Cittą Metropolitana: si comincia subito con una farsa

+ Miei preferiti
Cittą Metropolitana: si comincia subito con una farsa
Si va verso il listone unico Pd-Forza Italia-Ncd per la costituente della Città Metropolitana. Uno scenario degno della Prima Repubblica che, tanto per cambiare, rischia di estromettere il Canavese dalla costituente del nuovo soggetto politico, erede della Provincia di Torino. Già, perchè se il "listone" sarà confermato, Forza Italia dovrebbe portare a casa tre consiglieri sui 18 disponibili. Due al Nuovo Centrodestra, i restanti al Pd (con l’incognita 5 stelle che potrebbe arrivare a due seggi).
 
In questo scenario è quasi impossibile che eporediese ed alto Canavese riescano ad eleggere, come promesso a luglio durante le prime trattative, due consiglieri. Ci sarebbe spazio (salvo ulteriori imprevisti!) solo per Alberto Avetta, già vicepresidente della Provincia, che il Pd candida preferendolo al sindaco d'Ivrea, Carlo Della Pepa. 
 
In alto Canavese, sfumata la candidatura Pezzetto (che era la più logica vista la disponibilità del diretto interessato), il Pd non ha preso in considerazione l'idea Alberto Rostagno (sindaco di Rivarolo), promuovendo Nando Ricciardi (capogruppo di maggioranza di Rivarolo). A questo punto, con la lista unica, promuovendolo a "vittima sacrificale". Secondo i più non ci sono i numeri per eleggere un rappresentante. E se già sarebbe stato difficile convincere sindaci e consiglieri della zona a votare per Pezzetto o Rostagno, figuriamoci farlo per Ricciardi. Ottima persona, sia chiaro, ma da qui ad ottenere il consenso fuori da Rivarolo, la strada è lunga.
 
Sul fronte centrodestra, ammesso che siano davvero tre i seggi per Forza Italia, la "speranza" del Canavese è rappresentata da Andrea Fluttero, ex Senatore e sindaco di Chivasso (favorevole, tra l'altro, alla lista unica con il PD). L'incognita 5 Stelle, per il nostro territorio, è ancora una volta una delusione. Nessun candidato arriva dall'alto Canavese o dall'eporediese. 
 
Insomma, la città metropolitana si aprirà, probabilmente, senza esponenti canavesani. Per l'area di Rivarolo, Cuorgnè e Castellamonte, che già non conta quasi nulla in Provincia quanto in Regione, non poteva andare peggio...
 
LE MODALITA’ ORGANIZZATIVE DEL VOTO
 
Si voterà domenica 12 ottobre dalle 8 alle 20 a Palazzo Dal Pozzo della Cisterna - sede della Provincia, in via Maria Vittoria 12 a Torino - e in altri 10 seggi allestiti in altrettanti Comuni, scelti come rappresentativi dei rispettivi territori, in quanto sedi dei Consorzi per la raccolta e smaltimento dei rifiuti. Avranno diritto al voto circa 3820 tra Sindaci e Consiglieri comunali in carica, i quali, con voto ponderato e preferenza ponderata, eleggeranno i 18 componenti del Consiglio Metropolitano, in rappresentanza dei 315 Comuni che daranno vita al nuovo Ente di area vasta.
 
Entro lunedì 22 settembre dovranno essere presentate le liste, ognuna delle quali dovrà essere corredata da almeno 191 firme autenticate.
 
I sindaci ed i consiglieri comunali voteranno nel seggio centrale allestito  a Palazzo Cisterna (con 41 aventi diritto al voto) e nelle sedi comunali di Chieri (240 aventi diritto al voto), Chivasso (256), Ciriè (422), Collegno (273), Ivrea (632), Moncalieri (289), Pinerolo (546), Rivarolo Canavese (573), Settimo Torinese (123) e Susa (425). E’ previsto anche un seggio “volante”, che consentirà l’espressione del voto da parte di Sindaci o Consiglieri comunali impossibilitati a recarsi al seggio perché ricoverati in ospedale.
 

Altri post di Alessandro Previati
MAG
20
Prima o poi si tornerą alle urne. Qualcuno verrą anche a chiedere il voto. Probabilmente i «canavesani che non contano nulla» sapranno cosa rispondere...
MAG
2
Da un lato la soddisfazione del Comune di Rivarolo. Dall'altra la delusione di molti visitatori e quella di una parte degli standisti in fiera...
APR
4
In questi giorni stiamo assistendo a una "guerra" tra sindaci dei Comuni grandi e sindaci dei Comuni piccoli sul piano finanziario della raccolta rifiuti nell'ex bacino di Asa...
MAR
8
L'otto marzo, per mille motivi, č un momento di riflessione che va celebrato e promosso in tutte le sue forme. Ma...
DIC
24
Il salvataggio in extremis di Caterina, la nonna di Castelnuovo Nigra scomparsa la sera del 22 dicembre dalla propria abitazione, č il nostro regalo di Natale...
Prossima fermata? Chissą...
di Alessandro Previati
Twitter IconFacebook Icon
Alessandro Previati, classe 1982 (l’anno dei Mondiali), festeggia il compleanno il 24 giugno, quando a Torino fanno i fuochi. Ferrarese d’origine (e tifoso della Spal) ma nato a Torino, quattro anni fa č stato catapultato in Canavese. Collabora con il quotidiano La Stampa e il settimanale Il Risveglio, dopo aver scritto, per anni, su La Voce, Il Canavese e Sprint&Sport (da quando aveva 14 anni). Dal 3 ottobre 2013 č «direttore» di Qc. Tra virgolette. Perché guai a prendersi troppo sul serio.
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore