L’Odisseo che è dentro di me!

+ Miei preferiti
L’Odisseo che è dentro di me!
Il viaggio, la voglia di evadere, di conoscere, di sfidare quell'ignoto, quel qualcosa vicino o lontano che mi attrae verso la mia personale Itaca, che è la meta il mio desiderio. Insomma il coltivare l’Odisseo che è dentro di me significa vivere pienamente la mia esperienza di inseguire sempre nuovi traguardi nella vita, il mio essere  perennemente sospeso tra ignoranza e conoscenza, progetto e realizzazione, desiderio d’infinito, di pienezza di senso e sua impossibilità, almeno all’interno del tempo umano che è corruttibile.
 
Lasciare Itaca, per poi desiderarla, significa cercare di lasciare il regno della quotidianità che emerge in tutto il suo grigiore solo se non coltivo con cura, con sincera passione, con vivo desiderio il mio personale Odisseo nell’animo, poiché incapace di vedere con stupore, con gli occhi sempre nuovi la realtà che mi circonda, i volti che amo. Ma certi giorni mi ritrovo fermo nelle secche della vita, incapace  di accrescere il mio sapere, di mettermi in gioco. Insomma lasciare Itaca, non significa rinunciare agli affetti, alla stabilità dei legami, al quotidianitò, semmai vivere l’esperienza del viaggio all’interno di me stesso. Ritengo che ognuno di noi è nato con uno scopo di vita unico. Siamo tutti qui per una ragione, e siamo qui per essere utili gli uni agli altri.
 
Siamo come le singole cellule di un corpo, ognuna delle quali svolge funzioni uniche ma assieme alla altre si comporta come un tutt’uno. Una vita fatta d’intenti non è solamente la vera espressione di chi sono, ma rappresenta anche il mio dono al mondo, che ha bisogno di ciò che ho da offrire. Se vivo con degli scopi, trovo  maggiore realizzazione e gioia in tutto ciò che faccio. Ma a volte sembra che ciò che il mio vivere sia simile ad un sogno, o forse sogno di fare qualcosa,  e poi rimango deluso dalla stessa realtà che io cerco di sfuggire con il mio viaggio interiore, perché forse il viaggio serve a crearmi un mondo dove io possa avventurarmi con le possibilità di migliorarmi, e sfidare ciò che non c'è, e si sa per certo che giocando soli si vince sempre!
 
Ma cosa è che mi porta a non approdare mai, che mi pone sempre davanti ad una sfida, a una voglia di provare a saltare sempre più in alto l’asta della vita, di proseguire anche se con forte nostalgia di quelle poche sicurezze che lascio. Ritengo che sia inutile spiegarmi chi sia Odisseo o cosa rappresenti l'Odissea., è troppo spiegare a me stesso, certi giorni, chi sono, e che scopo abbia la mia vita, perché la mia strada ha quella e non un'altra direzione, non serve nemmeno farmi certe domande, non serve! Credo che  troverò le  risposte alla fine del mio viaggio quando tornerò  alla mia ITACA per scoprire che le cose che mi hanno dato  gioia nella vita e che mi fanno sentire davvero vivo sono il mio personale contributo al mondo che mi circonda. Perché una vita vissuta con uno scopo e determinazione onorerà e alimenterà il mio animo a livello profondo.
Altri post di Giorgio Cortese
LUG
21
Forse la madre dei problemi non è lo ius soli o gli immigrati che arrivano sempre più numerosi ma il diritto al lavoro, lo "Ius ad operandum": il lavoro oggi in Italia non deve essere un dono gentilmente concesso a pochi
LUG
6
Per l’atteggiamento di chi ad una donna in coma taglia il dito per asportare l’anello si potrebbe parlare di mascalzone, ovvero persona priva di scrupoli e di scarso senso morale. Uno che compie azioni disoneste...
GIU
25
Ascoltando il tradizionale concerto bandistico delle Festa Patronale rifletto che c'è un unica armonia tra natura e anima e questa è la musica!
GIU
24
Ogni giorno chi va a piedi o in a bicicletta, cammina o  pedala per lavoro o per hobby deve lottare contro la cronica mancanza di marciapiedi e piste ciclabili
GIU
19
Pensando al mio amato Canavese potrei partire dal “Salve Piemonte” che cantava il poeta Giosuè Carducci nella sua celebre lirica dedicata alle vette, ai ghiacciai e ai fiumi del nostro territorio.
Il quotidiano passo
di Giorgio Cortese
Facebook Icon
Impiegato bancario, dal 1978, i miei hobby ed interessi sono la famiglia, scrivere, leggere libri di Storia, giardinaggio. Donatore di sangue dal 1981, abito a Favria, con sincera passione innamorato del territorio in cui vivo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore