Otto marzo: una festa a metà...

+ Miei preferiti
Otto marzo: una festa a metà...
Nel giorno della mimosa c'è un numero emblematico che non può passare in secondo piano: 365. Come i giorni dell'anno. Sono il numero (approssimato per difetto) dei casi di violenza nei confronti delle donne sui quali si è concentrata l'azione della procura di Ivrea lo scorso anno. Solo nel territorio del Canavese. Numeri che fanno rabbrividire.

Di questi, 200 fascicoli riguardano maltrattamenti in famiglia, 100 i casi di stalking, una quarantina le violenze sessuali. In linea, purtroppo, con le 939 donne che, tra il 2010 e il 2013 si sono rivolte ai Servizi Socio Sanitari dell'Asl To4 per chiedere aiuto. Secondo i dati dell'azienda sanitaria, il 90% delle donne che presenta una denuncia e ha avuto il primo accesso in Pronto Soccorso ha subito violenze nel contesto familiare, dove il "maltrattante" è il marito o ex marito, fidanzato o convivente.

L'otto marzo, per mille motivi, è un momento di riflessione che va celebrato e promosso in tutte le sue forme. Ma sarà davvero una festa solo quando le procure non dovranno aprire più fascicoli, quando i numeri delle violenze arriveranno a zero.

Altri post di Alessandro Previati
LUG
25
L'ennesimo capitolo della telenovela Asa posticipa la chiusura della vicenda ancora di qualche anno. Hanno vinto i (piccoli) Comuni ma i debiti dal 2008 al 2010 vanno comunque ripianati... E c'è il rischio di una beffa
GIU
12
Ci sono anche un paio di denunce dai carabinieri. La procura di Ivrea chiederà lumi all'aeronautica, almeno per avere conferma di quello che è successo...
MAR
1
Chi l'ha detto che le nuove generazioni sono prive di valori? Per carità, di episodi poco edificanti, purtroppo, ne sono piene le cronache. Tuttavia, per fortuna, ci sono anche gesti che fanno ben sperare per il futuro...
DIC
19
Da appassionato di ferrovie, anche quelle in miniatura, non posso che essere felice se la Regione annuncia (dopo decenni) l'elettrificazione della Rivarolo-Pont...
OTT
3
Quattro anni fa, il 3 ottobre 2013, iniziava in sordina, con tanto entusiasmo e altrettanto timore, l'avventura web di «Quotidiano (del) Canavese»
Prossima fermata? Chissà...
di Alessandro Previati
Twitter IconFacebook Icon
Alessandro Previati, classe 1982 (l’anno dei Mondiali), festeggia il compleanno il 24 giugno, quando a Torino fanno i fuochi. Ferrarese d’origine (e tifoso della Spal) ma nato a Torino, quattro anni fa è stato catapultato in Canavese. Collabora con il quotidiano La Stampa e il settimanale Il Risveglio, dopo aver scritto, per anni, su La Voce, Il Canavese e Sprint&Sport (da quando aveva 14 anni). Dal 3 ottobre 2013 è «direttore» di Qc. Tra virgolette. Perché guai a prendersi troppo sul serio.
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore