Rispettare le leggi, sempre!

+ Miei preferiti
Rispettare le leggi, sempre!
Leggo sui media la polemica sul decreto sicurezza tra esponenti del Governo da una parte e diversi Sindaci e Conferenza Episcopale Italiana, CEI, che si appellano alla disobbedienza civile per non rispettare tale legge. Premetto che non sono sicuramente un votante di questo Governo ma non è di questo che voglio parlar ma sulle leggi e la loro delegittimazione che portano all’illegalità. Mi sembra assurdo che i locali rappresentanti del Governo, i Sindaci si possano permettere di non applicare le leggi, siano buone oppure come questa che ritengo di non aiuto ai deboli, chiusa ed intollerante.

Ma se questa è la legge deve essere applicata. Gli amministratori locali non hanno la facoltà di legiferare ne tanto meno la Cei. La delegittimazione delle leggi è iniziata propeio quando il Ministro dell’Interno era all’opposizione ed invitava i sindaci a disobbedire alle unioni civili! Certo in Italia ci sono migliaia di leggi, decreti e regolamenti con un perverso sistema assurdo che modifica una legge senza però abrogare quella precedente. Questo genera una giungla legislativa nella quale è difficile muoversi ed e per i furbetti è facile cercare e trovare l'inghippo. Questo sistema è contorto ma non per questo non significa che non dobbiamo osservarlo.

Troppo facile dire adesso che sono all’opposizione non lo trovo giusto per cui non lo rispetto, mi sembra una politica schizofrenica. La legge va rispettata sempre e comunque! Poi, dato che fino a prova contraria siamo in democrazia possiamo lamentarci, combatterlo e contestarlo, ma la legge dobbiamo sempre rispettarla. Altrimenti siamo all’anarchia dove anche a livello lacale vengono fatte le giuste ordinanze contri i botti di Capodanno e poi intanto i soliti furbetti non le rispettano.  Andando avanti di questo passo le Istituzioni sono deliggitimate e con loro anche i tutori dell’ordine che devono giustamente farle rispettare. Se vogliamo finalmente cambiare il Patrio Stivale, voltare pagina, dobbiamo smettere di domandarci se una legge sia giusta o sbagliata, ma semplicemente osservarla e se non ci piace dare battaglia politica e per dirla con una frase di Cicerone: «Legum servi sumus ut liberi esse possimus», siamo servi delle leggi perché possiamo essere liberi. (Blog di Giorgio Cortese)

Altri post di Giorgio Cortese
FEB
19
Nell'Italico Stivale si Ŕ in qualche modo unificato il parlare di noi italiani, ma si frammenta la lingua scritta per una pluralitÓ di ragioni...
FEB
3
Una pandemia alimentata dal malcontento generale che viene incanalato ad uso e consumo di qualcuno e rigorosamente a scapito di qualcun altro
GEN
25
Un'immane carneficina concepita come pulizia etnica di intere categorie umane considerate nocive, che caus˛ milioni di vittime anche tra omosessuali, prostitute, alcolisti, senza tetto, malati di mente...
GEN
9
Dopo mesi di propaganda Ŕ uscito il film Tolo, Tolo, un film che farÓ dividere sicuramente la politica e che mette a nudo con finta ingenuitÓ vizi e poco pregi di noi italioti...
GEN
3
Come donatori ci sentiamo parte del tessuto connettivo di una comunitÓ che ha l'obiettivo di aiutare le persone a essere cittadini attenti alla Cosa Pubblica e al prossimo
Il quotidiano passo
di Giorgio Cortese
Facebook Icon
Impiegato bancario, dal 1978, i miei hobby ed interessi sono la famiglia, scrivere, leggere libri di Storia, giardinaggio. Donatore di sangue dal 1981, abito a Favria, con sincera passione innamorato del territorio in cui vivo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore