Il treno la domenica si riposa

+ Miei preferiti
Il treno la domenica si riposa
Storia vecchia. Sul treno non s'investe. Meno ancora se si parla della littorina diesel della Rivarolo-Pont. Non è ramo secco ma poco ci manca. Però se nessuno ci crede, tanto vale chiudere al più presto quella diramazione della Canavesana. Con il nuovo orario, la Gtt ha confermato solo otto treni per la tratta Rivarolo-Cuorgnè-Pont. Otto in tutta la giornata. E solo nei giorni feriali. La domenica, visto che è vecchia, la littorina si riposa.

Zero treni per Rivarolo. Zero treni per Pont. Volendo si potranno anche organizzare dei pic-nic sui binari. Non c'è pericolo che passi il treno. Il collegamento, due volte al giorno, sarà garantito dai pullman. Più funzionali alle esigenze degli eventuali residenti costretti a spostarsi con i mezzi pubblici anche la domenica.

E i turisti? Merce rara in Canavese, certo. Ma nessuno intende agevolarli. Nemmeno negli spostamenti. Per girare il Canavese serve la macchina. Sempre e comunque. Gtt e Regione non si sono presi la briga, fin qui, di investire sulla ferrovia Rivarolo-Pont. L'unico ramo della rete non ancora elettrificato. Che fare? O si porta l'elettricità fino a Pont (almeno per pareggiare il gap con il resto della strada ferrata) oppure si chiude definitivamente e si portano i pendolari sui pullman (cosa che avviene già adesso anche con il treno). Serve coraggio per prendere una decisione definitiva. In un senso o nell'altro.

Altrimenti quello resterà un treno a metà. Quasi inutile, però.

Altri post di Alessandro Previati
OTT
3
Quattro anni fa, il 3 ottobre 2013, iniziava in sordina, con tanto entusiasmo e altrettanto timore, l'avventura web di «Quotidiano (del) Canavese»
SET
22
Le sentenze si rispettano. Sempre. Anche quando sono un cazzotto nello stomaco. Niente carcere a vita per Gabriele Defilippi, reo confesso dell'omicidio di Gloria Rosboch...
AGO
9
La richiesta di lavoro di una ragazza di Crescentino fa il giro del web. Un commerciante di Torino risponde, poi si accorge che la diciottenne è fidanzata con un giovane di colore. E allora niente lavoro...
MAG
30
La strada che porta a San Siro, la «Scala del calcio», è stato un percorso lungo 49 anni. Estremamente tortuoso, passato da stadi pazzeschi...
MAG
20
Prima o poi si tornerà alle urne. Qualcuno verrà anche a chiedere il voto. Probabilmente i «canavesani che non contano nulla» sapranno cosa rispondere...
Prossima fermata? Chissà...
di Alessandro Previati
Twitter IconFacebook Icon
Alessandro Previati, classe 1982 (l’anno dei Mondiali), festeggia il compleanno il 24 giugno, quando a Torino fanno i fuochi. Ferrarese d’origine (e tifoso della Spal) ma nato a Torino, quattro anni fa è stato catapultato in Canavese. Collabora con il quotidiano La Stampa e il settimanale Il Risveglio, dopo aver scritto, per anni, su La Voce, Il Canavese e Sprint&Sport (da quando aveva 14 anni). Dal 3 ottobre 2013 è «direttore» di Qc. Tra virgolette. Perché guai a prendersi troppo sul serio.
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore