Facile dire Spread...

+ Miei preferiti
Facile dire Spread...
Questa parola la sentiamo sempre più spesso nei telegiornali,  la leggiamo nei giornali, sui social e viene citata ultimamente spesso nei discorsi tra conoscenti. Ma che cosa è lo spread? Spread, vuole dire in inglese,. diffusione, espansione, deriva dal verbo to spread , di origine tedesca. In borsa è un contratto a premio mediante il quale uno dei contraenti si riserva la facoltà, nel giorno della scadenza stabilito dal calendario di borsa, di acquistare o vendere i titoli o di abbandonare il premio, ma oggi è riferito anche alla differenza tra i livelli di quotazione di un titolo o fra tassi di interesse, o anche differenza riferita ad altre grandezze economiche, come, per esempio, il divario tra costo e ricavato di un’operazione. 

Oggigiorno le difficoltà nella creazione del nuovo governo che si protraggono da quasi 3 mesi hanno di nuovo portato alla ribalta il termine spread. Il divario, per tradurre in italiano lo spread,  indica la differenza  di rendimento tra titoli di stato italiano, emessi dall’Italia, BTP a 10 anni e gli equivalenti tedeschi.  Il rendimento dei titoli di stato, scusate il gioco di parole è un ottimo indicatore dello stato di salute dell’economia di un paese. Infatti più il sistema è solido, meno i titoli sono rischiosi e offrono quindi agli investitori rendimenti più bassi.  In altre parole, lo spread tra i BTP italiani e i Bund tedeschi indica quanto sia più rischioso prestare i soldi all’Italia rispetto alla Germania, considerata particolarmente affidabile grazie all’eccezionale solidità della sua economia. 

L’aumento dello spread  colpisce prima il debito pubblico italiano che aumenta, e con l’aumento dei tassi di interesse lo Stato Italiano, noi insomma, è costretto  spendere di più per finanziare il proprio debito, cioè per pagare gli interessi a chi ha acquistato BTP, innescando una spirale negativa dalla quale è sempre più difficile uscire. Insomma debiti su debiti. Poi questo maligno spread tocca tutti noi sulla nostra economia, aumentano  nel breve se permane lo spread alto i tassi di interesse e rende più difficile l’accesso al credito da parte delle aziende italiane, degli artigianim commercianti ed i piccoli imprenditori che sono l’ossatura economica del paese, rendendole così meno competitive rispetto a quelle straniere. 

Lo stesso effetto negativo rischia di fare aumentare il costo dei mutui e prestiti anche per noi privati cittadini, innescando così una nuova stretta su  acquisti ed investimenti  dalla quale eramo appena usciti dopo  la grande crisi di 10 anni fa. Come avete potuto capire, quando il differenziale schizza alle stelle diventa mostro-spread  e quando rimane nella norma  ritona nell’oblio , ma in sostanza diventiamo sempre più poveri e  il ceto medio diventa sempre più  povero e si allarga il divario con chi è ricco, che amarezza che le persone elette pensano alle poltrone, ai nomi a roboanti programmi e poi dicono che difendono gli interessi degli italiani, e si è facile dire spread! (blog di Giorgio Cortese)

Altri post di Giorgio Cortese
SET
16
Oggi voglio parlare di due manufatti pubblici, che appartengono a tutti noi, una semplice fioriera ed un breve tratto di marciapiede, sui quali cade la nostra attenzione...
SET
3
Davanti ho un signore con un bambino. Vedo che estrae dalla tasca un pacchetto di sigarette e se accende una... Poi con nonchalance prende il pacchetto e lo butta per terra...
AGO
19
«Italiani, popolo di eroi, di santi, di poeti, di artisti, di navigatori, di colonizzatori, di trasmigratori...»
AGO
14
Forse la vera sfida non è fermare l'immigrazione in maniera sorda o dare «dignita» al lavoro precario, ma dare la sicurezza a tutti noi perchè il ponte, il viadotto, la strada per andare al lavoro o il treno, non siano la nostra tomba...
AGO
8
Oggigiorno, invece di andare avanti, torniamo indietro e il Canavese viene sempre più marginalizzato negli spostamenti su rotaia... per non parlare di quelli su gomma...
Il quotidiano passo
di Giorgio Cortese
Facebook Icon
Impiegato bancario, dal 1978, i miei hobby ed interessi sono la famiglia, scrivere, leggere libri di Storia, giardinaggio. Donatore di sangue dal 1981, abito a Favria, con sincera passione innamorato del territorio in cui vivo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore