Oggi, 25 aprile

+ Miei preferiti
Oggi, 25 aprile
Oggi, 25 aprile, noi festeggiamo la vittoria delle bande. Abbiamo un lungo elenco di eroi partigiani, perché abbiamo avuto una lunga Resistenza. E possiamo dire: «Infelici quei popoli che, avendo una dittatura, non hanno anche una Resistenza». Magari avranno diserzioni, tradimenti, congiure, attentati, ma le congiure dei comandi militari, gli attentati alla vita del dittatore, le bombe alle sue riunioni, sono atti eroici, molto eroici, però non sono azioni del popolo, sono sempre azioni del vertice.

Man mano che cresceva la Resistenza al fascismo e che cresceva la repressione fascista, si faceva chiaro un concetto: una parte avrebbe vinto e l’altra avrebbe perso. La parte perdente non combatteva più per la vittoria: combatteva per la vendetta. Il suo motto era: «Morire come lupi». È questo che rende impossibile oggi onorare ambedue le parti. Aver pietà per i morti dell’altra parte è umano ed è cristiano, ma il tributo d’onore è un’altra cosa.Da una parte è venuta l’Italia in cui viviamo, che avrà mille difetti ma li possiamo denunciare e combattere, dall’altra sarebbe venuta un’Italia in prosecuzione di quella che moriva, che avrebbe continuato a far vivere i suoi cittadini in attuazione della volontà di un uomo o di una oligarchia o di una dottrina. Controllato da quella volontà, tu dovevi essere fascista, non potevi essere marxista, non potevi essere liberale, non potevi essere cristiano...

È questa la differenza. Ed è una differenza che sta nella Costituzione. Il che significa che il risultato più grande e più duraturo della Resistenza è la Costituzione che abbiamo.

Altri post di Giorgio Cortese
MAR
8
La purezza è femminile, e determina un principio di inizio senza fine. E che Dio benedica tutte quelle Donne che ancora sanno arrossire di fronte a un gesto galante...
FEB
22
Prima di uccidere il maiale, vi siete assicurati di avere un notaio a portata di mano? C’è la questione del testamento, e non è cosa da poco...
FEB
12
Sono nato nel 1958 e dall'età della ragione ho convissuto con lo spettro di una terza guerra nucleare mondiale. Una paura latente ma sempre presente ad ogni crisi...
GEN
27
Oggi ricorre il Giorno della memoria che celebra quel lontano 27 gennaio 1945, quando i soldati sovietici dell'Armata Rossa irruppero nel campo di concentramento di Auschwitz
GEN
18
Oggi i sovranisti che sono poi la nuova destra nazionalista, alla Le Pen o alla Orban, scuotono un'Europa infragilita da una cieca burocrazia...
Il quotidiano passo
di Giorgio Cortese
Facebook Icon
Impiegato bancario, dal 1978, i miei hobby ed interessi sono la famiglia, scrivere, leggere libri di Storia, giardinaggio. Donatore di sangue dal 1981, abito a Favria, con sincera passione innamorato del territorio in cui vivo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore