Il sorriso

+ Miei preferiti
Il sorriso
Questa mattina andando a lavorare, causa mercato non ho parcheggiato al solito posto. In quella piazza ho visto una persona straniera con la pelle diversa dalla mia, un essere umano, che raccoglieva con garbo la cartaccia nella piazza lasciata da tanti italiani incivili. Scendo dall’auto e ci osserviamo, faccio un segno di saluto con la mano, ed ecco che il suo sguardo smarrito ed impacciato si illumina di luce e risponde al mio saluto. Credetemi: la giornata era nuvolosa ma per me era sorto un sole splendente di calore umano. Quello che serbo di ricordo del fugace incontro è il sorriso, subito il mio saluto.

Pensavo a quanto siamo unici e simili come esseri umani, come e perché lo siamo ha stimolato per secoli la curiosità di scienziati, filosofi e grandi statisti. Esco alla sera dal lavoro e vedo su delle panchine un gruppo di giovani “digitali” sempre connessi allo smartphone, in simbiosi permanente con la tecnologia, che sorridono  facendosi dei “selfie”. Ebbene, ho guardato e riguardato i loro sorrisi e mi è sembrato che quello di questi ragazzi è un sorriso che dura meno a lungo di quello sincero della mattina diuna persona sconosciuta. Forse, questi ragazzi, ma anche tutti noi stiamo perdendo ad imparare che il vero sorriso, prima che dalla bocca nasce dal profondo dell’animo.

Oggi si possono fare fotografie e filmati e subito metterli in rete, non esistono più i negativi e con questa tecnologia evoluta si possono fare centinaia e migliaia di foto su tutto quello che è fotografabile. Ma forse nel fare continuamente foto a noi stessi e amici nei selfie, con sorrisi e smorfie crediamo di avere il tempo, di possederlo perché lo fotografiamo,  invece di essere e di vivere bene il presente. Purtroppo oggi siamo inflazionati dai sorrisi, umani e quelli delle “faccine” sui social forum e probabilmente per ripartire questa società oltre al lavoro ha anche bisogno di imparare a riappropriarsi del vero senso del sorriso. (blog di Giorgio Cortese)

Altri post di Giorgio Cortese
SET
15
Sul territorio Canavesano verrà costruito un nuovo centro commerciale. Ritengo i grandi centri dei luoghi dove le relazioni umane sono inesistenti, uno spazio fisico che è il non luogo, contrapposto ai classici luoghi di incontro
SET
7
Il Canavese è la nostra terra e chi viene ad abitare qua deve vivere con le nostre regole, se qualcuno cerca di imporre le proprie evitiamo di sentirci colpevolizzati come razzisti...
SET
2
Sono Canavesano e sinceramente innamorato del territorio in cui vivo e a volte rimango amareggiato e anche confuso nell'animo, nel vedere quanto sia distante la classe politica dai problemi reali del territorio
AGO
20
Pertanto, il rispetto delle regole, così come il rispetto per gli altri, va insegnato e coltivato sin dalla più tenera età sempre usato come stella polare e non in base alla convenienza del momento...
AGO
14
Sabato sono rimasto come migliaia di altri concittadini in Canavese senza connessione, il telefono di casa e lo smartphone, geniale strumento, erano muti...
Il quotidiano passo
di Giorgio Cortese
Facebook Icon
Impiegato bancario, dal 1978, i miei hobby ed interessi sono la famiglia, scrivere, leggere libri di Storia, giardinaggio. Donatore di sangue dal 1981, abito a Favria, con sincera passione innamorato del territorio in cui vivo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore