De profundis”, perchè se le strisce blu non daranno il loro effetto ma solo proteste saranno la pietra tombale di chi ha fatto ridipingere i parcheggi di blu. Ma attenzione il blu è astuto, sornione, sguscia nella strada di sbieco, è subdolo e scaltro e se non paghi il parchimetro paghi la multa.

Questa storia parla del colore blu, e al pari del blu non vi è niente di vero perchè ci sono intesità di blu anche oltre il blu più limpido che ognuno di noi può immaginare.

Altri post di Giorgio Cortese
SET
16
Oggi voglio parlare di due manufatti pubblici, che appartengono a tutti noi, una semplice fioriera ed un breve tratto di marciapiede, sui quali cade la nostra attenzione...
SET
3
Davanti ho un signore con un bambino. Vedo che estrae dalla tasca un pacchetto di sigarette e se accende una... Poi con nonchalance prende il pacchetto e lo butta per terra...
AGO
19
«Italiani, popolo di eroi, di santi, di poeti, di artisti, di navigatori, di colonizzatori, di trasmigratori...»
AGO
14
Forse la vera sfida non è fermare l'immigrazione in maniera sorda o dare «dignita» al lavoro precario, ma dare la sicurezza a tutti noi perchè il ponte, il viadotto, la strada per andare al lavoro o il treno, non siano la nostra tomba...
AGO
8
Oggigiorno, invece di andare avanti, torniamo indietro e il Canavese viene sempre più marginalizzato negli spostamenti su rotaia... per non parlare di quelli su gomma...
Il quotidiano passo
di Giorgio Cortese
Facebook Icon
Impiegato bancario, dal 1978, i miei hobby ed interessi sono la famiglia, scrivere, leggere libri di Storia, giardinaggio. Donatore di sangue dal 1981, abito a Favria, con sincera passione innamorato del territorio in cui vivo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore