Nuovo anno, nuovo aumento. Pagano i canavesani

+ Miei preferiti
Nuovo anno, nuovo aumento. Pagano i canavesani
Puntuale con il nuovo anno arriva anche l'aumento del pedaggio sull'autostrada del Canavese, la Torino-Aosta. Il Ministero deve ancora autorizzare il via libera all'ennesimo aumento (stimato in circa il 10%) ma siamo certi che non tarderà nell'impresa. Del resto, quando c'è da aumentare i costi per gli utenti, stranamente si riducono anche i ritardi nelle decisioni...
 
Nuovo aumento (il secondo in due anni) e nessun miglioramento del servizio. Sulla Torino-Aosta, a spot, vengono annunciati da anni lavori di ammodernamento della tratta canavesana. Ovviamente non si è visto nulla. Persino il casello di San Giorgio Canavese è ancora identico a quello di trent'anni fa. Nonostante l'Ativa, l'azienda che gestisce l'autostrada, aveva garantito un nuovo e moderno svincolo. Secondo l’iniziale cronoprogramma, i lavori si sarebbero dovuti concludere entro la fine di quest’anno. In realtà, non sono nemmeno iniziati. Tanto che l’azienda ha posticipato l’intervento al biennio 2014-2016. 
 
Ativa ha finanziato un progetto da 12 milioni di euro che prevede la realizzazione di una barriera nuova di zecca, finalmente consona agli standard di sicurezza. Previsto l’arretramento dell’attuale barriera 60 metri più a sud rispetto alla posizione attuale. Le rampe, oggi pericolosissime, saranno modificate e allargate per ridurre le code. Un intervento necessario dato che lo svincolo, che serve una vasta area del Canavese, è rimasto uno dei pochi, in tutta la rete autostradale italiana, nel quale le auto in uscita dalle diverse direzioni si incrociano sulla stessa corsia, con il rischio di incidenti. Al momento la barriera conta quattro piste attive. Con i lavori le corsie saliranno a sei, dotate anche del «Telepass», e saranno in grado di gestire senza ingorghi gli oltre 18 mila veicoli che, ogni giorno, transitano da San Giorgio. 
 
Una chimera. Per ora gli automobilisti dovranno solo armarsi di pazienza...
Altri post di Alessandro Previati
MAG
30
La strada che porta a San Siro, la «Scala del calcio», è stato un percorso lungo 49 anni. Estremamente tortuoso, passato da stadi pazzeschi...
MAG
20
Prima o poi si tornerà alle urne. Qualcuno verrà anche a chiedere il voto. Probabilmente i «canavesani che non contano nulla» sapranno cosa rispondere...
MAG
2
Da un lato la soddisfazione del Comune di Rivarolo. Dall'altra la delusione di molti visitatori e quella di una parte degli standisti in fiera...
APR
4
In questi giorni stiamo assistendo a una "guerra" tra sindaci dei Comuni grandi e sindaci dei Comuni piccoli sul piano finanziario della raccolta rifiuti nell'ex bacino di Asa...
MAR
8
L'otto marzo, per mille motivi, è un momento di riflessione che va celebrato e promosso in tutte le sue forme. Ma...
Prossima fermata? Chissà...
di Alessandro Previati
Twitter IconFacebook Icon
Alessandro Previati, classe 1982 (l’anno dei Mondiali), festeggia il compleanno il 24 giugno, quando a Torino fanno i fuochi. Ferrarese d’origine (e tifoso della Spal) ma nato a Torino, quattro anni fa è stato catapultato in Canavese. Collabora con il quotidiano La Stampa e il settimanale Il Risveglio, dopo aver scritto, per anni, su La Voce, Il Canavese e Sprint&Sport (da quando aveva 14 anni). Dal 3 ottobre 2013 è «direttore» di Qc. Tra virgolette. Perché guai a prendersi troppo sul serio.
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore