ECONOMIA - Il Parco del Gran Paradiso è un polo turistico ma il Canavese (ancora) non lo sa...

| Giovedì si è svolta la presentazione dei risultati di uno studio sulle affluenze turistiche di provenienza nazionale ed estera nell’area protetta, commissionato dal Parco Nazionale Gran Paradiso e realizzato da Vodafone e CS Research

+ Miei preferiti
ECONOMIA - Il Parco del Gran Paradiso è un polo turistico ma il Canavese (ancora) non lo sa...
Giovedì a Cogne si è svolta la presentazione dei risultati di uno studio sulle affluenze turistiche di provenienza nazionale ed estera nell’area protetta, commissionato dal Parco Nazionale Gran Paradiso e realizzato da Vodafone Italia e CS Research utilizzando l’innovativo strumento dei Big Data. Il progetto è nato con lo scopo di esplorare i flussi turistici di visitatori nel Parco del Gran Paradiso basandosi sui dati telefonici e le metodologie dei Big Data, ovvero tramite l’analisi di una enorme quantità di dati, in questo caso relativi alla telefonia mobile, che grazie alle tecnologie sono stati anonimizzati, aggregati e processati con algoritmi ad hoc. Il risultato sono una serie di informazioni che, unite a rappresentazioni grafiche, possono essere utilizzabili nella predisposizione di strategie turistiche.
 
La parte nord (quella in Valle d'Aosta) è la più visitata e le parti nord e sud (quella del Canavese) condividono pochi visitatori (circa il 3% del totale). Nel caso di visitatori da nazioni estere, uno dei fattori trainanti sembra essere la prossimità della parte settentrionale rispetto ai principali punti di ingresso alla nazione, combinata con l’inaccessibilità della parte del Canavese provenendo dalla Valle d'Aosta. 
 
Durante il periodo di osservazione, i dati confermano un andamento delle presenze fortemente stagionale e, per gli italiani, una variabilità settimanale ancora più accentuata. Questa variabilità è presente in forma molto meno accentuata per i turisti stranieri. Le visite degli italiani sono concentrate durante il weekend mentre quelle degli stranieri sono complessivamente costanti durante la settimana, con modalità molto specifiche per nazione di provenienza che tendono a compensarsi. All’interno di tutto il Parco, le nazioni di provenienza più rappresentate sono quelle limitrofe: Francia e Svizzera; assieme al Belgio e all’Olanda queste quattro nazioni contano per il 60% dei visitatori stranieri. Il Parco è connesso principalmente con il nord Italia (con l’eccezione di Roma), escludendo le località più vicine, Milano, Torino e Genova hanno il numero maggiore di visitatori. In ottica di promozione i dati raccolti saranno quindi utili per attivare azioni di comunicazione che coinvolgano altre regioni italiane.
 
Sia per gli italiani che per gli stranieri, il Parco è naturalmente diviso tra versante valdostano e versante piemontese, con una sovrapposizione marginale delle visite; fortissima è la connessione tra il Parco e la Valle D’Aosta, una parte significativa dei turisti visita infatti sia l’area protetta che altre zone della Regione. Anche in questo caso le conclusioni dello studio serviranno per implementare itinerari che coinvolgano entrambi i versanti, tra questi il progetto “Giroparco Gran Paradiso”, che coinvolge in parte i percorsi offerti dalle mulattiere reali, già avviato e in fase di implementazione. Il Presidente del Parco, Italo Cerise, ha così commentato: «Dallo studio emerge che l’area del Gran Paradiso può rappresentare un valore significativo per le strategie turistiche delle due regioni. Riteniamo quindi che rendere disponibili i dati vada nell’ottica di una sinergia tra tutte le istituzioni coinvolte, al fine di migliorare l’offerta turistica e contribuire allo sviluppo sostenibile del territorio, in un momento in cui il turismo naturalistico è tra i più richiesti nei segmenti di mercato».
 
Qui sotto alcuni dati significativi che confermano una scelta predominante verso il versante del Parco Gran Paradiso della Valle d'Aosta...
Galleria fotografica
ECONOMIA - Il Parco del Gran Paradiso è un polo turistico ma il Canavese (ancora) non lo sa... - immagine 1
ECONOMIA - Il Parco del Gran Paradiso è un polo turistico ma il Canavese (ancora) non lo sa... - immagine 2
ECONOMIA - Il Parco del Gran Paradiso è un polo turistico ma il Canavese (ancora) non lo sa... - immagine 3
ECONOMIA - Il Parco del Gran Paradiso è un polo turistico ma il Canavese (ancora) non lo sa... - immagine 4
ECONOMIA - Il Parco del Gran Paradiso è un polo turistico ma il Canavese (ancora) non lo sa... - immagine 5
ECONOMIA - Il Parco del Gran Paradiso è un polo turistico ma il Canavese (ancora) non lo sa... - immagine 6
ECONOMIA - Il Parco del Gran Paradiso è un polo turistico ma il Canavese (ancora) non lo sa... - immagine 7
ECONOMIA - Il Parco del Gran Paradiso è un polo turistico ma il Canavese (ancora) non lo sa... - immagine 8
ECONOMIA - Il Parco del Gran Paradiso è un polo turistico ma il Canavese (ancora) non lo sa... - immagine 9
Made in Canavese
FORNO CANAVESE - «Arte in Forno», così le vetrine del paese diventano una mostra - FOTO
FORNO CANAVESE - «Arte in Forno», così le vetrine del paese diventano una mostra - FOTO
Le vetrine dei negozi, dall'otto ottobre al 30 novembre, si trasformeranno in una sorta di «atelier» per numerose opere d'arte
CUORGNE'-RIVAROLO - Torna «Due Città al Cinema»: si parte il 23 ottobre al Margherita - TUTTI I FILM
CUORGNE
Torna «Due Città al Cinema» al Margherita di Cuorgnè, la storica rassegna cinematografica promossa dalla sala cuorgnatese in collaborazione con i Comuni di Rivarolo e Cuorgnè
TURISMO - Settima edizione per «Una Montagna di Gusto», enogastronomia e territorio
TURISMO - Settima edizione per «Una Montagna di Gusto», enogastronomia e territorio
Serie di appuntamenti promossi dal Consorzio Operatori Turistici Valli del Canavese con il supporto di Regione, Turismo Torino e Provincia e Gal Valli del Canavese e Banca d'Alba
CASTELLAMONTE - Un murales di Corrado Bianchetti colora il centro sportivo - FOTO e VIDEO
CASTELLAMONTE - Un murales di Corrado Bianchetti colora il centro sportivo - FOTO e VIDEO
L'artista castellamontese da una semplice bozza è riuscito a realizzare qualcosa di indescrivibile. «Grazie Corrado, per l'impegno e per la passione, speriamo di riuscire a lavorare ancora insieme»
BABY ATTORI CRESCONO - E' canavesano il nuovo volto dei mitici Pampers - VIDEO
BABY ATTORI CRESCONO - E
Un'esperienza sul piccolo schermo è il sogno di tantissime persone. E c'è chi riesce nell'impresa con un sorriso grosso così. E' il caso del piccolo Tommaso, canavesano doc, figlio di Stefano e Alessia...
SAN GIUSTO CANAVESE - La 20enne Alessia Actis Giorgetto diplomata Professionista di Pasticceria
SAN GIUSTO CANAVESE - La 20enne Alessia Actis Giorgetto diplomata Professionista di Pasticceria
Durante il percorso di studi, tutti i ragazzi hanno affrontato importanti esperienze di stage in strutture d'eccellenza
LEINI - L'omaggio a Luciano Pavarotti inaugura la stagione teatrale - FOTO e VIDEO
LEINI - L
Un concerto di giovani voci, accompagnati al pianoforte dal maestro Paolo Andreoli, tra i più stretti collaboratori di Pavarotti, che dal palco, ha elogiato la scelta dell’amministrazione leinicese di investire in cultura
VALLE SOANA - Dopo i fiori, sotto con polenta e rutti: a Ingria non stanno mai fermi
VALLE SOANA - Dopo i fiori, sotto con polenta e rutti: a Ingria non stanno mai fermi
Dopo la premiazione dell'Entente Florale Europe che ha visto Ingria portare a casa una preziosissima e significativa medaglia d'argento, è tempo di tornare a proporre eventi turistici in paese
COLLERETTO GIACOSA - Bioindustry Park: in memoria di Silvano Fumero una giornata «out of the box»
COLLERETTO GIACOSA - Bioindustry Park: in memoria di Silvano Fumero una giornata «out of the box»
A 10 anni dalla prematura scomparsa del proprio fondatore Silvano Fumero e a 20 dalla sua inaugurazione, il Bioindustry Park organizza un'intera giornata per ricordarne la figura di scienziato e imprenditore intraprendente
RIVAROLO - Via le piante, così la città ha «riscoperto» il suo castello - FOTO
RIVAROLO - Via le piante, così la città ha «riscoperto» il suo castello - FOTO
Grazie ai volontari di ATC TO1 e ATC TO2 che, in settimana, si sono prodigati nell'abbattere molte piante malate, ora passando sulla cirvonvallazione di Rivarolo è finalmente visibile il Castello Malgrà
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore