Meditate che questo Ŕ stato...

+ Miei preferiti
Meditate che questo Ŕ stato...
Oggi ricorre il Giorno della memoria che celebra quel lontano 27 gennaio 1945, quando i soldati sovietici dell'Armata Rossa irruppero nel campo di concentramento di Auschwitz, liberando i prigionieri. Oggi nella nostra società il virus dell’antisemitismo e dell’odio razziale non si è estinto, anzi si vedono continui rigurgiti, e allora è bene che il Giorno della Memoria non passi inosservato o, peggio, anestetizzato con le consuete riflessioni di rito.

La memoria storica della Shoah non riguarda soltanto il popolo ebraico, ma l’intera umanità, perché da questi avvenimenti si possono trarre insegnamenti. Ma allora cosa fare affinché questi terribili atti non si ripetano più? Bisogna ricordare. È l’invito che Primo Levi, ex deportato, fa nel libro «Se questo è un uomo»: «Voi che vivete sicuri nelle vostre tiepide case, voi che trovate tornando a sera il cibo caldo e visi amici». Ci esorta a chiederci se si possono considerare uomini coloro che lavorano nel fango per un misero pezzo di pane e che muoiono per un sì o per un no, oppure donne che sono rimaste senza capelli e senza nome e che non hanno nemmeno più la forza di ricordare.

Ecco, a loro, e quindi a noi tutti, il poeta ordina: «Meditate che questo è stato: vi comando queste parole. Scolpitele nel vostro cuore, stando in casa, andando per via, coricandovi alzandovi; ripetetele ai vostri figli». Meditiamo... (blog di Giorgio Cortese)

Altri post di Giorgio Cortese
FEB
19
Nell'Italico Stivale si Ŕ in qualche modo unificato il parlare di noi italiani, ma si frammenta la lingua scritta per una pluralitÓ di ragioni...
FEB
3
Una pandemia alimentata dal malcontento generale che viene incanalato ad uso e consumo di qualcuno e rigorosamente a scapito di qualcun altro
GEN
25
Un'immane carneficina concepita come pulizia etnica di intere categorie umane considerate nocive, che caus˛ milioni di vittime anche tra omosessuali, prostitute, alcolisti, senza tetto, malati di mente...
GEN
9
Dopo mesi di propaganda Ŕ uscito il film Tolo, Tolo, un film che farÓ dividere sicuramente la politica e che mette a nudo con finta ingenuitÓ vizi e poco pregi di noi italioti...
GEN
3
Come donatori ci sentiamo parte del tessuto connettivo di una comunitÓ che ha l'obiettivo di aiutare le persone a essere cittadini attenti alla Cosa Pubblica e al prossimo
Il quotidiano passo
di Giorgio Cortese
Facebook Icon
Impiegato bancario, dal 1978, i miei hobby ed interessi sono la famiglia, scrivere, leggere libri di Storia, giardinaggio. Donatore di sangue dal 1981, abito a Favria, con sincera passione innamorato del territorio in cui vivo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore