Lettera aperta ai vandali del parco

+ Miei preferiti
Lettera aperta ai vandali del parco
Cari ignoti vandali del bene pubblico favriese, questa non vuole essere una reprimenda, una morale o una semplice ramanzina. E' una riflessione che voglio fare pubblicamente. Avrei voglia di chiamarvi per nome,  perché dopo il vile gesto che avete compiuto, avete scelto di fuggire. E così siete scappati anche da voi stessi; fuggiti come chi, in fondo, sa di aver sbagliato ma non trova altra via se non quella della fuga. 

Cari ignoti vandali, ricordate che scappare non è mai la soluzione dei problemi. Con Il vostro gesto nella notte di fine anno, avete offeso tutta la Comunità Favriese!.  L’arredo urbano del parco Bonaudo che avete distrutto era stato costruito e messo li con soldi pubblici, con i soldi nostri e anche dei Vostri genitori e parenti.  Vi vorrei incontrare per porVi una pacata  e semplice domanda: “ perché?”

Per riuscire a capire il senso del vostro grave gesto sarebbe mio desiderio, non solo mio ma di tanti favriesi di incontrarvi, anche per capire il motivo della Vostra rabbia,  della vostra noia o del desiderio d’apparire in modo così sbagliato e, pure, per ascoltare quello che talvolta non si è ancora riusciti a dire. Il fuggire spero possa significare la percezione che in voi rimane nell’animo di aver compiuto un gesto incivile, un gesto vile un gesto che non comprendo

Altri post di Giorgio Cortese
LUG
27
Sono pochi nei Comuni e sotto organico: ma allora perché non toglierli dall'organico del Comuni di origine, con un sollievo dei costi fissi, per creare una polizia metropolitana?
LUG
21
Forse la madre dei problemi non è lo ius soli o gli immigrati che arrivano sempre più numerosi ma il diritto al lavoro, lo "Ius ad operandum": il lavoro oggi in Italia non deve essere un dono gentilmente concesso a pochi
LUG
6
Per l’atteggiamento di chi ad una donna in coma taglia il dito per asportare l’anello si potrebbe parlare di mascalzone, ovvero persona priva di scrupoli e di scarso senso morale. Uno che compie azioni disoneste...
GIU
25
Ascoltando il tradizionale concerto bandistico delle Festa Patronale rifletto che c'è un unica armonia tra natura e anima e questa è la musica!
GIU
24
Ogni giorno chi va a piedi o in a bicicletta, cammina o  pedala per lavoro o per hobby deve lottare contro la cronica mancanza di marciapiedi e piste ciclabili
Il quotidiano passo
di Giorgio Cortese
Facebook Icon
Impiegato bancario, dal 1978, i miei hobby ed interessi sono la famiglia, scrivere, leggere libri di Storia, giardinaggio. Donatore di sangue dal 1981, abito a Favria, con sincera passione innamorato del territorio in cui vivo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore