AMBIENTE - Otto aree protette del Canavese passano alla Città metropolitana di Torino

| Dal 13 giugno nel territorio metropolitano è iniziata una sorta di "rivoluzione" ambientale: le aree protette gestite e tutelate dalla Città Metropolitana di Torino sono passate da 4000 a 31000 ettari

+ Miei preferiti
AMBIENTE - Otto aree protette del Canavese passano alla Città metropolitana di Torino
Dal 13 giugno scorso nel territorio metropolitano è iniziata una sorta di “rivoluzione” ambientale: le aree protette gestite e tutelate dalla Città Metropolitana di Torino hanno moltiplicato quasi per 8 la propria estensione, passando da 4000 a 31000 ettari. È un passaggio a dir poco epocale, reso possibile dalla Legge regionale 19 del 2009, che stabilisce che la gestione delle aree della Rete Natura 2000 può essere delegata dalla Regione Piemonte alle Province e alle Città Metropolitane.

Una convenzione di durata illimitata ha affidato ben 27 aree al Servizio pianificazione e gestione rete ecologica, aree protette e vigilanza ambientale della Città Metropolitana. Fra le azioni dirette vi sono gli interventi programmati nei piani di gestione: la realizzazione o il ripristino di aree idonee alla riproduzione, come gli stagni e gli ambienti umidi per gli anfibi; ma anche l’eradicazione di specie esotiche invasive che minacciano quelle autoctone: animali come il Gambero della Louisiana, che minaccia quello nostrano; specie botaniche, come l’Ailanto, la Fitolacca, l’Acero negundo, la Fallopia, che invadono vaste superfici a discapito della vegetazione spontanea autoctona. I piani di gestione possono anche prevedere la realizzazione di ecodotti per l’attraversamento di strade e ferrovie, per evitare lo schiacciamento degli animali, oppure la realizzazione di fasce forestali tampone per filtrare le acque di scolo dei campi agricoli prima che defluiscano in laghi e fiumi.

Fra le azioni indirette rientra il monitoraggio della presenza di specie di recente reintroduzione o rare, come il Lupo, ritornato naturalmente da pochi anni nelle Alpi Occidentali. Controllare la diffusione di specie vegetali ormai rarissime in contesti lacustri e paludosi, come la Marsilea quadrifolia o l’Aldrovanda vesiculosa, consente di ottenere informazioni scientifiche che possono orientare le azioni dirette di tutela e conservazione.

I "TESORI" DELLE AREE PROTETTE GESTITE DALLA CITTÀ METROPOLITANA
Laghi di Ivrea, Champlas du Col - Colle del Sestriere, Colle Basset (Sestriere), Boscaglie di Tasso di Giaglione (Val Clarea), Pian della Mussa (Balme), Val Thuras (Cesana Torinese), Oasi del Prà-Barant, Stazioni di Myricaria Germanica (Val Pellice), Laghi di Meugliano e Alice Superiore (Valchiusella), Stagni dei Favari di Poirino, Oasi xerotermica di Oulx - Auberge, Oasi xerotermica di Oulx - Amazas, Pendici del Monte Chaberton, Bardonecchia - Val Fredda, Bosco di Pian Prà (Rorà), Scarmagno-Torre Canavese (Morena destra d’Ivrea), Les Arnauds e Punta Quattro Sorelle (Bardonecchia), Oasi xerotermica di Puys (Beaulard di Oulx), Valle della Ripa – Argentera (Sauze di Cesana), Arnodera – Colle Montabone (Gravere, Meana di Susa, Susa), Cima Fournier e Lago Nero (Cesana Torinese), Lago di Maglione, Stagno interrato di Settimo Rottaro, Boschi e paludi di Bellavista (Pavone Canavese, Ivrea), Palude di Romano Canavese, Monte Musinè e Laghi di Caselette, Boschi umidi e stagni di Cumiana.

Ovviamente un semplice elenco non rende giustizia ai veri e propri “tesori nascosti” delle aree protette gestite dalla Città metropolitana. Nell’area collinare che ospita i cinque Laghi di Ivrea e le “Terre ballerine” derivate dall’interramento dell’antico Lago Coniglio vivono mammiferi, rettili, pesci e invertebrati tutelati dalla Direttiva Habitat dell’Unione Europea. La zona ospita in alcuni periodi dell’anno gli uccelli migratori, perché si trova allo sbocco della Valle d’Aosta e lungo la rotta migratoria che segue il margine meridionale delle Alpi. Il sito di Scarmagno-Torre Canavese (Morena Destra di Ivrea) è apprezzato per i querceti, i castagneti, i boschi di ontano nero e di pioppo bianco.

Galleria fotografica
AMBIENTE - Otto aree protette del Canavese passano alla Città metropolitana di Torino - immagine 1
AMBIENTE - Otto aree protette del Canavese passano alla Città metropolitana di Torino - immagine 2
AMBIENTE - Otto aree protette del Canavese passano alla Città metropolitana di Torino - immagine 3
AMBIENTE - Otto aree protette del Canavese passano alla Città metropolitana di Torino - immagine 4
Made in Canavese
AGLIE' - La chiesa di San Gaudenzio, dove riposa Gozzano, è tornata all'antico splendore - FOTO
AGLIE
Nei giorni scorsi, infatti, sono finite le opere di restauro della chiesa che dà il nome all'omonimo borgo alladiese. I lavori sono stati realizzati grazie al contributo della Fondazione Crt
CANAVESE - In bici alla scoperta del Parco nazionale del Gran Paradiso
CANAVESE - In bici alla scoperta del Parco nazionale del Gran Paradiso
Sedici itinerari cicloturistici, dai più semplici ai più impegnativi, per conoscere il Parco Nazionale Gran Paradiso in sella ad una bicicletta
CASTELLAMONTE - Per la Mostra della Ceramica raffica di eventi collaterali in città
CASTELLAMONTE - Per la Mostra della Ceramica raffica di eventi collaterali in città
Per l'edizione di quest'anno il Comune ha coinvolto diverse associazioni della città, Pro Loco in primis ma anche oratorio, associazione commercianti e Terra Mia
CASTELLAMONTE - E' tempo di ceramica: dal 18 agosto l'edizione numero 58 della Mostra - FOTO
CASTELLAMONTE - E
Il concorso dal titolo «Ceramics in love...», ha raccolto un enorme successo. Le adesioni sono state 130 e le opere presentate 150. Saranno esposte, nei locali storici di Palazzo Botton e al Centro Congressi Martinetti
MOSTRA DELLA CERAMICA - Dal 18 agosto Castellamonte torna capitale con «Ceramics in love»
MOSTRA DELLA CERAMICA - Dal 18 agosto Castellamonte torna capitale con «Ceramics in love»
Questa mattina, in piazza Castello a Torino, la presentazione della nuova edizione della mostra. Una kermesse internazionale: hanno aderito all'iniziativa ben 135 artisti italiani e stranieri, con più di 150 opere originali
RIVAROLO - L'istituto Santissima Annunziata partecipa al «Google Grants»
RIVAROLO - L
Un progetto innovativo che promette di rappresentare la svolta tecnologica che coinvolgerà tutti gli ordinamenti, dalla scuola materna fino al liceo
CASTELLAMONTE - La città si «colora» di ceramica in attesa della Mostra
CASTELLAMONTE - La città si «colora» di ceramica in attesa della Mostra
Sabato 4 agosto, al centro congressi Piero Martinetti di Castellamonte, verranno inaugurati i terminali in ceramica progettati da Federica Jon, studentessa della sezione Design Ceramica del Liceo Artistico Felice Faccio
CINEMAMBIENTE IN VALCHIUSELLA - Dal 2 al 12 agosto film e dibattiti nel cuore del Canavese
CINEMAMBIENTE IN VALCHIUSELLA - Dal 2 al 12 agosto film e dibattiti nel cuore del Canavese
Organizzata con la Società Operaia di Mutuo Soccorso di Drusacco e con il Circolo Chiusellavivo di Legambiente, la manifestazione contempla una rassegna di film affiancata da incontri, dibattiti, iniziative naturalistiche e gastronomiche
CERESOLE REALE - Dal 21 al 31 luglio il festival «Gran Paradiso dal vivo»
CERESOLE REALE - Dal 21 al 31 luglio il festival «Gran Paradiso dal vivo»
«Camminare leggeri sulla Terra» è il tema scelto per l'estate 2018 degli eventi estivi promossi dal Parco Nazionale Gran Paradiso, con l'obiettivo di sensibilizzare i turisti ad una frequentazione del Parco etica e sostenibile
AGLIE' - Piazza Castello protagonista con la «Cena Ducale» e lo spettacolo di Flavio Oreglio
AGLIE
Dopo lo strepitoso successo di «Calici tra le Stelle», lo stesso suggestivo scenario della piazza del Castello ospiterà la «Cena Ducale». Prenotazioni entro mercoledì 25 luglio
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore