In attesa di idee migliori

+ Miei preferiti
In attesa di idee migliori
In questi giorni, orfani del campionato di calcio fermo per le festività, ci siamo trasformati, chi più chi meno, in esperti d’inquinamento atmosferico. L'inquinamento è serio, dannoso, chiama in causa l’operato dell’uomo. I riscaldamenti delle abitazioni, quelli industriali, il traffico automobilistico e la mancanza di precipitazioni hanno portato all’aumento delle polveri sottili nei nostri paesi, nelle nostre città, creando allarme e preoccupazione.  
 
Nessuno ha la soluzione miracolosa per ridurre tali inquinanti, politici e non, danno giudizi e interpretazioni di vario tipo. Iniziative ne sono state prese tante, nessuna veramente efficace. E’ evidente che se tutti utilizzassimo di meno i veicoli a motore (diesel e benzina) l’inquinamento diminuirebbe. Con uno stile di vita attivo, riducendo l’utilizzo dell’automobile, l’inquinamento si ridurrebbe e gli effetti positivi dell’attività fisica sarebbero evidenti a livello sociale, ambientale ed economico.  
 
L’inquinamento atmosferico va combattuto con ogni mezzo per salvaguardare la salute dei cittadini, non ci sono dubbi. Tra le cause, non va dimenticato quell’inquinante maggiormente responsabile di tante morti: il fumo di sigaretta. La combustione di una sigaretta riesce a inquinare più delle polveri sottili provenienti dai gas di scarico di un'automobile. I dati sono emersi da una ricerca svolta dall'Istituto Tumori di Milano, per evidenziare i danni provocati dal vizio del fumo. Fumare in auto equivale a produrre polveri sottili in concentrazioni trenta volte superiori ai limiti di legge e una sigaretta accesa produce concentrazioni di polveri sottili di oltre 400 microgrammi per metro cubo, molto più dello smog da auto. 
 
Il fumo inquina più dello smog e il fumo passivo costituisce un pericolo non solo nei luoghi chiusi, ma anche in quelli aperti. La prima causa di cancro ai polmoni, con l’85% dei decessi, è la sigaretta. L’inquinamento dell’aria è responsabile del 3-5% dei casi. Sono dati inquietanti, spesso vengono ignorati. La prima azione per prevenire globalmente l’inquinamento ambientale, prima ancora delle decisioni governative, la può mettere in atto ognuno di noi. Dobbiamo cambiare mentalità.
 
Per il benessere della nostra città, per il nostro benessere e per quello dei nostri figli, iniziamo da Rivarolo, iniziamo dal modo più semplice: smettiamo di fumare e non utilizziamo l’auto in città, andiamo a piedi o in bicicletta. Così facendo riduciamo la spesa, miglioriamo l’ambiente e la nostra salute. Un piccolo sacrificio, un vantaggio per tutti…..in attesa di idee migliori!
Altri post di Alberto Rostagno
AGO
14
In questi giorni si avverte la necessità di fermarsi, di riposare, di condividere con la famiglia e con gli amici alcuni momenti di tranquillità. Purtroppo non tutte le preoccupazioni cessano con le vacanze...
APR
23
Il saluto del sindaco di Rivarolo all'apertura della Nuova Fiera del Canavese
MAR
25
Le tante iniziative messe in campo fino ad oggi a vari livelli non hanno portato i risultati sperati. L’abbandono di rifiuti è in costante aumento, così come l’inciviltà delle persone...
MAR
13
Il grande rispetto che nutriamo per Voi concittadini rivarolesi, ci impone di sgomberare il campo dalle falsità espresse nel giornalino “Riparolium” che avrete ricevuto in questi giorni
DIC
19
L'amministrazione comunale ha messo in campo tutte le risorse disponibili per fare crescere la comunità, per dare rispostealle tante esigenze quotidiane, per rendere sempre di più la nostra città di Rivarolo polo strategico di riferimento
RIVAROLO: oggi e domani
di Alberto Rostagno
Rivarolese, sposato con due figli.
Di professione Medico Chirurgo con ambulatorio in Rivarolo.
E' da sempre uno sportivo praticante ed organizzatore di grandi eventi sportivi.
Innamorato del "verde Canavese" e attento ai temi ambientali.
Vice Sindaco del Comune di Agliè dall'anno 2009 all'anno 2014 Dal 26 maggio 2014 è Sindaco della Città di Rivarolo Canavese
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore