I compagni di una vita: i ricordi!

+ Miei preferiti
I compagni di una vita: i ricordi!
Pensando alle mitiche Baracche di Ceresole, mi è venuta in mente questa breve riflessione. Nel silenzio i miei ricordi prendono forma, si animano, profumano di emozioni incancellabili. Nella mia vita gli oggetti che mi porterò sempre dietro e che nessuno può rubarmi è il bagaglio dei ricordi. Nel corso della vita di un essere umano solo individuo, solo tre cose non sono sottoposte alle leggi del tempo: i sogni, i ricordi, l'amore.  Ed è soprattutto verso sera che riapro la bisaccia dei ricordi nell’animo, quando sento il bisogno di respirare un sogno, ancora una volta. I ricordi sono immagini indelebili, che rimangono in eterno nell’animo.

Se i ricordi potessero trasformarsi in cibo, io potrei far cessare la fame nel mondo, ne  ho cosi pieno l'animo, che non riesco più a contenerli, della mia vita non rinnego gli sbagli commessi, li ricordo e ne faccio di nuovi, perché si sa di rimpianti non si vive, ma di ricordi si. Dalle stanze dell’animo dove si trovano i  ricordi, fluiscono nella mente e fluttuano come onde nel sospiro e soffici si infrangono  in tutto l’animo. Sono  reminiscenze che profumano di un tempo già andato, sono petali vellutati di memoria delle persone che ho conosciuto di momenti di gioia e anche tristi. Nel mio animo ci  sono delle camere nella casa dei ricordi, dove il signor Rimpianto e la signora Nostalgia,  hanno sempre  il libero accesso. 

Certi giorni, pensando ai ricordi mi sembrano una colonna sonora, ma non solo suoni, ma anche profumi che con il loro pungente incitare l’olfatto danno vita a un’orchestra di note musicali, dove ad ogni capoverso ricordo con piacere ed affetto i miei genitori e i miei compagni di giochi da bambino, il ricordo di quando stare con gli amici e con i miei cari era fonte di gioia e genuino  divertimento, allora vivevano tutti davvero, non virtualmente dietro una maschera di false emozioni. Nella vita di ogni giorno sono ciò che porto dentro, pensieri, emozioni, sentimenti. Sono il mio passato, con i ricordi della mia personale storia. Sono la sintesi di un’infinità di momenti vissuti, che mi hanno toccato, sfiorato, segnato e anche cambiato, ieri  è l'oggi finito, il domani è il presente che  ritorna, infatti i ricordi del passato aiutano a costruire le azioni del presente, che diventeranno a loro volta ricordi, nel futuro. 

Il mio passato lo riguardo sempre con piacere. Ritrovo le cose belle che ho vissuto, che ho voluto e che mai potrò dimenticare. Non posso cancellare i ricordi, le mie reminiscenze formano una trama ricamata con il mio animo. Tanto tempo fa, una saggia persona mi aveva detto di conservare i ricordi più belli nell'angolo più luminoso dell'animo, perché mi  saranno serviti a colorare con vivida luce i giorni e le notti buie e solitarie ed è vero c’è l’ambizione all'eternità ignorando l'eternità dell’inimitabile personale storia che illumina sempre il nostro cammino. Certo tutto ciò che è stato non potrà essere mai dimenticato, a volte verso sera lascio un libro aperto, perché il fruscio di quell'ultima pagina da voltare sia già come lo ricorderò tutta la vita, e diventerà il rumore più assordante che avrò mai ascoltato. Nella vita quotidiana una delle poche certezze che mi saranno sempre vicini e compagni per tutta la vita, l’essenza della vita stessa,  sono loro i ricordi.

Altri post di Giorgio Cortese
MAG
20
Purtroppo oggi siamo inflazionati dai sorrisi, umani e quelli delle “faccine” sui social forum e probabilmente per ripartire questa società oltre al lavoro ha anche bisogno di imparare a riappropriarsi del vero senso del sorriso
APR
24
Fermiamoci un attimo al xxv aprile e ricordiamolo ai nostri figli e alle giovani generazioni che se possono dire, pensare, ascoltare e vedere ciò che vogliono senza divieti non è per diritto divino ma per il sacrificio di tante persone
MAR
26
L’amico e collega Matteo mi ha recentemente fatto notare come la nostra amata lingua italiana sia sempre più sommersa da termini esterofili che vengono usati a sproposito
MAR
18
Ricordo a chi mi legge che nessuno di noi è un’isola, completo in se stesso, ma siamo tutti dei pezzi che contribuiamo a rende migliore il luogo dove siamo nati o dove abbiamo deciso di abitare
FEB
27
La cosa che mi fa più rabbia è che la gente non è per niente consapevole di quel che dice e scrive, non si rende conto delle rappresentazioni sociali che stanno dietro alle loro parole
Il quotidiano passo
di Giorgio Cortese
Facebook Icon
Impiegato bancario, dal 1978, i miei hobby ed interessi sono la famiglia, scrivere, leggere libri di Storia, giardinaggio. Donatore di sangue dal 1981, abito a Favria, con sincera passione innamorato del territorio in cui vivo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore