Servizi pubblici disastrosi

+ Miei preferiti
Servizi pubblici disastrosi
E’ stato un 2017 drammatico per i pendolari della Canavesana, costretti a mesi di ritardi costanti e frustranti nella loro inspiegabilità. “Mancavano i macchinisti”, la laconica spiegazione di Gtt, che però non ci chiarisce come mai manchi il personale minimo indispensabile per far funzionare degnamente un servizio pubblico. Alla fine la soluzione è stata trovata con la soppressione anticipata della tratta tra Rivarolo e Pont. Un provvedimento ormai diventato consueto nel periodo estivo, quando le scuole sono chiuse. Come consueto è anche il riaffiorare delle voci sulla possibile elettrificazione di quella tratta, ferma agli anni Sessanta, come linea e carrozze. Purtroppo si continua a rimanere nel dominio delle chiacchiere da bar, mentre di fatti concreti da questa Regione a guida Pd (per non parlare di quell'Ente chiamato Città metropolitana) per il nostro territorio non ne arrivano. L’ultimo investimento che possiamo ricordare è stato l’acquisto di due nuovi convogli per la Canavesana da parte dell’assessore Bonino della Giunta Cota. Dopo di che, il nulla. Ed hanno voglia i vertici di Gtt a giustificare il taglio della Rivarolo-Pont con il ridotto numero di passeggeri giornalieri. Siamo seri: ma chi mai prenderebbe quel treno vetusto, lento e scomodo, sapendo che in macchina si fa molto prima? Per incentivare le persone a usare i mezzi pubblici bisogna investire e offrire un servizio quantomeno decente. Perchè se faccio viaggiare treni degni delle ferrovie del vecchio Far-West poi non posso lamentarmi se viaggiano semi-vuoti. Attendiamo ora con pazienza di capire se l’ennesima idea riguardo all’elettrificazione non resterà confinata al rango di boutade tardo-primaverile, così come l’ospedale unico del Canavese, l’altra leggenda che anima le pagine dei giornali da anni ed anni. Treni e ospedali, due facce della stessa medaglia. La medaglia di un servizio pubblico sempre più scadente e lontano dai bisogni del nostro territorio. Il Canavese sconta la sua inconsistenza, i suoi eccessivi campanilismi, ma soprattutto la mancanza di rappresentatività. Nelle cosiddette “stanze dei bottoni” consiglieri, assessori o deputati canavesani non ce ne sono. E la nostra zona rimane dimenticata come un territorio di terzo o quart’ordine. Ospedali sempre meno efficienti e sempre più carenti di personale, servizi di trasporto inadeguati, strade indecenti. Ovunque la si guardi, tutto ciò che è pubblico ma va al di là della sfera comunale è ridotto in uno stato pietoso. Speriamo nelle prossime elezioni. Speriamo che il nostro territorio riesca finalmente ad eleggere un suo rappresentante che si faccia portavoce di bisogni ed interessi del nostro territorio.

(Blog - Franco Papotti)

Altri post di Franco Papotti
LUG
23
Non è questo il momento storico per parlare di ius soli. Non per questioni ideologiche. Semplicemente per ragioni di logica e di buon senso
MAG
4
Dimostriamo finalmente che sappiamo fare sistema, che sappiamo lavorare in sinergia. Sempre con il campanile nel cuore, ma finalmente con lo sguardo rivolto a più ampi orizzonti...
GEN
26
Il fiume di euro che alimenta la macchina dell’accoglienza non si può arrestare, mentre può tranquillamente esaurirsi quello per le pale anti-neve...
GEN
9
Lasciamo agli storici il giudizio sulle mille promesse (non mantenute) del governo Renzi, così come sugli ultimi capricci del presidente americano Barack Obama, e voltiamo finalmente pagina.
NOV
29
Un referendum che, per volontà stessa del premier Matteo Renzi, è diventato quasi una sorta di valutazione dell’operato di governo.
Guardare al futuro
di Franco Papotti
Avvocato, Politico, Conservatore, Canavesano, marito di Loredana, papà di Vittoria. Da ormai un quarto di secolo attivo nel mondo politico e culturale canavesano, porta avanti l’idea di un Canavese capace di fare sistema per la valorizzazione delle peculiarità e delle risorse di un territorio dotato di enormi potenzialità.
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore