Il supermercato - Episodio 2 - Gli amiconi

+ Miei preferiti
Il supermercato - Episodio 2 - Gli amiconi
Tempo stimato di lettura: 2 minuti e 20 secondi.
 
***
 
Sei stanco, hai appena finito il turno di lavoro, vuoi solo correre a casa dal tuo gatto, infilare le pantofole, scegliere un film, farlo accovacciare sulle ginocchia e rilassarti, prima che sia domani, prima che sia di nuovo ora di farlo, di tornare al lavoro.
 
Spingi il carrello, hai buttato dentro, a caso, le scorte di cibo per la settimana.
 
Finalmente la vedi: la cassa, la coda alla cassa.
 
Manca solo una corsia e poi sarai in coda anche tu, ti senti fortunato, c'è poca coda in quella cassa, hai svoltato nella corsia giusta.
 
Acceleri il passo.
 
Ci sei quasi.
 
Assapori già la serata, il riposo.
 
Invece no.
 
Eccoli.
 
Gli "amiconi".
 
Un attimo prima sembrano anonimi clienti.
 
Un attimo dopo si mostrano per quello che sono.
 
Altro che corsia giusta, hai sbagliato tutto, li hai già visti e sai come finirà, ti faranno aspettare.
 
Gli amiconi sono esseri particolari, si muovono quieti e anonimi quando sono soli, ma se si incontrano: è la fine.
 
Il loro habitat sono le corsie, quelle strette, si fermano, mettono i rispettivi carrelli di traverso per potersi salutare, nessuno sa come facciano.
 
Però ci riescono, si salutano con baci, scambio di buffetti alle guance, aneddoti sui figli, sui nipoti,  su quell'amico in comune che non vedono da tanto, ma a caratterizzarli è la mano, una mano, quella che resta lì, sempre lì, sul carrello e lo tiene ben saldo, di traverso.
 
Mentre parlano esistono solo loro, gli altri scompaiono.
 
Gli altri non hanno rilevanza, valore.
 
Ormai sei lì, quella cassa ha poca coda, vuoi arrivarci, ci provi, prendi la punta del carrello e la sposti, accompagni il movimento con uno: "scusate, permesso".
 
Ti guardano male, molto male.
 
Fanno resistenza, mantengono i carrelli in posizione, devono farlo, finire il loro importante discorso.
 
Ti alteri un poco, sei stanco, è tardi, vuoi solo passare, allora fai forza e li sposti, ti crei un varco, arrivi in coda, la coda che nel frattempo è aumentata.
 
Loro ti urlano dietro: "ma che maleducato! Due persone adesso non possono neppure salutarsi".
 
Tu ti giri, li guardi e stai zitto, sai che lo stanno per fare, per aggiungere l'ultima loro classica battuta.
 
Non ti deludono, lo fanno, quasi all'unisono: "quanta maleducazione in giro, non c'è rispetto, ma dove andremo a finire?".
 
Tu li guardi, respiri e glielo ripeti: "avete proprio ragione, dove andremo a finire...".
 
Gli amiconi, in molti li avvistano, quando li vedi sulla tua strada, lo sai, è già troppo tardi, ti faranno perdere tempo, dovrai aspettare.
 
***
 
Grazie per aver letto.
 
Al prossimo martedì per un nuovo appuntamento con: "L'angolo di Parole in Giostra".
 
Buona settimana!
Altri post di Valentina Noli
MAR
20
Quotidiane riflessioni
MAR
6
Quotidiane riflessioni
FEB
27
Schieratevi... La mamma, diciamolo pure, è il primo amore, quello che non si scorda mai, quello che c'è sempre, anche quando non vorresti, anche quando hai bisogno dei tuoi spazi, della tua intimità
FEB
20
Uno sguardo ironico sul quotidiano
FEB
13
Lettera aperta Sono emotiva e piango; ah se piango. Piango per la vita persa, piango per un animale che non ho mai visto, mai conosciuto. Piango dal dolore...
L'angolo di Parole in Giostra
di Valentina Noli
Ho pensato e ripensato ad una biografia accattivante, interessante.
Cosa avrei potuto raccontare di me?
Tutto o forse niente.
Non voglio definirmi, lo farete voi, imparerete a conoscermi "cammin facendo".
Per ora vi basti sapere che sono nata nel 1990, ho studiato giurisprudenza, mi sono laureata.
Da aprile 2016 sono il "giostraio" di Parole in Giostra, una giostra di racconti e riflessioni che potrete trovare su www.paroleingiostra.it.
Con "L’angolo di Parole in Giostra" cercherò di intrattenervi, di coinvolgervi; ogni martedì mi troverete qui, puntuale.
Cosa potrei aggiungere?
Mi conoscerete leggendo, quindi: Buona lettura!
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore