Il finale cambiato alla Carmen

+ Miei preferiti
Il finale cambiato alla Carmen
Tempo stimato di lettura: 2 minuti.

***

Avrei voluto intitolare l'appuntamento di oggi "Scandalosa Carmen", ma avrei rischiato di non attirare abbastanza la vostra attenzione, ora procediamo per ordine, partiamo dall'inizio, anzi, dalla fine.
 
Eh sì, signori e signore, questa storia del finale della Carmen cambiato ha toccato nel vivo il mondo virtuale, social, portandolo alla rivolta.
 
Per i meno informati, per chi non abbia ancora avuto l'occasione di manifestare apertamente la propria indignazione, riassumiamo brevemente i fatti: 
 
A Firenze è andata in scena l'opera diGerorges Bizet "Carmen", ambientata in un campo Rom e con un finale lieto per la protagonista, non è stata uccisa da Don José, bensì è stata lei ad ucciderlo, salvandosi.
 
Hanno motivato questa scelta come un "gesto contro il femminicidio".
 
Sinceramente credo che Georges Bizet non sia stato molto felice nel vedere rimaneggiata la propria opera, ma dopo tutto anche ad altri artisti è accaduto, quindi facciamocene una ragione, la vera "Carmen" non verrà dimenticata.
 
Anche perché, altrimenti, avremmo dovuto indignarci pure con la  Disney, quando nel lontano e non social 1989 portò sugli schermi "La Sirenetta" di Hans Christian Andersen, stravolgendone il finale, la Sirenetta sposa il principe, si riappropria della propria voce e vive la sua esistenza all'insegna del "...e vissero per sempre felici e contenti".
 
Povero Andersen, lui per la sua Sirenetta aveva scritto un finale diverso, l'aveva fatta morire di crepacuore, sola, senza voce, tra le onde del mare, facendola diventare prima schiuma e poi "spirito dell'aria".
 
Ecco, ora corriamo tutti alla Disney a manifestare il nostro furente disappunto.
 
Del resto, mi sembra di aver capito che non è più così importante avere "un ideale da difendere", alla fine ci si accontenta della "settimanale indignazione", questo va cercando il popolo social.
 
E dire che io mi sarei indignata, in quanto donna, per il solito cliché: hanno presentato questa donna che, lottando, si salva, come un "messaggio" contro il femminicidio.
 
Questo non è un messaggio contro il femminicidio, la donna certo si salva, ma la violenza la vive lo stesso, questo è solo un tentativo impacciato di lavarsi la coscienza.
 
Io come "messaggio contro il femminicidio" voglio vedere una donna serena che vive la sua esistenza in pace, senza avere la necessità di dover lottare, sempre e comunque.
Altri post di Valentina Noli
FEB
20
Uno sguardo ironico sul quotidiano
FEB
13
Lettera aperta Sono emotiva e piango; ah se piango. Piango per la vita persa, piango per un animale che non ho mai visto, mai conosciuto. Piango dal dolore...
FEB
6
Schieratevi... Siamo giunti alla resa dei conti. Siamo qui per stabilire se il popolo Italico sia a maggioranza "Ciabattista" o "Scarpista"...
GEN
30
Quotidiane riflessioni Concludiamo un anno di calendario e siamo sempre in debito, verso il nostro creditore che ora si è fatto pure un poco dittatore: l'orologio...
GEN
23
Uno sguardo ironico sul quotidiano
L'angolo di Parole in Giostra
di Valentina Noli
Ho pensato e ripensato ad una biografia accattivante, interessante.
Cosa avrei potuto raccontare di me?
Tutto o forse niente.
Non voglio definirmi, lo farete voi, imparerete a conoscermi "cammin facendo".
Per ora vi basti sapere che sono nata nel 1990, ho studiato giurisprudenza, mi sono laureata.
Da aprile 2016 sono il "giostraio" di Parole in Giostra, una giostra di racconti e riflessioni che potrete trovare su www.paroleingiostra.it.
Con "L’angolo di Parole in Giostra" cercherò di intrattenervi, di coinvolgervi; ogni martedì mi troverete qui, puntuale.
Cosa potrei aggiungere?
Mi conoscerete leggendo, quindi: Buona lettura!
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore