Oggi, 25 aprile

+ Miei preferiti
Oggi, 25 aprile
Oggi, 25 aprile, noi festeggiamo la vittoria delle bande. Abbiamo un lungo elenco di eroi partigiani, perché abbiamo avuto una lunga Resistenza. E possiamo dire: «Infelici quei popoli che, avendo una dittatura, non hanno anche una Resistenza». Magari avranno diserzioni, tradimenti, congiure, attentati, ma le congiure dei comandi militari, gli attentati alla vita del dittatore, le bombe alle sue riunioni, sono atti eroici, molto eroici, però non sono azioni del popolo, sono sempre azioni del vertice.

Man mano che cresceva la Resistenza al fascismo e che cresceva la repressione fascista, si faceva chiaro un concetto: una parte avrebbe vinto e l’altra avrebbe perso. La parte perdente non combatteva più per la vittoria: combatteva per la vendetta. Il suo motto era: «Morire come lupi». È questo che rende impossibile oggi onorare ambedue le parti. Aver pietà per i morti dell’altra parte è umano ed è cristiano, ma il tributo d’onore è un’altra cosa.Da una parte è venuta l’Italia in cui viviamo, che avrà mille difetti ma li possiamo denunciare e combattere, dall’altra sarebbe venuta un’Italia in prosecuzione di quella che moriva, che avrebbe continuato a far vivere i suoi cittadini in attuazione della volontà di un uomo o di una oligarchia o di una dottrina. Controllato da quella volontà, tu dovevi essere fascista, non potevi essere marxista, non potevi essere liberale, non potevi essere cristiano...

È questa la differenza. Ed è una differenza che sta nella Costituzione. Il che significa che il risultato più grande e più duraturo della Resistenza è la Costituzione che abbiamo.

Altri post di Giorgio Cortese
LUG
27
Sono pochi nei Comuni e sotto organico: ma allora perché non toglierli dall'organico del Comuni di origine, con un sollievo dei costi fissi, per creare una polizia metropolitana?
LUG
21
Forse la madre dei problemi non è lo ius soli o gli immigrati che arrivano sempre più numerosi ma il diritto al lavoro, lo "Ius ad operandum": il lavoro oggi in Italia non deve essere un dono gentilmente concesso a pochi
LUG
6
Per l’atteggiamento di chi ad una donna in coma taglia il dito per asportare l’anello si potrebbe parlare di mascalzone, ovvero persona priva di scrupoli e di scarso senso morale. Uno che compie azioni disoneste...
GIU
25
Ascoltando il tradizionale concerto bandistico delle Festa Patronale rifletto che c'è un unica armonia tra natura e anima e questa è la musica!
GIU
24
Ogni giorno chi va a piedi o in a bicicletta, cammina o  pedala per lavoro o per hobby deve lottare contro la cronica mancanza di marciapiedi e piste ciclabili
Il quotidiano passo
di Giorgio Cortese
Facebook Icon
Impiegato bancario, dal 1978, i miei hobby ed interessi sono la famiglia, scrivere, leggere libri di Storia, giardinaggio. Donatore di sangue dal 1981, abito a Favria, con sincera passione innamorato del territorio in cui vivo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore