ECONOMIA - Il Parco del Gran Paradiso è un polo turistico ma il Canavese (ancora) non lo sa...

| Giovedì si è svolta la presentazione dei risultati di uno studio sulle affluenze turistiche di provenienza nazionale ed estera nell’area protetta, commissionato dal Parco Nazionale Gran Paradiso e realizzato da Vodafone e CS Research

+ Miei preferiti
ECONOMIA - Il Parco del Gran Paradiso è un polo turistico ma il Canavese (ancora) non lo sa...
Giovedì a Cogne si è svolta la presentazione dei risultati di uno studio sulle affluenze turistiche di provenienza nazionale ed estera nell’area protetta, commissionato dal Parco Nazionale Gran Paradiso e realizzato da Vodafone Italia e CS Research utilizzando l’innovativo strumento dei Big Data. Il progetto è nato con lo scopo di esplorare i flussi turistici di visitatori nel Parco del Gran Paradiso basandosi sui dati telefonici e le metodologie dei Big Data, ovvero tramite l’analisi di una enorme quantità di dati, in questo caso relativi alla telefonia mobile, che grazie alle tecnologie sono stati anonimizzati, aggregati e processati con algoritmi ad hoc. Il risultato sono una serie di informazioni che, unite a rappresentazioni grafiche, possono essere utilizzabili nella predisposizione di strategie turistiche.
 
La parte nord (quella in Valle d'Aosta) è la più visitata e le parti nord e sud (quella del Canavese) condividono pochi visitatori (circa il 3% del totale). Nel caso di visitatori da nazioni estere, uno dei fattori trainanti sembra essere la prossimità della parte settentrionale rispetto ai principali punti di ingresso alla nazione, combinata con l’inaccessibilità della parte del Canavese provenendo dalla Valle d'Aosta. 
 
Durante il periodo di osservazione, i dati confermano un andamento delle presenze fortemente stagionale e, per gli italiani, una variabilità settimanale ancora più accentuata. Questa variabilità è presente in forma molto meno accentuata per i turisti stranieri. Le visite degli italiani sono concentrate durante il weekend mentre quelle degli stranieri sono complessivamente costanti durante la settimana, con modalità molto specifiche per nazione di provenienza che tendono a compensarsi. All’interno di tutto il Parco, le nazioni di provenienza più rappresentate sono quelle limitrofe: Francia e Svizzera; assieme al Belgio e all’Olanda queste quattro nazioni contano per il 60% dei visitatori stranieri. Il Parco è connesso principalmente con il nord Italia (con l’eccezione di Roma), escludendo le località più vicine, Milano, Torino e Genova hanno il numero maggiore di visitatori. In ottica di promozione i dati raccolti saranno quindi utili per attivare azioni di comunicazione che coinvolgano altre regioni italiane.
 
Sia per gli italiani che per gli stranieri, il Parco è naturalmente diviso tra versante valdostano e versante piemontese, con una sovrapposizione marginale delle visite; fortissima è la connessione tra il Parco e la Valle D’Aosta, una parte significativa dei turisti visita infatti sia l’area protetta che altre zone della Regione. Anche in questo caso le conclusioni dello studio serviranno per implementare itinerari che coinvolgano entrambi i versanti, tra questi il progetto “Giroparco Gran Paradiso”, che coinvolge in parte i percorsi offerti dalle mulattiere reali, già avviato e in fase di implementazione. Il Presidente del Parco, Italo Cerise, ha così commentato: «Dallo studio emerge che l’area del Gran Paradiso può rappresentare un valore significativo per le strategie turistiche delle due regioni. Riteniamo quindi che rendere disponibili i dati vada nell’ottica di una sinergia tra tutte le istituzioni coinvolte, al fine di migliorare l’offerta turistica e contribuire allo sviluppo sostenibile del territorio, in un momento in cui il turismo naturalistico è tra i più richiesti nei segmenti di mercato».
 
Qui sotto alcuni dati significativi che confermano una scelta predominante verso il versante del Parco Gran Paradiso della Valle d'Aosta...
Galleria fotografica
ECONOMIA - Il Parco del Gran Paradiso è un polo turistico ma il Canavese (ancora) non lo sa... - immagine 1
ECONOMIA - Il Parco del Gran Paradiso è un polo turistico ma il Canavese (ancora) non lo sa... - immagine 2
ECONOMIA - Il Parco del Gran Paradiso è un polo turistico ma il Canavese (ancora) non lo sa... - immagine 3
ECONOMIA - Il Parco del Gran Paradiso è un polo turistico ma il Canavese (ancora) non lo sa... - immagine 4
ECONOMIA - Il Parco del Gran Paradiso è un polo turistico ma il Canavese (ancora) non lo sa... - immagine 5
ECONOMIA - Il Parco del Gran Paradiso è un polo turistico ma il Canavese (ancora) non lo sa... - immagine 6
ECONOMIA - Il Parco del Gran Paradiso è un polo turistico ma il Canavese (ancora) non lo sa... - immagine 7
ECONOMIA - Il Parco del Gran Paradiso è un polo turistico ma il Canavese (ancora) non lo sa... - immagine 8
ECONOMIA - Il Parco del Gran Paradiso è un polo turistico ma il Canavese (ancora) non lo sa... - immagine 9
Made in Canavese
CANAVESE - Tutte le feste di Natale minuto per minuto
CANAVESE - Tutte le feste di Natale minuto per minuto
Si scaldano i motori per le feste di Natale promosse dai Comuni e dalle associazioni del Canavese. Sono previsti eventi praticamente in tutti i paesi della zona
CANAVESE LAVORO - Ortho, a Ivrea, è in cerca di nuovo personale
CANAVESE LAVORO - Ortho, a Ivrea, è in cerca di nuovo personale
Oggi lo staff di Ortho è composto da una sessantina di persone ma l'azienda di Ivrea è sempre alla ricerca di nuovo personale
CUORGNE'-RIVAROLO - Torna «Due città al Cinema»: edizione numero 35 per la storica rassegna cinematografica
CUORGNE
Informazioni al cinema Margherita (0124.657523), alla biblioteca di Cuorgnè (0124.655252), alla biblioteca di Rivarolo Canavese (0124.26377)
CANAVESE - Turismo anche a Natale sulla «Strada del Gran Paradiso»
CANAVESE - Turismo anche a Natale sulla «Strada del Gran Paradiso»
Nel mese di dicembre la Strada del Gran Paradiso proporrà tre escursioni in bus con partenza da Torino alla scoperta del Canavese Occidentale
CUORGNE'-RIVAROLO - Al cinema «I Cormorani». Il regista: «Il Canavese come territorio di frontiera»
CUORGNE
I Cormorani di Fabio Bobbio esce nelle sale italiane il 1 dicembre, distribuito da Strani Film in collaborazione con Mariposa Cinematografica. Interamente girato in Canavese
CASTELLAMONTE - Piccoli giornalisti crescono: nasce il premio «Dario Ruffatto»
CASTELLAMONTE - Piccoli giornalisti crescono: nasce il premio «Dario Ruffatto»
Sono iniziate al Martinetti le «lezioni» dei giornalisti della carta stampata agli studenti delle classi quinte della scuola elementare di Castellamonte
CUORGNE'-RIVAROLO - Il film «I Cormorani», girato in Canavese, arriva nei cinema di tutta Italia - GUARDA IL TRAILER
CUORGNE
L'opera prima del regista rivarolese Fabio Bobbio, sarà in programmazione al Cinema Margherita di Cuorgnè venerdì 2 e sabato 3 dicembre
IVREA - La città di Olivetti rivelata dalla penna a sfera o dalla «O» della Lettera 32
IVREA - La città di Olivetti rivelata dalla penna a sfera o dalla «O» della Lettera 32
La mostra di Paolo D’Amico alla sinagoga di Ivrea, promossa e curata dall'avvocato Costanza Casali, getta uno sguardo nuovo sulle architetture della città ideale di Camillo Olivetti
TALENTI IN CANAVESE - Un voto su internet per sostenere Renato Crudo
TALENTI IN CANAVESE - Un voto su internet per sostenere Renato Crudo
Occhi puntati sul giovane canavesano, originario di Cuorgnè e residente a Salassa, che concorre nella categoria miglior attore non protagonista su «Broadwayworld»
FRASSINETTO - Pubblicata l'ultima opera del «pruf», il grande Angelo Paviolo
FRASSINETTO - Pubblicata l
Viene pubblicata postuma l’ultima opera cui aveva posto mano il professor Angelo Paviolo, scomparso nel dicembre del 2013, personaggio tra i più noti del Canavese
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore