La musica è un passepartout!

+ Miei preferiti
La musica è un passepartout!
Ascoltando il  tradizionale concerto bandistico delle Festa Patronale rifletto che c'è un unica armonia tra natura e anima e questa è la musica! La musica è dentro di noi, basta che ci sintonizziamo alla giusta frequenza per ascoltarla proprio come questa sera. Ho notato tra i partecipanti  numerosi giovani.

La  formazione musicale delle giovani generazioni è un aspetto fondamentale della creazione del capitale umano e sociale della nostra Comunità. Personalmente credo che una carta vincente per superare l’attuale crisi sia il puntare con più decisione sulle giovani generazioni, sulla loro formazione, sviluppando e valorizzando i talenti, offrendo loro una gamma ancora più ampia di opportunità per consentirgli di dimostrare il loro valore.

Sempre più spesso i nostri  giovani ci ricordano, a volte anche con  rabbia e  amarezza, che il loro futuro è stato rubato, che per loro si sono spente le luci della speranza. Io credo che abbiano ragione e che noi adulti siamo tutti in debito nei loro confronti, non di assistenzialismo o di capacità di soddisfare i loro bisogni consumisitici, spesso effimeri o indotti, ma noi dobbiamo restituire loro fiducia e speranza.

Una buona formazione e la certezza di un lavoro rappresentano senza dubbio il miglior modo per consentire ai giovani di riprendersi il futuro. La Filarmonica Favriese nel suo piccolo con il suo Direttivo, il Maestro Alberto ed il Presidente Adriano credono che la musica  debba avere un posto importante dentro la valigia che accompagnerà i giovani nel viaggio della loro vita. Perché  la  musica è un passepartout, facilita la comunicazione tra le persone, lo stare insieme e la socializzazione, da senso alla fatica e all’impegno quotidiano, e consente la creazione di armonie non solo musicali ma anche relazionali e sociali. E allora quando sento suonare la Filarmonica Favriese sento nel mio corpo  un brivido che mi percorre, mentre li  sto ascoltando perché la musica è una poesia melodiosa che non conosce barriere, sa come entrare nel mio animo e sedersi in prima fila, proprio come gli spettatori del concerto di questa sera nella piazzetta dell’Oratorio a Favria.

Favria,
Giorgio Cortese

Galleria fotografica
La musica è un passepartout! - immagine 1
La musica è un passepartout! - immagine 2
La musica è un passepartout! - immagine 3
La musica è un passepartout! - immagine 4
Altri post di Giorgio Cortese
LUG
21
Forse la madre dei problemi non è lo ius soli o gli immigrati che arrivano sempre più numerosi ma il diritto al lavoro, lo "Ius ad operandum": il lavoro oggi in Italia non deve essere un dono gentilmente concesso a pochi
LUG
6
Per l’atteggiamento di chi ad una donna in coma taglia il dito per asportare l’anello si potrebbe parlare di mascalzone, ovvero persona priva di scrupoli e di scarso senso morale. Uno che compie azioni disoneste...
GIU
24
Ogni giorno chi va a piedi o in a bicicletta, cammina o  pedala per lavoro o per hobby deve lottare contro la cronica mancanza di marciapiedi e piste ciclabili
GIU
19
Pensando al mio amato Canavese potrei partire dal “Salve Piemonte” che cantava il poeta Giosuè Carducci nella sua celebre lirica dedicata alle vette, ai ghiacciai e ai fiumi del nostro territorio.
MAG
30
Trovo attualmente che ci sia in Favria un clima surreale, tante persone che incontro si lamentano ma non vogliono mettersi in gioco... chissà poi perché!
Il quotidiano passo
di Giorgio Cortese
Facebook Icon
Impiegato bancario, dal 1978, i miei hobby ed interessi sono la famiglia, scrivere, leggere libri di Storia, giardinaggio. Donatore di sangue dal 1981, abito a Favria, con sincera passione innamorato del territorio in cui vivo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore