GRAN PARADISO - Gli stambecchi del Parco nazionale si prendono la copertina

| Uno studio scientifico, condotto dai ricercatori del Parco, dimostra che l'animale simbolo dell'area protetta più antica d'Italia è ancora a rischio estinzione

+ Miei preferiti
GRAN PARADISO - Gli stambecchi del Parco nazionale si prendono la copertina
Sulla prestigiosa rivista scientifica internazionale "Proceedings of the Royal Society B - Biological Sciences", è stato pubblicato uno studio condotto dai ricercatori del Parco Nazionale Gran Paradiso e delle Università di Pavia e di Zurigo, che esplora la bassa variabilità genetica dello stambecco alpino, animale simbolo dell'area protetta. Lo stambecco alpino è una specie che, dopo aver rischiato l'estinzione agli inizi del '800, è oggi caratterizzata da una bassissima variabilità genetica. Tutti gli individui attualmente esistenti (circa 40.000 sulle Alpi nel 2014) originano infatti da un nucleo di meno di 100 individui sopravvissuto all'estinzione e poi protetto nei territori dell'attuale Parco Nazionale Gran Paradiso, istituito nel 1922, a cavallo tra il Canavese e la Valle d'Aosta.
 
Grazie alla raccolta di dati a lungo termine su stambecchi marcati individualmente nel Parco fin dal 1999, la ricerca condotta da Alice Brambilla, assegnista di ricerca dell'università di Pavia e prima autrice dello studio, in collaborazione con i ricercatori del Parco e dell'Università di Zurigo, dimostra che gli effetti negativi dell'incrocio fra consanguinei, conseguenza del basso numero di individui che ha dato origine all'attuale popolazione circa duecento anni fa, sono oggi ancora misurabili.
 
Inoltre, mediante una innovativa tecnica statistica che permette di comprendere i rapporti di causa-effetto fra i vari caratteri oggetto dello studio, la ricerca è riuscita a dimostrare che gli individui più "inincrociati", cioè quelli con variabilità genetica minore, hanno una massa corporea inferiore rispetto a quelli con maggior variabilità e mostrano una ridotta resistenza ai parassiti. La massa corporea è un carattere fondamentale negli stambecchi maschi, per la sopravvivenza nei gelidi mesi invernali e per il successo nella competizione con gli altri maschi per l'accesso alle femmine. A loro volta, il ridotto peso e la bassa resistenza ai parassiti causano la crescita di corna più piccole e questo, nelle lotte fra maschi, può rappresentare un ulteriore handicap.
 
«Le popolazioni di animali e di piante composte da un basso numero di individui incontrano seri problemi e rischiano più facilmente di estinguersi a causa della perdita di variabilità genetica - spiega Achaz von Hardenberg, biologo del Parco Nazionale Gran Paradiso e coautore dello studio - nel caso dello stambecco alpino, il nostro studio indica la necessità di maggiori sforzi per garantire che le molte popolazioni reintrodotte negli ultimi 50 anni sulle Alpi siano maggiormente connesse fra di loro per garantire lo scambio genetico fra le stesse».
Made in Canavese
AMBIENTE - Otto aree protette del Canavese passano alla Città metropolitana di Torino
AMBIENTE - Otto aree protette del Canavese passano alla Città metropolitana di Torino
Dal 13 giugno nel territorio metropolitano è iniziata una sorta di "rivoluzione" ambientale: le aree protette gestite e tutelate dalla Città Metropolitana di Torino sono passate da 4000 a 31000 ettari
PONT CANAVESE - Torna il «Concert dla Rua», appuntamento fisso tra storia e musica - FOTO
PONT CANAVESE - Torna il «Concert dla Rua», appuntamento fisso tra storia e musica - FOTO
La manifestazione organizzata a partire dal 1996 dagli Amis dla Rua propone ogni anno una diversa tematica musicale, riassunta graficamente nella cartolina commemorativa. Nel 2018 è stato scelto il tema della pace
FAVRIA - Ai «Quindi» la seconda edizione di Telekomando - VIDEO
FAVRIA - Ai «Quindi» la seconda edizione di Telekomando - VIDEO
Il talent musicale dell'associazione «Baracca e burattini - arte e affini» si è chiuso ieri sera durante la notte bianca
AGLIE' - «Calici tra le Stelle»: due giorni imperdibili all'insegna del gusto - VIDEO
AGLIE
L'appuntamento enogastronomico e di spettacolo più importante dell'estate in Canavese, organizzato dall'Amministrazione comunale di Agliè
DAL CANAVESE ALLA MONGOLIA CON LA PANDA - La partenza del Team Pandone - FOTO e VIDEO
DAL CANAVESE ALLA MONGOLIA CON LA PANDA - La partenza del Team Pandone - FOTO e VIDEO
Hanno salutato questa sera Valperga (Comune che ha dato il proprio patrocinio all'iniziativa) Davide Raschellà ed Edoardo Trione, 42 anni in due, diretti dal Canavese alla Mongolia per il Mongol Rally
CERESOLE REALE - Il Cnr sceglie il Parco Gran Paradiso per la summer school sull'ecosistema
CERESOLE REALE - Il Cnr sceglie il Parco Gran Paradiso per la summer school sull
Una scuola estiva internazionale, dal punto di vista dell'organizzazione e degli iscritti: sono più di 50 i partecipanti tra ricercatori ed esperti provenienti da Università ed Enti di ricerca europei, americani e di altri paesi del mondo
INGRIA - Comune fiorito: domenica la giuria internazionale valuterà il paese
INGRIA - Comune fiorito: domenica la giuria internazionale valuterà il paese
Sabato 7 luglio arriva la giuria europea del concorso «Entente Florale» alla prima tappa che è il Comune di Ingria. Per il piccolo centro della Valle Soana è la prima storica partecipazione alla «Champions League» dei Comuni fioriti
CUORGNE' - Torna la «Notte Bianca»: shopping, musica e tanto divertimento
CUORGNE
Venerdì la città si colorerà con uno degli eventi più importanti del panorama commerciale dell'alto Canavese. Un appuntamento consolidato grazie all'impegno dei commercianti e la partecipazione di alcune associazioni
CUORGNE' - Tra passato e futuro, la città si colora con Goldrake - FOTO
CUORGNE
Corrado e Selena hanno dipinto un murale, in via Roma, su un muro vicino all'edificio dell'ex Agenzia delle Entrate. Goldrake è stato il primo robot giapponese a fare la sua comparsa nella tv italiana
COLLERETTO GIACOSA - Inaugurato il «Panigaccio 2.0», nuovo polo turistico del Canavese - FOTO
COLLERETTO GIACOSA - Inaugurato il «Panigaccio 2.0», nuovo polo turistico del Canavese - FOTO
All'inaugurazione hanno partecipato oltre un migliaio di persone, chiamate a condividere il primo step di una visione di rilancio territoriale. L'auspicio è di far diventare il Panigaccio 2.0 un polo turistico e attrattivo
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore