Nella vita, con cortesia

+ Miei preferiti
Nella vita, con cortesia
La vita è come un vaso invisibile ed io sono ciò che gli getto dentro. Se accumulo solo invidia, insoddisfazione e cattiveria, allora traboccherò solo di ansia, ma se raccolgo cortesia,  empatia,  il vaso del mio animo traboccherà di calma serenità. La cortesia è la catena d’oro con la quale la società viene tenuta insieme e allora nella vita non devo distinguere tra buoni e cattivi, tra amici e nemici, ma distinguere invece tra persone educate e non educate, tra persone che condividono il mio pensiero ed il mio modo di essere e persone che non lo condividono. Cerco, ogni giorno di usare sempre il metro della tolleranza, mai il severo ed inappellabile metro del pregiudizio.

La cortesia ha due facce, la prima è la buona educazione formale e l’osservanza delle regole sociali. Significa avere buone maniere, seguire il galateo, l’etichetta. La seconda, più importante, dimostrarmi sempre una brava persona con buon senso, ovvero accogliente, generoso, altruista. Ma purtroppo per alcune persone, la buona educazione è come la freccia per gli automobilisti: un optional! L’educazione, ritengo che deve essere, intesa come buon  comportamento sociale, e non è una cosa che si acquisisce nel tempo, e viene impartita dalla famiglia con  l'insegnamento e l'esempio. Detto ciò è responsabilità comune educare le nuove generazioni a comportamenti corretti, al rispetto del prossimo e un po’di galateo che non guasta mai. La tenerezza e  la cortesia, come la buona educazione, spesso sono viste come sintomo di debolezza, ma invece sono l’essenza della forza d’animo e della determinazione. Molti giorni il mio migliore segno di superiorità è quello di essere gentile con un arrogante.

La  buona educazione non sta nel non versare la salsa sulla tovaglia, ma nel non mostrare di accorgersi se un altro lo fa. Nella vita di ogni giorno ogni  persona che incontro sta combattendo una battaglia di cui non conosco nulla, per questo devo sforzarmi di essere sempre cortese  quando possibile, ma devo ricordami che questo atteggiamento è sempre possibile. Una parola cortese è come un giorno di primavera, nella vita di ogni giorno le  parole garbate non costano nulla, non irritano mai la lingua o le labbra e aiutano il mio buon umore, perché nessun atto di cortesia, per piccolo che sia, è mai sprecato. Troppo spesso sottovaluto il potere di un sorriso, una parola cortese, un orecchio in sincero ascolto, un complimento sincero, o il più piccolo atto di cura, e tutti abbiamo dentro di noi questo potenziale per trasformare una vita intorno. La cortesia sta alla morale come la kinesioterapia sta alla medicina, un massaggio dell’animo e dunque un modo di fare il bene tramite la dolcezza. Le parole cortesi sono brevi e facili da dire, ma il loro eco è eterno.

Un solo atto di cortesia mette le radici in tutte le direzioni, e le radici nascono e fanno nuovi alberi La cortesia e leggere negli occhi l’animo di chi incontro e abbassare lo  sguardo, mentre sorride e sfiorarlo gentilmente con le parole e poi, la  parola più cortese in tutto il mondo è una parola sgarbata, che non viene detta. Le parole cortesi proiettano la loro stessa immagine sulle anime delle persone, ed è una bella immagine. La cosa più bella nella vita è fare qualcosa per qualcuno senza che se ne accorga e alla sera faccio un po’ di silenzio intorno a me, il silenzio che è la cortesia dell’universo.

Altri post di Giorgio Cortese
GEN
10
La morte di un giovane venticinquenne strappato all'affetto dei suoi cari per una malattia fulminante non può ridursi a un fatto di cronaca
GEN
4
Dopo la posa della barra dissuasoria per i camion mi domando se esiste ancora il concetto del bello. Sono consapevole che il terreno è insidioso...
DIC
20
Anche quest'anno Ti scrivo questi miei piccoli pensieri sperando che vengano esauditi in parte
DIC
14
Una delle decorazioni natalizie più usate per addobbare le case durante le feste di Natale è la ghirlanda, tradizionalmente di forma rotonda e realizzata in legno, agrifoglio, stoffa e tanti altri materiali
NOV
29
Non è la riforma che avrei voluto ma almeno ci aiuta a fare un passo fuori dalla palude dei veti incrociati, dove ci sono ragnatele di potere che non vogliono mai nessuna riforma per non perdere i loro personali benefici
Il quotidiano passo
di Giorgio Cortese
Facebook Icon
Impiegato bancario, dal 1978, i miei hobby ed interessi sono la famiglia, scrivere, leggere libri di Storia, giardinaggio. Donatore di sangue dal 1981, abito a Favria, con sincera passione innamorato del territorio in cui vivo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore