Meditate che questo è stato...

+ Miei preferiti
Meditate che questo è stato...
Oggi ricorre il Giorno della memoria che celebra quel lontano 27 gennaio 1945, quando i soldati sovietici dell'Armata Rossa irruppero nel campo di concentramento di Auschwitz, liberando i prigionieri. Oggi nella nostra società il virus dell’antisemitismo e dell’odio razziale non si è estinto, anzi si vedono continui rigurgiti, e allora è bene che il Giorno della Memoria non passi inosservato o, peggio, anestetizzato con le consuete riflessioni di rito.

La memoria storica della Shoah non riguarda soltanto il popolo ebraico, ma l’intera umanità, perché da questi avvenimenti si possono trarre insegnamenti. Ma allora cosa fare affinché questi terribili atti non si ripetano più? Bisogna ricordare. È l’invito che Primo Levi, ex deportato, fa nel libro «Se questo è un uomo»: «Voi che vivete sicuri nelle vostre tiepide case, voi che trovate tornando a sera il cibo caldo e visi amici». Ci esorta a chiederci se si possono considerare uomini coloro che lavorano nel fango per un misero pezzo di pane e che muoiono per un sì o per un no, oppure donne che sono rimaste senza capelli e senza nome e che non hanno nemmeno più la forza di ricordare.

Ecco, a loro, e quindi a noi tutti, il poeta ordina: «Meditate che questo è stato: vi comando queste parole. Scolpitele nel vostro cuore, stando in casa, andando per via, coricandovi alzandovi; ripetetele ai vostri figli». Meditiamo... (blog di Giorgio Cortese)

Altri post di Giorgio Cortese
APR
22
La giornata della terra è un giorno dedicato all'ambiente alla salvaguardia del pianeta: ogni anno il 22 aprile vengono organizzate manifestazioni in tutto il mondo
APR
14
Nel 1963 viene assegnato alla ricerca scientifica italiana il Nobel per la chimica a Giuseppe Natta che con l'amico Karl Ziegler avevano scoperto il Moplen
MAR
20
A istituirla il 28 giugno del 2012 fu l'Assemblea generale dell'Organizzazione delle Nazioni Unite, motivo per cui vene festeggiata in tutti i Paesi membri
MAR
8
La purezza è femminile, e determina un principio di inizio senza fine. E che Dio benedica tutte quelle Donne che ancora sanno arrossire di fronte a un gesto galante...
FEB
22
Prima di uccidere il maiale, vi siete assicurati di avere un notaio a portata di mano? C’è la questione del testamento, e non è cosa da poco...
Il quotidiano passo
di Giorgio Cortese
Facebook Icon
Impiegato bancario, dal 1978, i miei hobby ed interessi sono la famiglia, scrivere, leggere libri di Storia, giardinaggio. Donatore di sangue dal 1981, abito a Favria, con sincera passione innamorato del territorio in cui vivo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore