Il supermercato - Episodio 5 - L'obbligo dei sacchetti Bio

+ Miei preferiti
Il supermercato - Episodio 5 - Lobbligo dei sacchetti Bio
Tempo stimato di lettura: 2 minuti.
 
***
 
Per puro caso, all'inizio di questa piccola avventura, ho dato vita ad un appuntamento ironico ambientato in un supermercato.
 
Ho iniziato così a descrivere le diverse tipologie di individui che lo popolano; alla fine, come spesso accade, fin troppo spesso, la realtà ha superato la fantasia.
 
Oggi il supermercato della mia ambientazione si è popolato anche di fazioni, ne distinguerei tre, le conoscete tutti:
 
1) ecologisti osservanti: il bene dell'ambiente prima di tutto, sacchetti Bio per tutti, li si riconosce facilmente, utilizzano la parola Bio come intercalare oramai; 
 
2) ‎astensionisti convinti: la questione dei sacchetti gli è entrata dentro, quei due centesimi gli sono indigesti, l'indignazione scorre sottopelle, ogni volta che vedono un sacchetto bruciano dal nervoso; 
 
3) altristi: sono gli altri, quelli che fanno sempre la differenziata, dividono la plastica, la carta ed il vetro, ma che di questi sacchetti se ne fregano, hanno la bolletta dell'elettricità e del gas fra le mani, gli è bastato vederne gli aumenti del 2018 per dimenticarsi la questione dei sacchetti.
 
Le prime due fazioni sono le più irruenti, scrutano gli avventori del supermercato nella speranza di trovare qualcuno che appartenga alla loro fazione, pronti ad intavolare gustosi dibattiti.
 
Quando queste due fazioni incontrano gli altristi non li capiscono, cercano di convertirli, di portarli dalla loro parte, ma gli altristi hanno altro a cui pensare, gli altristi devono pagare l'affitto, le bollette, fare la spesa e far "quadrare i conti", gli altristi hanno già capito che, alla fine, passeranno i giorni e i sacchetti saranno dimenticati, ciò che loro non potranno dimenticare sono i rincari, quelli sì che rovinano un bilancio familiare.
 
E voi? 
 
A quale fazione appartenete?
 
Io ve lo dico già, sono un'altrista, non riuscirete a farmi cambiare fazione.
Altri post di Valentina Noli
GEN
16
Quotidiane riflessioni Credo che Georges Bizet non sia stato molto felice nel vedere rimaneggiata la propria opera, ma dopo tutto anche ad altri artisti è accaduto...
GEN
1
Brevi auguri
DIC
19
Uno sguardo ironico sul quotidiano Siamo anche tutti più buoni, sorridiamo auguriamo un Buon Natale ed un Felice Anno Nuovo, spingiamo il nostro carrello con l'illusione che l'animo del Natale viva anche lì, dentro al supermercato...
DIC
12
Quotidiane riflessioni Non ne siamo consapevoli, ma accade, la persona che abbiamo di fronte ci influenza, il problema sorge quando cambiamo troppo...
DIC
5
Uno sguardo ironico sul quotidiano Entri in un supermercato con quella sensazione leggera, neanche la senti prima, ma basta poco, pochissimo...
L'angolo di Parole in Giostra
di Valentina Noli
Ho pensato e ripensato ad una biografia accattivante, interessante.
Cosa avrei potuto raccontare di me?
Tutto o forse niente.
Non voglio definirmi, lo farete voi, imparerete a conoscermi "cammin facendo".
Per ora vi basti sapere che sono nata nel 1990, ho studiato giurisprudenza, mi sono laureata.
Da aprile 2016 sono il "giostraio" di Parole in Giostra, una giostra di racconti e riflessioni che potrete trovare su www.paroleingiostra.it.
Con "L’angolo di Parole in Giostra" cercherò di intrattenervi, di coinvolgervi; ogni martedì mi troverete qui, puntuale.
Cosa potrei aggiungere?
Mi conoscerete leggendo, quindi: Buona lettura!
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore