Senza connessione

+ Miei preferiti
Senza connessione
Sabato sono rimasto come migliaia di altri concittadini in Canavese senza connessione, il telefono di casa e lo smartphone, geniale strumento erano muti. Ho pensato che solo una decina di anni addietro non eravamo cosi internet dipendenti, quasi una droga di essere sempre iperconnessi, di sapere di tutto e di più, tranne magari che si parla ormai molto poco con gli altri esseri umani. Certo lo smartphone è uno strumento geniale che prosegue lungo la strada di essere sempre reperibili, e questo causa stess e scocciature.
 
Viviamo in un tempo dove pur essendo connsessi con il mondo abbiamo un problema inguaribile di concentrazione. Lo smatphone, è utile ma non permette di ragionare, abbiamo ormai tutti una protesi digitale che apre e chiude la quotidiana giornata, che ci tiene compagnia nelle sale d’aspetto o anche come svago durante le riunioni al posto di fare i classici scarabocchi sul foglio.
 
Questo crea una vita parallela che distrugge la capacità di concentrarci e di ragionare durante la giornata. Il navigare di continuo in internet non aiuta ma ci rende sempre più dipendenti dalla protesi digitale come per una droga. Il recente black  out dei cellulari di sabato mi ha spinto a questi ragionamenti, perché dopo un primo momento di smarrimento che non ero conneso con il mondo, dopo ero felice ed il mio cervello si ricaricava senza l’aiuto drogato dello smarphone su cui dovrebbero scrivere come sui pacchetti di sigarette “che nuoce alla salute del cervello ed ai rapporti umani”. (blog di Giorgio Cortese)
Altri post di Giorgio Cortese
NOV
21
Proprio perché si vive in una società prevalentemente egoista e non curante di ciò che accade si dovrebbe tentare di aiutare il prossimo sia moralmente che materialmente...
NOV
15
Paese dei santi, navigatori, master chef e pallonari e a San Siro è finita l'avventura del signor Ventura e ci confermiamo ancora una volta una armata brancaleone in un paese di iene...
NOV
8
In questi ultimi tempi ha fatto scalpore il disgustoso utilizzo di Anna Frank raffigurata con una maglia della squadra di calcio da parte dei tifosi della squadra cittadina avversaria...
OTT
31
Penso da subito pene severe ai piromani, prigione e lavori fisici nel rimboschimento, e poi vorrei avere il coraggio di andare a vedere il cuore nudo della terra violata, ormai coperta di cenere...
OTT
26
Qui in occidente siamo abituati a presentarci con una bella stretta di mano, oggi è il saluto più diffuso nel mondo tant'è che ormai anche paesi con usanze diversissime dalle nostre lo conoscono...
Il quotidiano passo
di Giorgio Cortese
Facebook Icon
Impiegato bancario, dal 1978, i miei hobby ed interessi sono la famiglia, scrivere, leggere libri di Storia, giardinaggio. Donatore di sangue dal 1981, abito a Favria, con sincera passione innamorato del territorio in cui vivo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore